Accademia dei Curiosi: rassegna di film per bambini dai 6 ai 12 anni

Forse ti piacerebbe leggere...

9 Commenti

  1. curiosetto ha detto:

    Certo che questa accademia dei curiosi fa un comunicato al giorno….e quando non esisteva questa accademia come si faceva a vivere in questa comunità?

  2. pino ha detto:

    se possibile sarebbe di interesse capire se l’iniziativa sia di natura imprenditoriale ovvero di volontariato

  3. Giuseppe ha detto:

    E cosa cambia?
    Volontariato o imprenditoriale l’importante è che si faccia qualcosa per innalzare il livello culturale di Castelbuono, che negli ultimi decenni è caduto molto in basso. E loro c’è la mettono tutta.
    Complimenti all’Accademia dei Curiosi, buon lavoro!

  4. pino ha detto:

    cambia profondamente rispetto agli obblighi di legge, si informi

  5. portatori di cultura ha detto:

    Caro Giuseppe se la cultura e’ così in basso a Castelbuono la responsabilità e’ di coloro che hanno avuto ruoli.
    Una di essi oggi è al vertice di questa Accademia.

  6. Giuseppe ha detto:

    Ci informi Lei. Quali obblighi?

    • pino ha detto:

      ascolti non ho alcuna voglia di farmi coinvolgere in un “flaming” con chicchessia.
      non so che faccia o di cosa si occupi, nè mi interessa.
      qualora si tratti di pubblico esercizio la Legge prevede obblighi fiscali, di idoneità dei locali, che evidentemente non sono più una civile abitazione, e di corretto inquadramento giuslavoristico dei prestatori d’opera e dipendenti. ovviamente siamo in un paese a legalità limitata, e uno può aprire un’attività di molitura uve senza licenza, o con una licenza diversa, stessa cosa dicasi per molitura olive, palestre sparse in giro per le quali non è stata effettuata alcuna variazione di destinazione d’uso…ecc.ecc.
      in ultimo, e mi risparmi accorate repliche da pasionaria, sappia che la tassa rifiuti che paga un pubblico esercizio, risulta al metro quadrato, più alta di quella che paga una civile abitazione.

    • pino ha detto:

      ah dimenticavo i film per proiezioni uso pubblico prevedono SIAE diversa da quelli per proiezione privata.per il resto attività di doposcuola perfettamente legittima, non ho niente contro nessuno a scanso di equivoci

  7. Giuseppe ha detto:

    Grazie dei chiarimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.