24 Febbraio 1819: il terremoto di Castelbuono

3 Commenti

  1. Sandro Morici ha detto:

    Un ringraziamento alla Redazione di Castelbuono Live per l’operosità nel ricordare eventi storici che hanno interessato il ns. territorio

  2. Filippo Botta ha detto:

    Da notizie acquisite è bene ricordare come in quegli anni le scosse hanno fatto crollare l’ultimo piano del Castello ed una parte della Matrice nuova.

  3. Massimo Genchi ha detto:

    A me pare che quella dell’ultimo piano del castello crollato in occasione dello sciame sismico del 1818-19 sia una delle tante leggende che circolano in paese, dal momento che le cronache di quei giorni, curate da illustri personaggi dell’epoca, trascurano quello che – se fosse stato vero – non sarebbe stato di certo un semplice dettaglio.
    Infatti, né nel celebre “Rapporto del viaggio alle Madonie in occasione dei tremuoti colà accaduti nel 1818 e 1819” di Domenico Scinà, né nel dettagliatissimo articolo attorno alla cronologia dei terremoti delle Madonie, pubblicato da Minà Palumbo nel 1858, si parla del crollo dell’ultimo piano del castello. I campanili della Matrice nuova, invece, rimasero fortemente danneggiati ma caddero solo perché i tecnici dell’epoca sbagliarono l’intervento tendente a salvarli. Anche allora le cose andavano in un certo modo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.