A Rimini la prima uscita ufficiale del Consorzio Turistico Madonie e Himera

38 Commenti

  1. Giuseppe ha detto:

    Attendiamo con ansia l’udienza del 16 maggio prossimo , a meno che i ricorrenti Franco Scancarello, Antonio Mangia, Angela Macaluso, Mario Castiglia e Luciano Luciani, non riescano a far anticipare l’udienza poiché, a parer loro, nelle more del processo si ritiene “plausibile il compimento da parte dell’attuale C.d.A. del Consorzio, di ulteriori immotivate violazioni regolamentari e statutarie, soprattutto ai danni di tutti i consociati”.
    Nel mentre siamo costretti a subire deliranti comunicati a suon di ragli d’asino e di ululato di lupi.
    Ma da semplice cittadino, malgrado tutto, ho ancora fiducia nella magistratura e anelo che il processo sia celebrato da giudici non politicizzati; spero quindi che riescano a strappare il Distretto Turistico alla politica delle inutili passerelle e ridarlo in mano a gente più qualificata, come lo sono i veri imprenditori turistici. Il nostro comprensorio non può essere venduto come delle patatine. Sono ben altre le competenze richieste per la sua meritata valorizzazione. E queste capacità la politica non ce l’ha! La politica è capace solo di creare inutili carrozzoni per elargire compensi immeritati a gente che non ha le giuste competenze.

  2. elettore ha detto:

    Semplicemente delirante, da cafoni e da incompetenti. E’ con questi appelli che sperano di attirare i turisti ????? cose che si dicevano negli anni ’60 per i tedeschi, francesi,svedesi, etc… altri tempi.

    • Lupus in fabula ha detto:

      Effettivamente fare l’amore dentro le nostre strutture ricettive tra il cinguettio degli uccelli prima che suGestivo e forse anche poligamico è molto fantasioso e assai ricco di doppi sensi, che tanto piacciono al presidente. Certo che se gli uccelli non cinguettano sono guai seri.
      Qualcuno dei suoi amici più vicini, però, si faccia carico di informare il presidente che l’ululato dei lupi sulle Madonie non si sente da più di un secolo (ma il presidente in preda come sempre a deliri di onnipotenza in quel momento certamente pensava di essere a capo anche del distretto turistico della Marsica). Invece , il raglio degli asini lo possiamo ascoltare e molto spesso anche leggere.

      P.S. ma che diavolo significa “contaminatevi con le nostre genti”? che siamo forse affetti da qualche malattia contagiosa?

  3. Castelbuonesi nel mondo ha detto:

    È più importante il riconoscimento del presidente Mattarella al castelbuonese Marannano come cavaliere della Repubblica che questa pagliacciata.
    Quello si è da pubblicizzare non un carrazzone costruito per fare campare qualcuno.

  4. Angela Macaluso ha detto:

    Non so chi sia il Sig Giuseppe ma condivido appieno il suo pensiero
    Uno strumento importantissimo come il Distretto Turistico delle Madonie va messo in mano agli Imprenditori del Settore .. Avevamo uno dei più conosciuti manager del turismo siciliano alias Antonio Mangia in grado di fatturare milioni di euro e movimentare migliaia di presenze e lo abbiamo messo in disparte .. Povero territorio

    • Giuseppe ha detto:

      Gent.ma Sig.ra Macaluso, mi fa tanto piacere e mi rende tanto onore vedere il mio pensiero di semplice cittadino avulso dalla politica e dalle vicende pubbliche, condiviso da un esperto qual’è invece Lei.

  5. Giovanni Meli ha detto:

    La conoscenza, l’amore, la passione, l’entusiasmo di Mario Cicero serviranno a far conoscere tutta la potenzialita attrattiva del nostro territorio. Il valore aggiunto di tutto questo non sono i grandi alberghi…ma tutto quello che è rappresentato dal fascino dei nostro centri storici, dalla gastronomia tipica, dalla biodiversità, dai grandi attrattori culturali….e tutto questo esiste alle spalle della splendida Cefalù. Non può esistere sviluppo senza la destagionalizzazione che può essere attivata soltanto se si comprenderà che tutto questo enorme potenziale deve essere reso fruibile. Il distretto nasce come distretto e si è chiamato così..perché questi sono gli obbiettivi. Se si da per scontato questo..poche persone possono vantare l’esperienza e la conoscenza del nostro Presidente. Se al contrario qualcuno pensa che il distretto dovesse essere al servizio esclusivo di Cefali e dei suoi alberghi….credo che non abbia capito il senso…lo scopo…gli obbiettivi….

