Castelbuono: l’opposizione boccia il regolamento del “Mercato del Contadino”

Forse ti piacerebbe leggere...

8 Commenti

  1. Antonio2 ha detto:

    Vorrei capire perché non è stato approvato il regolamento. Una motivazione ufficiale ci sarà.

  2. Antonio ha detto:

    Non anno un cavolo da fare e rompono le scatole alla povera gente … Io li venderei dentro la casa cumunale altro che regolamenti !!!!

    • Giuseppe ha detto:

      Pienamente ragione… Ma se neanche pensano di far rispettare le regole per tutti quei venditori ambulanti che circolano per le vie della cittadina, senza pagare suolo pubblico, intralciare il traffico e non fare scontrini fiscali, a discapito dei nostri commercianti che pagano le tasse, possono pensare al Mercatino del Contadino?…

  3. Giuseppe ha detto:

    Perchè forse ci sono conflitti d’interessi?…

  4. ANTO ha detto:

    ERA MAGLIO QUANDO CI PASCOLAVANO GLI ASINI????
    ERA MEGLIO QUANDO ERA ABBANDONATO???
    ERA MEGLIO QUANDO FU’ AFFIDATO INSIEME AL CAMPETTO TOTO’ SPALLINO TRAMITE BANDO E NESSUNO CI HA MAI MESSO PIEDE????
    SAREBBE ORA CHE CERTA GENTE LASCIASSE LE COMODE E CONFORTEVOLI POLTRONE E I RUOLI CHE APPARENTEMENTE RAPPRESENTANO PER IL BENE DELLA COMUNITA’.
    DIMETTETEVI E NON GRIDATE DIMETTITI.

  5. elettore castelbuonese ha detto:

    Ma come è possibile tutto questo non ci sarà più il mercato del contadino?
    udite udite chi prima si pavoneggiava e faceva capire di fare uno stile di vita con i prodotti del territorio cosiddetti a km 0,oggi è contrario a questa iniziativa molto lodevole. Mi chiedo ma cosa è successo di così drammatico?
    Si fa tutto e di tutto per screditare quanto di lodevole con impegno e passione gli altri fanno.
    Così non funziona ……….. Non si va da nessuna parte……….. E i cittadini ne pagano le conseguenze .

  6. Differenziata ha detto:

    Li vicino si è aperto un localino che vende prodotti bio del consorzio produttori Madoniti per non avere concorrenza.
    Certo che servirebbe la voce del presidente del consorzio produttori Madoniti certo che dovrebbe essere a favore di una iniziativa a km 0 che mette i produttori a contatto diretto con il commercio. E chiederei anche un parere al distretto turistico, come opinione sul flusso turistico e il rapporto produttori prodotto turisti, spero che sia il presidente dei produttori che il presidente del distretto turistico si impegnino a dare voce al mercato del contadino. Grazie e sicuro che entrambi daranno una risposta al territorio corretta e imparziale attendo fiducioso un referendum…..

  7. Giuseppe ha detto:

    Spero che tutti gli elettori si ricordino anche di questo passaggio, l’anno prossimo.
    Questo insieme a tanti altri boomerang che si sono tirati in testa gli ex governanti. Spero solo che restino ex per sempre! Dipende solo dalla memoria (purtroppo corta) degli elettori. Vuoi scommettere che dimenticheranno, o faranno finta, di dimenticare tutto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.