CastelbuonoSCIENZA presenta il convegno dal titolo: “La regolazione genica: da F. Jacob e J. Monod alla rivoluzione oncologica”

3 Commenti

  1. Galeno ha detto:

    Nulla di meglio di una serie di “slides” di sezioni istologiche con neoplasie..before lunch

    grapi u’pitittu

    scherzo

    • Anna Maria Cangelosi ha detto:

      “…ricadute in campo oncologico, dal cambio di paradigma dell’approccio da cellulare a molecolare…”
      Quando Francois Jacod e Jacques Monod compresero il meccanismo della regolazione genica stavano studiando un batterio, Escherichia coli, e la cosa rivoluzionaria è che quello stesso meccanismo, ovviamente con una complessità maggiore, opera anche in organismi molto più complessi compreso l’uomo. Jacob parla di unità di strutture e funzioni dei viventi che va ad aggiungersi all’unità d’origine svelata dalla teoria dell’evoluzione e all’unità di costruzione compresa con la teoria cellulare. Ora parlare di neoplasie è certamente un fatto doloroso per le ricadute che la malattia ha sulla vita di un uomo. Ma mai ne può derivare un senso di schifo, per il dolore di un uomo si può provare solo dolore. L’importanza del parlarne è quella di conoscere, di capire a che punto è la ricerca, di quali nuove opportunità ci offre la biologia e la medicina. La biologia molecolare ha rivoluzionato, tra le altre cose, l’approccio alla malattia oncologica e ha svelato l’influenza di oncogeni e di oncosoppressori, la possibilità di eseguire test genetici per chiarire la predittività di determinate mutazioni, addirittura di eseguire terapie personalizzate. Quindi, penso si sia capito, parleremo di strutture biomolecolari e non di sezioni istologiche. Infine il cibo… direi che la biologia molecolare potrebbe far cambiare il detto “mangiare per vivere” in “mangiare per vivere bene”. Il progetto nazionale DIANA, a cui ha partecipato l’ARNAS di Palermo, ha dimostrato la relazione tra cibo e recidive di tumore alla mammella. Attraverso la metilazione del DNA possono variare i livelli di espressione dei geni, ancora una volta una regolazione genica, ancora una volta i grandi Jacob, Monod e Lwoff. Il pranzo accuratamente studiato nel rispetto delle linee guida dell’alimentazione preventiva e sapientemente preparato da Natale Conoscenti, cuoco tra i più seri e raffinati, saprà sicuramente catturare le sue papille gustative se solo vorrà aggiornarsi in un campo così interessante come quello della biologia molecolare… dal II-III sec. d.C. ne sono cambiate di cose!

    • cittadino ha detto:

      … che schifo, ogni volta che qualcuno fà qualcosa subito c’è il solito che critica
      Galeno forse l’avretsi voluto organizzare tu e non ci sei riuscito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.