  6. Reddito zero ha detto:

    “La conoscenza, l’amore, la passione, l’entusiasmo di Mario Cicero” – con un solo comizio – sono serviti a farle perdere le elezioni con 300 voti di scarto. Una infinità per Collesano. Nessuno avrebbe potuto fare meglio del nostro eroe il quale dove si mette fa sette.

  7. santino leta ha detto:

    Ma questo non è un Distretto Turistico ..è un SuperEden :fare l’amore con il cinguettio degli uccelli, l’ululato dei lupi e, dulcis in fundo , il raglio degli asini ( animali noti per le molteplici virtù non ultima quella di essere super dotati ) . Ma si che veniamo …il tempo di prenotare il primo volo possibile e saremo da voi … che eccitazione !!!! Adamo ed Eva (stanchi della solita minestra )

  8. meritocrazia ha detto:

    Marino si è dimesso per i viaggi e i rimborsi spesa ed era il sindaco di ROMA.
    E non era in viaggio ogni settimana dal lunedì al venerdì.

    Perché non rendere pubblici i rimborsi soesa dei nostri amministratori? ALTRO che Marino…..

    P.S. obiettivi con 1 b si scrive…..

  9. Giovanni Meli ha detto:

    P.S. stai dicendo una grande cazzata. Se dovesse valere la regola della meritocrazia…qualcuno dovrebbe impedirti di uscire per strada. Le offese gratuite e le illazioni, nascoste da “meritocrazia” evidenziano il livello della tua piccola persona.

  10. Giovanni Meli ha detto:

    Facebook Twitter Google+ Feed RSS
    Home > La posta del professore
    ‘Obiettivo’ Vs. ‘Obbiettivo’

    23/03/2012
    Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail
    Esimio Professore,
    potrebbe gentilmente togliermi il dubbio che mi attanaglia? Si scrive ‘obiettivo’, ‘obbiettivo’ o in entrambi i modi?
    Certo di una sua risposta cordialmente ringrazio.
    Stefano

    Caro amico,
    entrambe le varianti sono corrette come vede dagli esempi che seguono:
    Si dubitava in Inghilterra della esistenza dei satelliti scoperti da Cassini, ma nel 1718 M. Pound avendo fatto elevare al di sopra del campanile della sua parrocchia un eccellente obbiettivo, che Hughens avea donato alla Società Reale di Londra, li osservò tutti insieme con quello, che era stato scoperto da Hughens, e furon verificati gli elementi della lor teoria.
    (Leopardi, Storia dell’astronomia)

    • Obbbiettivo ha detto:

      Gentile glottologo, ha dimenticato di riportare la parte finale della risposta di Enriques: “L’uso moderno tende a preferire la variante obiettivo e perciò lo Zingarelli la registra per prima”. Ciò naturalmente non toglie che obbiettivo non è errato.
      Mentre è errato Hugens, anche se è stato Leopardi a scriverlo. Si tratta invece di Christiaan Huygens (1629-1695)

  11. Vincenzo ha detto:

    Puro delirio. I lupi? Gli asini? Ma finiscila!!!

  12. Elettore Castelbuonese ha detto:

    E’ stato sicuramente un grande evento la fiera di Rimini, il territorio delle Madonie insieme al territorio di Imera si sono presentati e hanno esposto un enorme e grandissimo stand , con mega schermi che proiettavano tutte le bellezze del territorio,con uomini elegantemente vestiti,(data l’occasione di grande immagine)
    Aspettando il Mondo.
    Il mondo ci guarda,il mondo ci invidia ,il mondo vuole sentire il cinguettio dei nostri uccelli.il mondo vuole sentire il raglio dei nostri Asini, il nostro territorio e e rimane l’ombelico del mondo.
    Pensate che al giorno d’oggi c’è gente che crede a queste scemenze?

