Tassa rifiuti. Adiconsum: “ancora una volta il comune di Castelbuono invia ai cittadini gli avvisi della Tares 2013 prescritti”

7 Commenti

  1. Il re contro la corona ha detto:

    Tutto ciò nello studio PISCITELLO&RICOTTA.
    MIN….HIA c’è di muriri

    • Voglio morire ha detto:

      Il fatto che l’avvocato designato, lo stesso, pronto ad avviare tanti contenziosi col comune, riceva in Via Mustafa’ (sede CISL????) a mio avviso non ha nessuna importanza.

      E’ solo un caso che dentro lo stesso ufficio ci sia il presidente del consiglio (che dovrebbe essere dalla parte del Comune);

      e’ solo una coincidenza che dentro lo stesso ufficio ci sia Ricotta, il quale insieme agli altri componenti del Comitato Sant’Anna hanno appena beneficiato di 6.000 € di contributi, oltre ai proventi che vengono dalla preparazioni dei tavoli di “festaioli”.

      Questa mattina quando ho letto sul giornale di Sicilia tutto ciò, ho capito che siamo nelle mani di NESSUNO. Non hanno nemmeno rossore in faccia.

      Consiglio ai Castelbuonesi di comprare i gilet gialli…………o al limite di fare capire a questi Signori che ci amministrano che proprio stupidi non siamo.

      Tumminello in qualità di Consigliere Comunale con gli altri consiglieri di minoranza dovrebbero organizzare le barricate al Comune.

  2. AIUTATECI ha detto:

    I cittadini di Castelbuono ancora non hanno capito in che mani siamo capitati. Ci sono ancora tre anni e mezzo per scoprirlo. E in questo periodo si può fare tanto danno.

  3. controcorrente ha detto:

    Piscitello chi.il presidente del consiglio?, pubblicità occulta…

  4. Peppe ha detto:

    Ma se è appurato che tali somme sono già prescritte, non può essere lo stesso comune ad annullarle? Perché è necessaria la mediazione, un reclamo o un avvocato? Non mi è molto chiaro… Basterebbe un documento ufficiale di rettifica o no?
    E comunque, per quelle antecedenti il 2013, perché è stato fatto questo invio “errato” dal comune. Forse perché si cerca sempre di raschiare il fondo del barile attraverso le tasche della povera gente (che avrebbero comunque pagato a ‘munnizza arretrata’). Se fosse vero, atto davvero deplorevole.

  5. Scesce ha detto:

    Per annullare tutto basta chiedere al vice sindaco le sa cancellare le multe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.