Anna Maria Cangelosi, il progetto politico della Costituente per la Castelbuono di domani

Forse ti piacerebbe leggere...

3 Commenti

  1. Paesano ha detto:

    Carissima professoressa,
    è indubbiamente encomiabile il suo sostegno dato con tanto ardore e coraggio…onestamente la vedo dura perché’ il buon Cicero, sindaco uscente, i suoi elettori li ha saputi tener buoni e cari e sempre secondo me, per mandarlo a casa doveva candidarsi uno solo già due son troppi… ad ogni modo nella speranza di sbagliarmi e di essere rappresentato da Lei le faccio i migliori auguri!

  2. Bontà del progetto ha detto:

    Encomiabile l’entusiasmo, la determinazione, la bontà del programma, l’ottimismo, il coraggio in uno scacchiere che si presenta arduo.
    Chi lotta può perdere, chi non lotta ha già perso.
    Spero che gli elettori sappiano vagliare bene, in ogni caso va tutta la mia ammirazione e l’augurio che possa concretizzarsi questo progetto.

  3. Nicolo Piro ha detto:

    Attendiamo proposte serie, Signora Cangelosi. P.e.: 1.Acqua potabile proveniente da una efficiente centrale diraccolta e depuraziione da immettere in civile rete idrica urbana ed extrurbana; Un serio Piano di Sviluppo, Pianificazione urbana e territoriale; 2. Un eccellente Piano di rigenerazione urbana che prevede la demolizione di edifici immibiliari urbani a schiera fatiscenti con muri contigui altrettanto fatiscenti in comune in guisa che nel caso di un potente “trantiliuni” (Castelbuono è di Cl. simica 2) una immobile tirerà l’ altro, e al loro posto case
    “belle, economiche e sicure” (è la la proposta della Casa BES – bella, economica, sicura -, risultato di unamia lunga
    e attenta ricerca abitativa; 3. Un PRG e paesaggistico cimiteriale, come previsto da una apposita legge nazionale, che preveda anche piccolissimi lotti di terra da 1×1 m per consegnare urne cinerarie alla nostra Madre Terra, come avviene oggi in tutti i paesi civili del mondo; 4. Che sia il prossimo sindaco/essa a rimettere al mittente il sedicente progetto per la costruzione della Scuola “F. Minà Palumbo” avendo cura di predisporre che se di nuovo progetto si tratterà, questo dovrà coinvolgere un rappresentante qualificato della struttura scolastica e la partecipazione dei cittadini, etc. Pertanto niente sbavature e richiami a Mattarella, Signora Cangelosi, nel caso che . . .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.