  13. Vincenzo ha detto:

    Un inutile spreco di denaro pubblico, che potrebbe essere utilizzato meglio. Una sola parola: VERGOGNA

  14. Giovanni Meli ha detto:

    Ecco perché siamo molto indietro..la critica strumentale è distruttiva. Credo che chi parla così dovrebbe avere il coraggio di farsi avanti e proporre le soluzioni…Voi infatti sapete tutto e siete i detentori ufficiali di tutto quello che sarebbe giusto fare..dell’onestà intellettuale..delle soluzioni…Io saprei come spendere sicuramente meglio il denaro pubblico utilizzato…un bel biglietto aereo per imbarcare voi e spedirvi il più lontano possibile.

  15. Giovanni Meli ha detto:

    Ma quanta attesa..abbandono. Buon lavoro.

  16. Levatemeli di torno ha detto:

    Prima “qualcuno dovrebbe impedirti di uscire per strada” ora “un bel biglietto aereo per imbarcare voi e spedirvi il più lontano possibile” ma che campione di democrazia e di tolleranza!!! Ma quando era sindaco si esprimeva pure così con i suoi oppositori? Era pure così insofferente?

  17. Giovanni Meli ha detto:

    ultima cosa… Se mi sarà data la possibilita di pubblicare….se le cose andranno come io penso….Mario Cicero, sarà il nuovo Sindaco e quel biglietto sarà l’unica possibilità per evitare un esaurimento nervoso.

  18. Reddito zero ha detto:

    Già nella scorsa primavera le cose non sono andate come lei pensava. Quindi in quanto a previsioni lei non è proprio un portento. Se anche fra due anni le sue predizioni dovessero malauguratamente rivelarsi un fiasco, niente paura. Possiamo sempre fare un altro distretto.

  19. Giuseppe ha detto:

    Signori, scusate.
    C’è qualcun altro, oltre al Sig. Meli, che valuta positivamente il comunicato del presidente?
    Perché se è così si denota uno scollamento tra i politici ed i semplici cittadini veramente incolmabile.
    Se l’unico apprezzamento positivo arriva solo da un ex collega sindaco, la cosa è veramente grave. Significa che i politici non rappresentano più i semplici cittadini, ma costituiscono una casta a parte, che fa corporazione esclusivamente per salvaguardare i propri privilegi, soprattutto economici.
    Attendo una convincente smentita 🙂

  20. Giovanni Meli ha detto:

    Lei commette un grande errore a mio modestissimo avviso…Mario Cicero è stato fortemente voluto dai privati..chi voleva altro erano Sindaci del territorio e ex politici in cerca di nuova visibilità. Disponibile se volete a dialogare con serenitá…. Io leggo quello che scrivete e come lo scrivete. Alcuni commenti si nascondono dietro l’anonimato e nonostante tutto vengono pubblicati. Il confronto deve essere aperto, costruttivo, leale e questo spazio dovrebbe servire non a lanciare accuse infamanti e ripeto…anonime. Castelbuono è una vera perla e orgoglio di tutti i madoniti e non mi sarei mai aspettato tanta acredine distruttiva. Ognuno ê libero di pensarla come vuole…ma Mario gode di grande stima e tante persone che hanno deciso di vivere e lavorare in questo territorio hanno dimostrato di avere tanta fiducia in lui…credo che dovete prendere atto di questo…

  21. Marco ha detto:

    Da cittadino Madonita e castelbuonese, viste le espressioni usate su questo blog da un ex (per fortuna) sindaco, non posso che augurarmi che alla prossima tornata elettorale in tutti i comuni ci si ricordi dell’arroganza dei politici di professione. Ogni altro commento è superfluo! Si vergogni!

  22. Giovanni Meli ha detto:

    Rispetto a quello che lei chiama casta…io sono un piccolo artigiano…innamorato del mio territorio e qui ho deciso di vivere a far crescere i miei figli. Ho voluto dare il mio modestissimo contributo e ho così deciso di accettare un incarico di responsabilità. Adesso sono tornato al mio lavoro, alla mia famiglia, alla mia vita e mi viene da sorridere se qualcuno mi accusa di essere casta politica. Credo invece che se ognuno di noi provasse a dare quello che può…se ognuno di noi provasse a non giudicare ma a mettersi in gioco, evitando facili critiche o giudizi affrettati.. forse oggi la storia da raccontare sarebbe diversa.

  23. Elettore Castelbuonese ha detto:

    Pregiatissimo EX sindaco di Collesano,quando il suo innamoramento sarà terminato e guarderà il tutto da un altro punto di vista , si renderà conto anche lei che il sole non nasce da Campofelice ,e non tramonta da Collesano.

