Castelbuono, acqua sporca dai rubinetti. La nota dell’amministrazione comunale

Forse ti piacerebbe leggere...

14 Commenti

  1. Acquaiolo ha detto:

    Questa volta, ma la volta scorsa quando aveva dato la colpa ai dipendenti non era a conoscenza da cosa scaturiva il problema. Ma non è forse lui che si sente un esperto di adduzione idrica, di reti, e di tutto quanto riguarda l’acqua. Si potrebbe ironizzare che solo ora a scoperto l’acqua calda!!! Ma la smetta di trovare una scusa per ogni inefficienza che si sta verificando durante la sua amministrazione della cosa pubblica, capisca una volte per tutte che non è cosa sua, che ha sempre sbagliato a cominciare dalle scelte di attorniarsi di persone poco competenti, accondiscendenti e riverenti, in maniera da non avere dissidi e critiche interne. Per l’ennesima volta purtroppo siamo noi cittadini a sorbirci l’acqua sporca, torbida ed inquinata e sono convinto che questa ultima trovata sia l’ennesima bugia, perché cari concittadini l’acqua non è solo sporca, non è solo terriccio, se guardate i vostri serbatoi è visibile che c’è dell’altro.

  2. La favola ha detto:

    La colpa è sempre degli altri ovviamente , la sua amministrazione è quasi una vittima del passato .Caro sindaco non incanti più , mi chiedo cosa hai fatto in questi ultimi 30 anni che sei stato al potere? Ammette cari cittadini che non ha mai fatto un intervento di controllo , o di manutenzione . Le favole raccontale ai bambini

  3. E Osanta(nnuzza) nell'alto dei cieli ha detto:

    Anche il padreterno è contro l’amminstrazione.
    E la colpa oltre che sua, che fa piovere, è di tutte le amministrazioni degli anni 80 ma attenzione! di tutte quelle antecedenti al 1985.
    Perché dall’anno domini 1985 in poi abbiamo avuto l’essere perfettissimo. Siamo stati baciati dalla buona stella.
    Oh Signore, tu che tutto puoi fa in modo che il perfettissimo l’anno prossimo venga eletto di nuovo. Avà!

  4. Alex ha detto:

    Non ci sono parole …..solamente una
    VERGOGNOSO !!!! da terzo mondo.
    Sta per arrivare la bolletta acqua…. ci fanno pagare l’acqua ” fitusa” non paghiamola.

  5. Al comando ha detto:

    Purtroppo altri hanno fatto peggio. Per chi ha la mente libera e i ricordi lucidi, ricorderete l’acqua non potabile per una settimana. E non c’era questa amministrazione al comando……..

    • Mente lucidissima ha detto:

      Il Sindaco Tumminello, quando l’acqua non è stata potabile ha emesso un’ordinanza a norma di legge, come era giusto e come prescritto dalle norme. Il Cicero invece al massimo fa un alert per telefono, ignorando le norme e le leggi.

  6. Vincenzo P. ha detto:

    Il vero problema è che si dimenticano le priorità del paese. L’acqua e la rete idrica deve essere la priorità n. 1. Feste, striscie pedonali, ed immondizia (comunque gestibile) vengono dopo. Per non parlare dei contatori acqua nuovi e della scuola media, vere idiozie. Viene prima il Passetto …prima che frani. Purtroppo né la presente ne’ le passate amministrazioni non hanno fatto abbastanza su questi temi, ma quello che è peggio e’ che non hanno ancora capito quali sono le vere priorità del paese !!

    • Antonio ha detto:

      Le priorità del paese sono nell’ordine:
      -TAVULINA
      -eventi enogastronomici che è CULTURA non rubata dai libri
      e tutto quanto connesso al soddisfacimento dello zoccolo duro di elettorato baristico ristoratorio

  7. Ti piacerebbe restare al comando ha detto:

    È successo solo una volta. Non era fango come accade REGOLARMENTE adesso. Era stato solo un problema di clorazione non riconducibile al sindaco di allora che non si occupava personalmente come l’attuale della gestione dell’acquedotto (a quel sindaco non serviva questa scusa per utilizzare quotidianamente i mezzi del comune, usava sempre i suoi).
    Ebbene, quell’unica volta, avete organizzato una rivolta popolare, con decine di vostri supporter davanti il municipio a protestare perché in prossimità delle elezioni. Ma con quell’acqua non potabile ci si poteva almeno lavare. Adesso, con l’acqua tirata dal fiume dal tuo sindaco, non possiamo neppure tirare lo sciacquone del cesso per non sporcare la tazza e non ci possiamo neppure lavare. E adesso non protesta nessuno! Sei patetico!

  8. Al comando ha detto:

    Patetici sono altri che non hanno argomenti su cui attaccarsi. Politici di carriera e di lungo corso come te. Non salire sugli specchi che scivoli……

    • Ti piacerebbe restare al comando ha detto:

      Non ne hai azzeccata una. Non sono un politico di lungo corso e non potrei esserlo a causa della mia giovane età. Pensa che nel 2017 non ho potuto votare perché non ero neppure maggiorenne. Ma ora posso votare ed insieme a me voteranno centinaia di giovani con la mente aperta che supereranno gli elettori di lungo corso come te che non vedono i disastri causati dall’attuale amministrazione e che continuate ad arrampicarvi sugli specchi veramente pur di difendere l’indifendibile. Ma finirà, oh se finirà la pacchia per voi. E Castelbuono rinascerà e tornerà ai fasti di un tempo, come merita, grazie ai giovani, all’intelligenza, alla bellezza ed alla cultura. Tutte qualità che attualmente scarseggiano.

  9. Torbidità ha detto:

    Con questi valori di torbidità secondo il D.lgs. 31/01 dove si legge “accettabile per i consumatori” l’acqua deve essere dichiarata non potabile si ha l’obbligo di comunicarlo ai consumatori e alle attività produttive. Tumminello all’epoca lo fece per i cloruri così come obbliga la legge. Se andate sul sito di Geraci Siculo lo hanno fatto, qua si vive nel paese dei balocchi.

    • antonio ha detto:

      si tratta di omissione in atti di ufficio che provoca a cascata danni da risarcire in sede civile perché dovranno essere puliti i serbatoi.
      mandiamo in massa le richieste.
      Ma ha revisionato l’autobotte e provvede in prima persona alla consegna di acqua a trattorie e ristoranti? mentalità da paesi del Sahel con il ras che porta e amministra l’acqua

  10. Nicolo Piro ha detto:

    È soltanto una questione di civiltà. Nel Comune di mia residenza, D-48485 Neuenkirchen, come in ogni Comune della della Germania, l’ acqua raccolta con un sistema di drenaggi in un ambito ben definito e recintato, viene raccolta in vasche di decantazione e poi convogliata al trattamento in apposito completto per essere, infine, essere immessa in rete.
    Concitaddini . o meglio “compaesani” -, mandate via con un gran calcione nei sedere Cicero e la sua kenka di parassiti. Ne verranno altri, poiché “questa” italia è fabbrica di tale gentaglia a tutti i livelli. Ma non occorre demordere e, allora, “cafuddrari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.