“Un dono di speranza”, gli addetti alla raccolta ringraziano Fiasconaro

1 Commento

  1. don Francesco ha detto:

    Quando cadde il cornicione della Chiesa Madre e tutti i Castelbuonesi, privati, aziende e amministrazione comunale si prodigarono con donazioni e disponibilità portando a termine l’opera di ristrutturazione in pochi mesi, tra le altre iniziative ci fu anche una cena sociale. Per quella occasione ci siamo rivolti anche ad aziende del circondario. In una di queste, mentre caricavamo il necessario in un mezzo messo a disposizione, con autista volontario, un dipendente dell’azienda ci irrise sottolineando che ogni donazione dell’azienda era una perdita che loro, lavoratori, compensavano con sacrificio. Commento positivamente il riferimento allo staff dei Fiasconaro ricordando a tutti che una comunità, sia essa pure azienda, come lodevolmente dimostrano i Fiasconaro, raggiunge l’obiettivo, sia pure economico, se sa fare rete, dentro e fuori. Castelbuono ha grandi potenzialità in tal senso spero e prego che non si lasci vincere dagli egoismi di parte, perché il bene comune è bene di tutti e di ciascuno. Nessuno resti indietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.