“Cicero si autocandida, mascherando il fallimento etico che sta provocando nel movimento Andiamo oltre” – Valutazioni politiche del cittadino “Maurizio Cangelosi”

36 Commenti

  1. Si salvi chi può. ha detto:

    Si è aperta la caccia al vice Re. Chi sarà? A chi indovina un posto nella lista del vincitore.

  2. P.M ha detto:

    C’e’ qualcuno che pensa di essere al di sopra delle regole democratiche.

  3. Controllo esterno ha detto:

    Complimenti ho condiviso il primo commento sul l’altra nota mentre ora viene fuori la eleganza concettuale con la quale un ex candidato sindaco viene descritto genialoide, senza misura e rispetto di tanti principi del gruppo formato assieme, senza riscontro intellettuale di operatività da “volta gabbana”da sottoporre al giudizio dei CASTELBUONESI che sapranno trarre le giuste conclusioni se candidato o candidabile e sottovoce bisbiglieranno : non credo sia solo un aspetto politico ma …

  4. Toto ha detto:

    Ecco la democrazia calpestata del Mondo ci guarda …. “Fenomeno” paesano che ha tentato più volte di farsi onorare altrove, anche lui, è oggetto di culto con un preciso rituale. E’ abile, un bravo imbonitore, lui ha un sogno: governare per altri 20 anni, 100, 1000… soltanto Lui, però,… coltiva questo sogno! E già, se è un fenomeno in tutto, non lo è nel gioco di squadra, Lui le squadre le smonta, come un “nostrano” ed esperto D’Alema. E’ bravissimo a fare fuori i “compagni”, solo quelli però, gli altri, gli avversari gli servono come alibi o alleati di temporaneo sostegno. Meno abili di lui, capaci solo di propaganda e populismo, lo fanno rimpiangere, lui questo lo sa, e dorme, dunque, sornione, assistendo alla decadenza, cui tacitamente contribuisce. Non fiata, non accompagna neanche le orazioni dei suoi in consiglio comunale se non con qualche inutile scaramuccia con il Nostro “primo cittadino”. E’ ambizioso e per questo deve primeggiare sempre, evita le voci critiche, lui è amico di tutti ed è capace di liquidare anche i partiti. Ci riuscì dieci anni fa con lo storico Movimento democratico per Castelbuono, artefice della svolta e della rinascita, oggi con il Partito Democratico, messo ormai in liquidazione o in amministrazione controllata. Non avendone uno lui, iI partito se lo crea. E’ abile, è solito ripetere che si circonda di “uomini e donne che amano il proprio paese”. Ed è così, lo amano devoti e mai si sognerebbero di criticarlo, di osteggiarlo; e Lui emerge come un pino, alcuni dicono, “sotto il quale nulla cresce”. Infatti, nei suoi lunghi anni di militanza e governo della politica, non ha mai contribuito a fare crescere una nuova classe dirigente. Semplicemente non gli serviva. Il “dopo di me nessuno mai”, è la sua filosofia. Dorme, ancora non parla, ogni tanto scrive, ma si sta appartato, aspetta sornione il momento in cui gli altri, incapaci o forse desiderosi solo del salvatore, gli chiederanno per cortesia di rimettersi in gioco. Vive e si alimenta delle incapacità altrui. E così, come una cortese e “sacrificale” scelta, accetterà di “candidarsi” – pro domo sua e non nostra. Più silenzio c’è, più errori commetteranno gli altri, più facile sarà per lui comiziare e sorridere ai cittadini. “Il mondo ci guarda”, diceva e ripete ancora; peccato che non riesce a fare il salto di qualità invertendo il ragionamento. Dovremmo essere noi a guadare il mondo e prendere quello che di buono accade, se vogliamo veramente crescere. Non cambia il suo pensiero, perché chi guarda “oltre”, dovrebbe essere capace di confrontarsi, chi, al contrario, si fa guadare è autoreferenziale. Peccato che al culto del Dormiente, si stiano dedicando ancora in tanti, rei di lasciare per strada altre opportunità di crescita sociale e politica. Peccato, ancora una volta, che uno slogan diventi solo il nome di un movimento politico e non una filosofia. Svegliarsi da quel sogno significa non voltare pagina, ma cambiare libro. Siamo certi che qualcuno sta già raccogliendo appunti, riflessioni e argomenti per iniziare a scrivere un racconto davvero nuovo sulla nostra Comunità.Azz chi mala figura. .

  5. Peppe Cicero ha detto:

    Semplicemente storie di accattonaggio politico.

