Cefalù, sequestrato di nuovo il lido Maljk – VIDEO

Forse ti piacerebbe leggere...

6 Commenti

  1. Giuseppe ha detto:

    Scusate, ma le concessioni demaniali marittime, non sono già prorogate per decreto legge fino al 2020? (salvo il
    mancato pagamento del canone che nel caso comporta la decadenza della concessione).
    Inoltre, il parere della sovrintendenza non può e non deve chiederlo la ditta ma l’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente che, per conto della Regione proprietaria del demanio, ne fa richiesta di parere per rilasciare la concessione demaniale (fermo restando che se la ditta non ha fatto modifiche non può certamente negare un rinnovo già rilasciato favorevolmente).
    Tutti i concessionari hanno i pareri scaduti dopo i 5 anni e l’assessorato non ha mai chiesto il rinnovo per rinnovare le concessioni. L’articolo 2 comma 3 della L.R. numero 15 del 2015, consente previa comunicazione all’ente concedente, di mantenere la struttura balneare dopo la stagione estiva per la continuazione delle attività completari alla Balneazione. Quindi, se la ditta ha fatto regolare comunicazione è in regola e non aveva alcuno obbligo di smantellare la struttura che comunque è un obbligo che può imporre solo l’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente e nessun altro. L’unico punto giusto è se vi sono tubazioni a sostegno non compatibili con l’ambiente ma questa è un’altra cosa perché alla ditta può essere intimato di provvedere alla sostituzione alfine di non inquinare l’ambiente benché è un reato penale si mostra anche amministrativo. Spero che la giustizia faccia il suo corso corretto

  2. Giuseppe ha detto:

    Mi sembra come la storia di tutti i ristoratori del Lungomare, denunciati per occupazione abusiva del suolo pubblico, del perché la Regione non evadeva in tempo le regolari istanze degli imprenditori.
    Magari la Magistratura fosse così solerte a denunciare i veri occupatori abusivi del Lungomare di Cefalù, come gli ambulanti! O magari fosse così solerte nel denunciare quei laboratori artigianali che funzionano abusivamente come pubblici esercizi, servendo i clienti ai tavoli come in un bar, non avendo i titoli per farlo, in barba alla concorrenza sleale ed in barba ai pubblici esercizi che pagano le tasse più alte!

  3. Giuseppe ha detto:

    … o con quelli che avviano bar e organizzano banchetti e ricevimenti in edifici pubblici.

  4. Giuseppe ha detto:

    Gent.mo Vincenzo, mi riferito proprio ai fatti di Castelbuono. Vedrà, è solo questione di tempo. Alla fine la Giustizia (con la G maiuscola) trionferà

    • Compagno ha detto:

      bandiera rossa trionferà, bandiera rossa trionferà, bandiera rossa trionferà, evviva il comunismo e la libertà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.