Una corretta informazione per vivere questo momento senza panico

8 Commenti

  1. Kiko ha detto:

    Illustre Amministrazione, nei precendenti post mi è sembrato di cogliere una critica all’inefficienza comunicativa che sembra dominare il management di questa crisi . Come si può dare per buono e diffondere un aggiornamento telefonico non ufficiale? Vi rendete conto che la comunicazione che avete deciso di diffondere ai blog ha disegnato uno scostamento in positivo di 30 casi? Vi rendete conto che questa pandemia ha anche delle implicazioni psicologiche? Che i cittadini hanno paura?
    Non biasimate chi vi critica e ascoltate chi vi da buoni consigli.
    Ps. Tutti fino a prova contraria hanno diritto di esistenza e di PAROLA.

  2. toto' ha detto:

    Ridicolo quanto detto ed affermato. Se nessuno si fosse accorto e portato a conoscenza di tutti dell’errore nella comunicazione del dato dei positivi del 30 novembre in N. 85 anzichè il dato corretto di 58, rilevato da un “comune” cittadino ( nel senso di cosa molto diversa da una pubblica amministrazione che deve avere e fornire dati certi a garanzia sopratutto del panico che può causare il falso allarme dato dal nuovo incremento dei positivi) tutto sarebbe passato inosservato. Ma quale “massima attenzione” ma mi faccia ridere, mi faccia il piacere di smetterla. Sempre ad arrampicarsi sugli specchi e scaricare su altri le proprie colpe ed i propri errori.

  3. Luca Barreca ha detto:

    Gent.Le Sindaco purtroppo lei scambia la richiesta di chiarimenti con la polemica. La tabella é illegibile, io consiglio di cambiarla e penso di avere le carte in regola per consigliarlo. Poi se ogni volta si deve buttare in caciara faccia pure

  4. Francesca Cicero ha detto:

    Ma come si può ancora tollerare questo modo di agire? Come si può ancora ricevere accuse di “esistenza in vita “ dal primo cittadino se si fanno solo educate e opportune domande? Cosa dobbiamo fare per avere tabelle
    Leggibili e chiare per la sicurezza e la serenità di tutti i cittadini? Quella fin oggi era una tabella chiara? Dopo averla vista e trovate tutte le incongruenze, cosa avremmo dovuto fare? Tacere? È davvero così difficile a Castelbuono ottenere risposte valide a domande precise, o quello a cui non si vuole rispondere viene derubricata a polemica o attacco politico?. Il Sindaco lo sa meglio di tutti, tutto è politica, per questo bisogna che l’amministrazione risponda correttamente alle domande e che, una volta per tutte, renda chiare e leggibili le tabelle.

  5. anna ha detto:

    Non avendo argomenti ci si arrampica , e il nostro n 1 sta diventando un esperto di arrampicate . Stassi attenti ca si sciiddica.

  6. remagio ha detto:

    certificare la sua esistenza …..ma un sinnacu accussi po parrari forse l’unico che deve certificare la sue esistenza insieme alla corretezza e alla garbata espressione e propio lui ,chi siemi e tiempi i mussolini ca nuddi putieva contrariari in democrazia il confronto la critica sono fondamentali ricordatilli mariu’!!ma che abbiamo fatto di male per meritarci tutto questo Bhooo ,semu pessi

  7. Certificato ha detto:

    Chi non crede o non obbedisce ai comandamenti del capo deve certificare la propria esistenza.
    Se avere ed esprimere una propria opinione significa per qualcuno certificare la propria esistenza, allora sono orgoglioso di certificarla. Un sindaco (o chi per lui) usa questo linguaggio, non è degno di ricoprire questo ruolo. Ancora 18 mesi e poi speriamo che questa vergogna finisca definitivamente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.