  24. Giovanni Meli ha detto:

    Con il dovuto rispetto….credo che la risposta non sia pertinente. Io provavo a dire altro.. .

  25. Giovanni Meli ha detto:

    Scutemi….ho invaso il vostro spazio. Viva Castelbuono.

  26. Giovanni Meli ha detto:

    Scusatemi….ho invaso il vostro spazio. Viva Castelbuono.

  27. Tabbarani ha detto:

    Gentile sig. Giovanni Battista Meli,
    mi celo dietro uno pseudonimo per lo stesso motivo per cui in Parlamento, quotidianamente, politici anche vicini a lei consumano le loro sconcezze trincerandosi dietro il voto segreto senza che lei si indigni. Ma anche perché in tutto il mondo internettizzato i commenti sui blog sono in larga parte anonimi. Piaccia o no, appartengo a quella categoria, peraltro ampiamente sdoganata, che, come ha detto un indigeno comunicator-maker, non ci mettono la faccia ma, a differenza di quest’ultimo e di molti altri a lui affini, con la politica ci ha rimesso la parte diametralmente opposta alla faccia.
    Gentile sig. Giovanni Battista Meli, lei non si può arrogare il diritto di affermare “Io leggo quello che scrivete e come lo scrivete” perché fino a prova contraria è stato lei a uscire immediatamente fuori dai binari della discussione dimostrando poco aplomb politico che invece, chi ha amministrato, dovrebbe avere anche quando, finito il mandato, torna al “lavoro usato”.
    Lei ha cercato di dire cosa? (e, soprattutto, come?) Che la persona che lei sponsorizza e per la quale nutre un’ammirazione sperticata, ma si renda conto che questo è un discorso privato, sia la soluzione dei problemi del territorio? Io personalmente ritengo che il nostro sia un territorio da riconsegnare all’agricoltura, alla pastorizia e all’artigianato più che al Parco, alla Sosvima al GAL e ai vari distretti turistici e organi parassitari presieduti da questo o da quello (in verità sempre da questo) che andrebbero immediatamente aboliti.
    A proposito: bella questa cartellonistica relativa alla Targa Florio, non c’è che dire: altre 350 bisacce di euro andate in fumo.
    Gentile sig. Giovanni Battista Meli, ma lei ritiene che la Val Senales o la Val Gardena abbiano bisogno di un distretto turistico o baggianate del genere per avere una economia che gira? Virtuosa, come dice il suo presidente?
    Lì, la gente che ama il territorio lavora, non cerca di sbarcare il lunario con acrobazie e trovate che sono semplicemente meschine, patetiche e fanno vergognare non tanto chi le mette in pratica ma chi è costretto ad osservarle. Ma ormai è questo il Sistema Italia (altra felice espressione di conio presidenziale) e chi non ha né arte né parte entra in politica e nel suo sottobosco e difende quel suo lembo di territorio con le unghie e con i denti. Difficilmente ne uscirà più (vivo verrebbe da dire). Alla faccia della dignità della persona, alla faccia di quella che una volta si chiamava etica politica.
    Io da tempo sostengo che, paradossalmente, il più grande tumore della democrazia sia il suffragio universale, non perché abbia sancito il godimento dei diritti politici da parte di questa o quella classe sociale ma perché, in questo modo, si sia consentito di esercitare il diritto di voto anche a chi dalla politica è lontano mille miglia e non disdegna di vendere il proprio consenso con la stessa facilità con cui mette in vendita il proprio corpo chi esercita il mestiere più antico del mondo. Allo stesso modo, chi ha un lavoro o chi lo persegue dignitosamente, subendo anche le umiliazioni e i soprusi che inevitabilmente infliggono i lavori più umili, non può sopportare che oggi, sistematicamente, il nullafacente sbarchi in politica. Chi ritiene che il lavoro rende liberi, emancipa, chi nella sua vita non si è mai rassegnato finché non lo abbia trovato, non può tollerare che le sorti di una comunità, di una nazione, siano rette da individui che hanno un solo obiettivo: sopravvivere.
    Lei che è un artigiano, e non un trapezista della politica, rifletta e si renda conto che se vogliamo uscire da questa palude, nella quale un manipolo di lestofanti vorrebbe mortificare e prevaricare i molti galantuomini, per prima cosa bisognerebbe dotarsi di uno strumento legislativo semplicissimo in base al quale solo chi supera un certo importo ISEE può ricoprire posti di amministratore. Per gli altri, fin da subito, si aprano le porte del reddito di cittadinanza e dei lavori socialmente utili. Ne trarrebbero enorme beneficio i nostri territori, dilaniati dall’inettitudine pluridecennale dei politicanti, cioè degli scioperati di ogni colore politico.

