CASTELBUONO si RACCONTA  tra concorso e progetto di recupero

Forse ti piacerebbe leggere...

3 Commenti

  1. a conti fatti ha detto:

    Potrebbe raccontare l’idea geniale delle artistiche piantane e dei bus navetta dove non fu mai vista anima viva a bordo. Una barca di soldi gettati via. Assieme a quelli degli asini, dei totem, delle palme sopra il ponte, della lotteria: LA LOTTERIA! Un elenco interminabile. Se si mettessero insieme i soldi che in venti anni sono stati bruciati per cose inutili si troverebbe che avremmo potuto comprare tutta l’Italia!!! Senza contare quanto costerà città creative dell’Unescu.

  2. Resa dei conti ha detto:

    Questa della candidatura UNESCO è la più grande stupidaggine che si poteva pensare e quella che ci costerà di più.
    Non abbiamo nessuna chance per vincere. Ma qualcuno dovrà pur rendere conto di tutti questi soldi buttati al vento, ah se ne dovrà rendere conto!
    E non sono solo quelli dati (e da dare) all’agenzia BIA di Milano, ma anche tutti i soldi spesi per viaggi, pranzi, cene, cartelloni (asini compresi) e cartoline
    Guardate qui:
    https://www.comune.castelbuono.pa.it/castelbuono/mc/mc_p_ricerca.php?mittente=&oggetto=Unesco&numero=&tipo_atto=&data_dal=&data_al=&datap_dal=&datap_al=&sto=1&servizio=
    e pure qui:
    https://www.comune.castelbuono.pa.it/castelbuono/mc/mc_p_ricerca.php?mittente=&oggetto=Unesco&numero=&tipo_atto=&sto=&servizio=
    E siamo solo all’inizio. A fine anno, dopo che saremo sicuramente esclusi, tireremo le somme.

    • Antonio ha detto:

      E’ apparso evidente a chi aveva abbastanza cultura e esperienza da capire, ed era libero di poter liberamente parlare. Una delle peggiori conseguenze ed eredità del ventennio, quello castelbuonese, è che le voci libere sono ridotte al silenzio tramite mirate azioni social, mediatiche, ecc. Sarebbe opportuno davvero pter parlare della reale libertà di parola che ci sta al paese. Adesso si parla di profluvio di strisce blu, si ode un silenzio assordante. Le voci libere se ne sono andate via, o dopo qualche “trattamento” mediatico si schifano e lasciano perdere. il resto della cittadinanza tace, chi per interesse di pagnotta chi per comodo futuro. mia opinione strettamente personale, ogni riferimento a fatti o persone è puramente casuale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.