Buonfornello, sequestrati 2270 kg di tonno rosso in cattivo stato di conservazione

Forse ti piacerebbe leggere...

2 Commenti

  1. Vincenzo Vignieri ha detto:

    La scelta dei fornitori è parte integrante della responsabilità sociale delle imprese, inclusi i ristoranti. Così come avviene quando in una ricetta è impiegata materia prima di qualità, proveniente dal territorio o frutto di produzione etica (e.g., slow food, bio e marchi simili), sarebbe segno di civiltà portare a conoscenza dei consumatori quali ristoranti questi sprovveduti erano pronti a rifornire. Atteso che è evidente che se non fossero intervenute le forze dell’ordine, la consegna sarebbe andata a buon fine.

  2. chiacchiere ha detto:

    tu pensi che u paisi sia lontano da queste logiche? tutto bio? tutto km ziro?
    Come no! il mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.