  6. Nuvola Rossa ha detto:

    Dopo quello che ha detto Toto, l’unica cosa è creare QUI stasera un fronte civico della dignità, un COMITATO DI LIBERAZIONE, e mandarlo per sempre a casa assieme a quei derelitti di tutti i suoi accoliti. Si faccia da parte Allegra, si faccia da parte l’eventuale candidato di Polizzotto si faccia da parte soprattutto Tumminello e si cerchi QUI un nome nuovo che sintetizzi le diverse sensibilità in campo e fra gli scontenti e si parta da questo timoniere per gettare le basi della rifondazione morale e culturale di questo paese. Perché se non capiamo che bisogna ripartire dalla dignità dell’uomo e soprattutto dalla sua libertà di pensiero non abbiamo capito nulla. Basta politica fatta da personaggi del genere!

  7. Stefano Polizzotto ha detto:

    Polizzotto vuole solo chiarire un equivoco … non è candidato … insieme a tanti amici a giorni presenterà un Movimento con un proprio candidato sindaco, il quale parteciperà alle prossime elezioni e sarà alternativo sia all’ex sindaco Cicero sia all’attuale sindaco Tumminello.

    • Nuvola Rossa ha detto:

      Difatti se lei ha letto bene non c’è scritto che Polizzotto è candidato.

    • Cittadino dubbioso ha detto:

      Ma qual è la forza di questo movimento di Polizzotto se tutti quelli di Castelbuono Libera a cominciare da Allegra lo hanno abbandonato?, però presenterà un movimento, e ci credo, e magari non sarà lui il leader perché è un leader. Ma poi ho visto una foto su un giornale locale che trattava con Tumminello, dovevano fare un’alleanza, ora è alternativo a tumminello , Mah misteri della politica.

  8. trouble water ha detto:

    A proposito di forestieri (perché uno dei problemi posti dai razzisti “di sinistra” è che Lia non è di Castelbuono, anche se risiede a Castelbuono da più di vent’anni) sarebbe il caso di chiedersi perché una signora, un’altra signora, improvvisamente, ma in tempo utile, decide di stabilirsi in questo paese dove improvvisamente viene investita di un ruolo (indovinate da chi?) che le avrebbe permesso di andare a ruota libera fra citazioni pseudo dotte, politica da avanspettacolo e polpette avvelenate? Qual è realmente il suo ruolo? E a chi serve una figura simile?

  9. guastafeste ha detto:

    Il tempo di Cicero è finito, questa è un ulteriore immagine del suo decadimento e di chi gli sta vicino. Castelbuono deve andare avanti con i tanti giovani validi. Perchè non candidare in unica lista giovani come Roberto Mitra, Simone Sottile, Michele Mazzola, Davide Ciolino, Salvatore Marandano e ragazze come Marina Scialabba o la Bonomo la figlia del segretario comunale. Questi giovani attivi sono il futuro di Castelbuono, tutti impegnati nel sociale, laureati e conosciuti.

  10. utente ha detto:

    come cambia il mondo…
    ma i “sinistrati” non avevano detto che non avrebbero più scritto su questo blog perchè chiunque poteva commentare in anonimato? cosa è cambiato? qual’è la convenienza di scriverci adesso?
    ma non erano proprio loro a definire Mario Cicero come il messia? lo stesso Cicero che oggi con questo post farcito di veleno portano dalle stelle alle stalle? non sono più valide le sue idee o non lo erano anche in passato? ….o più semplicemente per l’ambizione della nuova candidata si può sacrificare tutto sull’altare della pseudo politica paesana?

    ne siano contenti gli amministratori di castelbuonolive, hanno ritrovato tanti scrivani “sinistrati” improvvisamente ricreduti anche in questo…. ammesso che se ne fossero mai andati

    • Airone ha detto:

      A proposito: ma chi è Maurizio Cangelosi? Non mi pare di conoscere nessuno a Castelbuono che si chiami così. Vuoi vedere che anche loro si siano adeguati all’anonimato

  11. Sindaco Verdino ha detto:

    Dal già sindaco di Castelbuono questo gesto di autocandidatura era pensabile, sin dal primo momento da quando nell’assemblea con le cosi dette primarie veniva scelta la signora Romè peccato che lui il RE non ha fatto bene i conti, perché proprio i suoi discepoli burattini gli hanno fatto mancare quei pochi voti per essere candidato. Oggi farebbe bene a rispettare quella scelta del movimento che lui stesso a creato a sua immagine e somiglianza e non ha farsi consigliare da quattro florindi che nella comunità di Castelbuono non contano nulla e la smettano di andare in giro a chiedere firme per un consenso popolare, signor Cicero se lei veramente tiene alle sorti di questa comunità stia sereno lavori al bene di Castelbuono con altri ruoli, anche da semplice cittadino ma mantenendo dignità elemento imprescindibile per chi fa politica con la P maiuscola.

  12. cassandra ha detto:

    E dire che qualcuno vi aveva avvertito del fallimento di andiamo oltre.
    Come in una memesi ha distrutto il già sindaco Cicero chi lo ha vezzeggiato, adulato e votato anche distruggendo il Pd.

