Amare vuol dire non dover mai dire mi spiace

Forse ti piacerebbe leggere...

3 Commenti

  1. Daniele ha detto:

    Bravo Paolo, finalmente qualcuno ha fatto chiarezza con dei semplici grafici!

  2. Dolcemente ha detto:

    Non credo che coloro i quali sono i destinatari dei grafici riescano a comprenderli: hanno i salami sugli occhi. Sarà magari salame dolce al cacao, ma sempre di salame si tratta

  3. Sergio Barreca ha detto:

    Per prima cosa un plauso a Paolo per il suo coraggio nell’aver fatto luce su un tema tanto delicato e importante al tempo stesso.
    Personalmente ritengo sia diventato ormai improcrastinabile, da parte di chi ci governa, rispondere a tutti coloro che si chiedono da chi sia composto il famigerato paese “reale”.
    Ogni istanza in tal senso è rimasta disattesa. Eppure il paese “reale” continua ad essere invocato in ogni occasione.
    La soluzione ai problemi, compreso quello dello spopolamento, può passare anche attraverso il contributo di chi non è gradito o accreditato agli occhi di chi ci amministra. Basta porsi nella condizione di ascolto attivo. Ammesso che ci sia la volontà di farlo.
    Chi, me compreso, continua a sollevare voci, a manifestare dissenso, ad esprimere pareri lo fa non di certo per un pressoché inesistente momento di “gloria” ma quanto piuttosto per fornire il proprio gratuito contributo a favore del nostro amato paese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.