Castelbuono: divieto assoluto di utilizzo acqua della rete pubblica per fini potabili. Grave inquinamento microbiologico

23 Commenti

  1. Osservatore Arguto ha detto:

    Ma il sistema “Alert System” non doveva servire per le emergenze di questo tipo? Io non ho ricevuto nessuna comunicazione al riguardo.Voi?

  2. ma stiamo schezando ha detto:

    niente panifici, ne tutto ciò che viene somministrato in ristoranti, pizzerie e via dicendo, gravissimo!
    occorrono subito chiarimenti .

  3. L.M. ha detto:

    Chissà da quanto tempo beviamo già l’acqua. Perché non pensate di eliminare i cinghiali che cacano e pisciano proprio a centomasi

  4. chimico ha detto:

    Fermo restando che quello che è successo può capitare, ed è capitato anche in altri Comuni anche ultimamente (basta fare una ricerca su internet), è vero che l’acqua non può essere utilizzata nè per scopi alimentari come ingrediente, nè per lavare le attrezzature di lavoro.
    Quindi in teoria tutte le attività dovrebbero svuotare le cisterne e disinfettarle e approvvigionarsi con acqua potabile CERTIFICATA trasportata tramite ditta AUTORIZZATA. Ma sinceramente ho qualche dubbio in merito: non credo che le attività faranno una cosa del genere.

  5. sveglia! ha detto:

    GIUSTO CHE NE ABBIAMO TANTA ACQUA ADESSO ANCHE NON POTABILE SIAMO MESSI BENE A CASTELBUONO

  6. Filippo Botta ha detto:

    Forse una maggiore concentrazione di cloro contribuisce ad una disinfezione accettabile. Nel tempo queste situazioni si sono presentate in tutti i comuni e quello che bisogna evitare è creare panico più di tanto. Essere allertati si ma non drammatizzare

  7. primavolta ha detto:

    Fatto gravissimo anche perché adesso si spiega anche l’epidemia di dissenteria che ha colpito Castelbuono nell’ultima settimana. Intere famiglie a letto..anzi in bagno! Sarei stato più contento se avessero anche detto il tipo o i tipi di microrganismi trovati anche perché oggigiorno ci sono cittadini che montano nella propria abitazione sistemi di filtri che riescono a bloccare determinati batteri. Sono cose che possono succedere ma non dovrebbero, certo a pensar male e’ strano che sia successo adesso che a Castelbuono c’è la nuova “fontana”. Ma sicuramente anche li l’acqua non si può bere, giusto?

  8. Preoccupata ha detto:

    Ma i piatti li possiamo lavare? Cioè è pericoloso anche lavare le stoviglie?

  9. curioso ha detto:

    Sono curioso di sapere chi pagherà tutti i danni che l’acqua inquinata comporterà a cominciare dall’acquisto dell’acqua potabile sia per lavorare che per uso civico. Sono convinto invece che come tanti scemi pagheremo di tasca nostra sia l’acqua inquinata che l’acqua sporca che butteremo nelle patrie fogne per la depurazione. E i serbatoi chi ce li pulira’, specie quelli situati sui tetti. Diteci almeno di che batteri si tratta. potremmo almeno difenderci …..

  10. Ivan Schimmenti ha detto:

    Ma… bollita a 100 gradi pi “calarici” a pasta manco?? Sto batterio è più forte di Ufo Robot??

    • INDIGNATA E ARRABBIATA ha detto:

      HO BOLLITO L’ACQUA. IL FONDO DELLA PENTOLA E’ PIENO DI SABBIA/TERRA. QUINDI NON PENSO POSSIAMO “CALARI” A PASTA.

  11. Apprensivamente mamma ha detto:

    Credo che tutto Castelbuono abbia bisogno di maggiori informazioni. Cosa significa grave inquinamento microbiologico? con che cosa abbiamo a che fare? Che utilizzo se ne può fare ? Quali effetti può provocare al nostro corpo ? La chiamata di Alert sistem e arrivata dopo le 12.30 ma le cuoche della mensa scolastica con quale acqua hanno cucinato ai nostri bambini? Questo grave disservizio quanto durera? Date maggiori informazioni.

  12. velvet ha detto:

    Con tutto ciò le bollette sempre salate !!!!!

  13. Osservatore Arguto ha detto:

    Ma perchè lasciare la cittadinanza nel dubbio o nel timore di cosa fare. Che l’amministrazione spieghi come comportarsi. Stamattina ho visto gente comprare “amuchina” o prendere l’acqua nella fontana ecologica. Negli uffici preposti nessuno sa spiegare come comportarsi. So che alla mensa scolastica oggi faranno solo un secondo, quindi quindi che pensare? Che il batterio resiste anche alla bollitura? Tutto tace.

  14. Laura ha detto:

    Inquinamento in entrata e in uscita….quindi gravissimo, è inquinata alla sorgente ?Dateci qualche indicazione questo silenzio si può definire colpevole.Se la salute si perde non si TROVA PIU’

  15. Elettore ha detto:

    E’ UNA VERGOGNA. CON LA SALUTE DELLA GENTE NON SI SCHERZA. HANNO LANCIATO L’ALLARME E CI HANNO LASCIATO A FARCI TUTTE LE CONGETTURE DEL CASO. SIGNOR SINDACO CI DIA LE INFORMAZIONI CHE VOGLIAMO, NON LE STIAMO CHIEDENDO LA LUNA. MA SEMPLICEMENTE VOGLIAMO SAPERE COME STANNO LE COSE E COME COMPORTARCI. AVETE TIRATO IL SASSO E NASCOSTO LA MANO.

  16. Esperto ha detto:

    Non fatevi prendere dalla psicosi, la situazione non è cosi grave. Vi dico che almeno il 90% dei pozzi che i villeggianti utilizzano nelle campagne contiene da anni questi batteri. Certo esiste un rischio infezione (basso per la verità) ma vi assicuro che sarebbe molto più grave avere inquinamento industriale tipo cromo, piombo o arsenico, con rischi per la salute sicuramente ben più gravi. L’individuazione della fonte batterica e una sanificazione di serbatoi e acquedotto interessati risolverebbero tutto in tempi relativamente corti

  17. Noncirestachepiangere ha detto:

    Se è vero che può succedere di microrganismi nell’acqua , non è altrettanto vero che PUÒ SUCCEDERE CHE UNA AMMINISTRAZIONE SIA COSÌ LACONICA, IMPRECISA, ASSENTE NEL FORNIRE INFORMAZIONI. Dateci informazioni precise, puntuali e dettagliate cortesemente, voglio sapere cosa ho ingerito e come evitare di entrare in contatto con patogeni. Grazie.

  18. sveglia! ha detto:

    l’amministrazione tace è normale tutto cio’? maggio è vicinissimo ce ne ricorderemo sicuramente

  19. Vaud ha detto:

    Se si è formata dopo la “bollitura”, non credo sia sabbia. Più semplicemente si chiama prodotto di solubilità ed entropia. Credo che le frasi o i consigli da bar, il alcuni casi, sarebbe meglio tenerseli per se.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.