    E non e’ ancora finita…

  13. Controllo esterno ha detto:

    Ma tutta questa preclusione di Polizzotto a chi giova? L’alternativa a Cicero e Tumminello quando ancora i giochi sono in alto mare a che serve? Lasciamo operare con tranquillità chi opera ed opererà per l’interesse di castelbuono che è leggermente diverso da Pollina

  14. Andrea ha detto:

    Se solo in questi anni Sindaco,assessori e consiglieri non avessero fatto i BAMBINI !,forse Castelbuono sarebbe un paese migliore !E se il buongiorno si vede dal mattino , prevedo anni ancor piu’ bui di quelli appena trascorsi !Partiti ,movimenti e roba bella ,VERGOGNATEVI!

  15. Mario ha detto:

    E che dire di capuana che abbandonato la barca tumminello adesso si candida a sindaco insieme a d’Anna a Carmelo formando un ulteriore lista fermo restando che tutto ciò è dovuto alla loro incapacità di governare nella giunta tumminello adesso vorrebbero giocare da soli

  16. Antonio Capuana ha detto:

    Cari Amici

    Vi comunico che saro’ candidato al Consiglio Comunale.

    L’ amico Mario (di cui sopra), potra’ dormire sereno e magari riuscira’ ad uscire dal suo commiserevole anonimato.

    Salutatemi “Maurizio Cangelosi” che al momento mi sembra il critico piu’ obiettivo della Comunita’.

    Saluti

    Antonio Capuana

  17. Apprensivamente mamma ha detto:

    Apprezzo molto che quando si scrive si analizzino le parole con tutte le più possibili derivazioni pero voglio fare un appunto su l’oligarchia. Potrebbe essere visto oligarchico anche il mondo di scegliere tra i due candidati( cicero e rome) durante un assemblea di pochi. Forse sarebbe stato più giusto ma dico forse,fare delle primarie e sottoporre al popolo la scelta e a quel punto avrebbe vinto Cicero e credetemi che il popolo quello che non iscritto ad alcun movimento o partito ,il popolo che non elegge la destra o la sinistra ma il popolo che elegge la persona avrebbe scelto lui. Chi vivrà vedra

    • Democratico ha detto:

      Le primarie di Mario Cicero (anche quelle ridicole dove corre da solo come nel 2007) sono quelle dove vince lui altrimenti succede il finimondo.
      Poi lui scrivilo maiuscolo come il padreterno. Meno male che lui c’è altrimenti mezzo paese si sarebbe suicidato a quest’ora.

  18. Papà comprensivo ha detto:

    Come glielo diciamo a questa apprensivamente mamma che domenica 5 febbraio ci sono state proprio le primarie tra tutti gli iscritti di andiamo oltre?

  19. Lia Romè chi? ha detto:

    Ma come si fa, a scegliere un ipotetico candidato sindaco all’interno di un movimento i cui votanti erano circa 70, fra cui 10 appartenenti al nucleo familiare della stessa Romè, e altri 15 stretti amici di comitiva con la quale la stessa ci si ritrova periodicamente in cene e serate goliardiche varie? Aggiungiamo poi persone come a Norata e Martino Spallino e “piccoli” invidiosi vari,che non si schiererebbero con Cicero nemmeno se dall’altra parte ci fosse satana in persona ed il gioco è fatto. La chiamate democrazia questa? Ai posteri l’ardua sentenza!

    • E tu invece chi sei? ha detto:

      Invece i pretoriani del coordinamento di andiamo oltre, messi ad arte da “Vogliofareilsindacoperforzaperchèlagentemivuoleeilmondociguarda” erano più adeguati a sceglierlo
      E poi in realtà i votanti sono stati 78 (stando al comunicato ufficiale) e non hanno detto che a “Vogliofareilsindacoperforzaperchèlagentemivuoleeilmondociguarda” sia stato impedito di portare la sua corte dei miracoli a votare. Si vede che erano già impegnati a raccogliere firme invece che a votare

    • A che ora è la fine del mondo ha detto:

      Adesso i sodali di Cicero fanno lezioni di democrazia a tutti. Anche alla carne vattiata. Il mondo è finito

  20. Ugo ha detto:

    Se accetto le regole le devo rispettare non a seconda del risultato…

  21. Apprensivamente mamma ha detto:

    Io intendevo le premarie per il popolo …. Non solo per “andiamo oltre” mi scuso se non sono stata chiara

    • Scusate sodecoccio ha detto:

      E come glielo diciamo all’apprensivamente mamma che le primarie in genere le fa una parte politica per scegliere il suo candidato sindaco mentre le “primarie” per tutto il popolo si chiamano elezioni?

  22. P.M ha detto:

    Si continua ad offendere la democrazia e adesso anche le persone questa non è politica amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.