Comizio di fine mandato di Cicero e Piscitello

Forse ti piacerebbe leggere...

7 Commenti

  1. Con le mani ciao ciao ha detto:

    SPERIAMO CHE SIA VERAMENTE L’ULTIMO.

  2. La nostra amata Castelbuono???? ha detto:

    Io mi chiedo se un comizio partitico possa essere indetto con la carta intestata del Comune e – messaggio subliminale – anche con lo stemma che si vede e non si vede sotto le scritte (chi è Guarcello il mago della comunicazione? ahahahahah). Il sindaco pensa come sempre di essere a casa sua e di fare i suoi comodi tanto chi sta all’opposizione glielo ha permesso alla grande in questi cinque anni.

  3. Il segreto di Pulcinella ha detto:

    Ma il Cicero dirà che si candida sindaco per il PD?

  4. Tossico indipendente ha detto:

    Grandi momenti!Ci saremo sicuramente tutti!!!…ma se dovessi (purtroppamente) mancare, si potrebbe avere una registrazione, così da riempire di sballo le tristi serate invernali/pandemiche/antirusse. Grazie

  5. Puppini ha detto:

    “5 anni di” parcometri, visiere, totem, di vietnam, di cartellonistica per le campagne, di bmw e suv, di tavulina, di ordinanze assurde, di comunicati scritti con i piedi, di Castelbuono covid free, di assenza di trasparenza (soprattutto in quanto a contagi covid), di alberi tagliati, di laghetti abusivi, di eternit, di autobotte senza patente, di strisce e marciapiedi rifatti a come vuole Dio, di pressappochismo e improvvisazione, di niente teatro, niente scuole sicure, niente acquedotto, niente verde pubblico, niente posteggi, niente strutture sportive, niente via ten forti,…,IN DEFINITIVA, 5 ANNI DI SCECCHI! E la cosa più assurda è che lo riconfermerete!!!

    • Giuseppe ha detto:

      5anni di mediocrità, di “schiticchi e vivuti”, di sostegni dati così, di assistenzialismo, di stabilizzazione senza concorso al comune, di cooperative che levano la “frasca” dell’anno scorso nel mese di febbraio (meglio tardi che mai), di mano libera a bar, taverne e trattorie su tavulina, suolo pubblico, piccoli abusi, gazebi, chiusure di intere strade senza ordinanza, parcheggio selvaggio ma solo per i clienti, senza limiti acustici per tutta l’estate con piano bar e affini… “vivemu e manciuamu”. cinque anni che hanno instaurato una dialettica con una frazione consistente dei votanti, a cui questo modo di fare sta bene. cinque anni di sagre improbabilbili, abbasta ca vieninu TURISTI, Cinque anni in cui si chiude un occhio e forse due su tante categorie (B&B per citarne una…sono tutti in regola?), perché non hanno lo stipendio sicuro al 27 come “li nimici della cuntintizza” (in questo molto poco comunista e molto leghista). cinque anni di mediocrità totale, in cui tutti quelli che non sono in questo comparto si sono fatti le valige, e sono andati via (meglio accussi un votanu i nimici da cuntittizza) cinque anni in cui si è calpestato il diritto amministrativo…e purtroppo ce ne sorbiremo altri cinque di questa cura

  6. Si salvi chi può ha detto:

    Ho sentito il comizio personale indetto con i mezzi del comune, come è solito fare (carta intestata, fuoristrada e ragazzi del servizio civile). Solo urla disperate di chi si sente mancare la terra sotto i piedi e solo i soliti 4 fedelissimi ad applaudirlo. Chi urla per mostrare le sue ragioni non è degno di essere ascoltato, al massimo viene solo sentito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.