  28. Giovanni Meli ha detto:

    Le battaglie quando si vogliono veramente fare e soprattutto quando si vogliono veramente cambiare le cose…si deve avere anche il coraggio e uscire fuori, metterci la faccia e sostenere con forza i propri ideali, le proprie idee….tutto questo non può essere messo in atto nascondendosi dietro l’anonimato. Sono tante le cose che io condivido ad esempio del vostro movimento 5 stelle, ma questi ragazzi in parlamento e in senato, hanno il coraggio in pubblico di affrontare,quelli che erroneamente sono considerati mostri sacri della politica e per questo sono da ammirare…anche quando in qualche occasione esagerano e possono sbagliare…..ma bene così…ci mettono la faccia. Per questo mi permetto di esprimere il mio giudizio di non condivisione del vostro metodo di confronto. Io caro amico mio…non ho tessere di partito, in libertà osservo, giudico e valuto quello che accade e lo faccio con la consapevolezza di sapere che le convinzioni debbano essere sostenute in pubblico a viso aperto…. se si vuole veramente dare un contributo di crescita e di vero cambiamento.

    • Tabbarani ha detto:

      Ma quali grilli, ma quali stelle, ma quale abbaiare alla luna. Risponda nel merito: è morale che uno di mestiere faccia il politico? E’ morale che un metalmeccanico debba andare in pensione dopo morto con un compenso che offende la dignità dell’uomo e Vendola, per es., sia andato in pensione a 57 anni con una retribuzione non da nababbo ma da presidente di corte di cassazione? Lei su queste cose deve rispondere visto perché è con gente che insegue questi miraggi che lei spera di cambiare le cose. Fin quando la scena politica sarà invasa da personaggi del genere, si ringrazia ma si declina l’invito a comparire. Abbiamo di che mangiare a casa nostra.

  29. Giordano Bruno ha detto:

    “solo chi supera un certo importo ISEE può ricoprire posti di amministratore. Per gli altri, fin da subito, si aprano le porte del reddito di cittadinanza e dei lavori socialmente utili.”

    Ma frase anti democratica da casta e razzista credo sia stata espressa in questo Blog.

    Non sono un sostenitore dei sistemi politici e dei carrozzoni creati dalla classe politica cui sopra. Ma trovo la sua affermazione di una gravità inaudita. La Politica quando è al servizio del cittadino deve essere fatta dal cittadino capace che abbia o meno un reddito importante.

    Qua il problema nn è sapere chi scrive ma cosa! Perché affermazioni come le sue sono pericolose a mio avviso!

  30. Tabbarani ha detto:

    Importante lo ha detto lei. In Italia la politica nelle mani di gente che non ha un lavoro ha prodotto effetti che solo lei non vede.

  31. Giuseppe ha detto:

    Gent.mo Sig. Meli,
    non ha invaso nessuno spazio. Il web è di tutti.
    Anche se la penso in modo diametralmente opposto, La ringrazio per aver animato la discussione con un parere diverso da tutti gli altri ed aver rotto così la monotonia di una valanga di commenti, tutti negativi. E poi, se non lo difende Lei quel Povero Cristo, non lo difende più nessuno, neanche i suoi vecchi compagni.

  32. Tutti a casa ha detto:

    Felice del fatto che il sig. Meli si occupi di nuovo solo della sua famiglia.
    Mi auguro che presto altri tornino ad occuparsi solo delle loro famiglie.
    Non si può esser donne ed uomini per tutte le stagioni o per qualsiasi incarico.
    Anche perché se si è stati classe dirigente per un ventennio e il sud e le madonie sono sempre più arretrati la colpa non può esser sempre e sola degli altri.

  33. Raffaella ha detto:

    Com’è bello far l’amore da Castellana in giù,
    com’è bello farlo sempre fino a Cefalù.
    Tanti auguri, buuum, a chi voti più non ha
    Tanti auguri, buuum, e fa campagna elettora’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.