Servizio idrico, stasera Consiglio comunale straordinario

Forse ti piacerebbe leggere...

5 Commenti

  1. magari ha detto:

    Io onestamente non sono per niente preoccupato, possiedo casa a Palermo in pieno centro con servizio idrico gestito dall’amap, in 11 anni mai avuta una interruzione idrica e a nessun orario, bollette con prezzi più che ragionevoli. Io preferirei che la “nostra acqua” la gestisca, per citare il sindaco, le lobby economiche tipo AMAP (al cui interno ci sono professionisti e tecnici) piuttosto che il sindaco che non ha nessuna competenza e/o attestato per farlo. Quindi cittadini non preoccupatevi rispetto alla situazione attuale, l’amap sarebbe una benedizione

  2. Vincenzo Capuana ~ segretario Circolo Pd ha detto:

    Solo per integrare il comunicato, era presente anche il Circolo del Pd che ha attivato la propria deputazione Nazionale e Regionale, il Pd network provinciale e nazionale per trovare una soluzione che permetta di risolvere la criticità rilevata e consenta di spendere le risorse previste nel PNRR per le reti idriche e per la captazione di nuove sorgenti ammesso che siano pronti i progetti; in tal caso auspichiamo l’attivazione di una progettazione che permetta la partecipazione ai bandi.

    In ogni caso rileviamo che la legge nazionale ad oggi esistente non permette ad un singolo Comune di partecipare ai bandi; infatti, se ad es. il Comune di Castelbuono avesse pronto un progetto per l’intera rete idrica non può partecipare se non dentro una struttura consortile di livello più ampio.

    Un ragionamento è auspicabile anche in questo senso.

    Attiveremo e saremo partecipi di qualsiasi iniziativa che si renderà necessaria, ivi compresa la sottoscrizione popolare con il protagonismo di tutte le forze politiche e sociali. Partecipi, non egemoni.

    Non ci può esserci dietro un problema che appartiene a tutta la comunità il protagonismo dell’Io ma la condivisione del Noi.

    Noi TUTTI, quelli che abbiamo l’ambizione di occuparci e risolvere i problemi partendo dalle fragilità e dagli ultimi.

    Altre battaglie, populiste o di posizionamento politico, non ci interessano.

    Per il Circolo
    Pd Castelbuono
    Il Segretario
    Vincenzo Capuana

    • Canto per cantare ha detto:

      Circolo PD, ma è proprio il governo (di cui fa parte il PD) a volere abrogare l’art. 147.
      Mettetevi d’accordo con i vostri amici a Roma, prima!

    • spadellate ha detto:

      L’amministrazione comunale se ne guarda bene dal dare un incarico per la progettazione di una infrastruttura essenziale come la rete idrica. La priorità 1 è sempre la promozione via social e per le strade, la mattina presto e alla sera tardi. Sempre all’opera, perchè il punto è il lavoro materiale e non invece il contributo di idee e visione per lo sviluppo della comunità. Se poi c’è da interpellare deputati e senatori – tanto per far parlare di sé e polemizzare su qualche tema, invece che decidere e operare – è ancora meglio; bisogna mostrare l’animo combattivo (ma dove?).
      A Castelbuono il servizio idrico presenta aspetti di modernità paragonabili all’illuminazione pubblica con lampade ad olio. In questo contesto, chiunque altro non saprebbe fare di meglio perchè il terreno di confronto per il miglioramento del servizio e la riduzione degli sprechi è saper chiudere le manopole giuste al momento giusto, quasi come i rabdomanti. Parimenti è richiesto di saper guidare l’autobotte per consegnare acqua a domicilio come il salvatore nel deserto.
      Ora, una comunità ha bisogno di un sindaco che sappia quali manopole chiudere tempestivamente o invece di uno che comprenda che impegnare le somme necessarie per approntare un progetto di sensibile ammodernamento della rete idrica è più importante di qualsiasi altro impegno sul tema, inclusa la guida dell’autobotte. È il caso di iniziare a chiederselo.

  3. Acqua ha detto:

    Considerato la gestione o cambiamo sindaco o cambiamo servizio. In 5 anni di Tumminello il servizio gestito dal competente tecnico non ha mai smesso di erogare acqua. Si ricorda che da 5 anni a questa parte manca ogni giorno l’acqua cosi come i 10 anni precedenti. Ed ancora utilizziamo l’auto blu ogni giorno con la giustificazione di risparmiare gli straordinari per andare ad aprire e chiudere l’acqua. SVEGLIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.