Costituente: chi garantirà la sicurezza dei nostri figli?

Forse ti piacerebbe leggere...

9 Commenti

  1. Pluto ha detto:

    Ho la vaga impressione che i tecnici dell utc se ne saranno pentiti amaramente., che relazionano loro le responsabilità dei lavori adiacenti nella scuola (non sismica) come sottolinea il sindaco che tra l’altro sollecitata pesantemente da scavatori per abbattere l’ala adiacente ad un edificio pericolante… anche perché se l’edificio non risultava pericolante la scuola non veniva abbattuta. Allora riepiloghiamo la scuola risulterebbe non sicura e quindi viene abbattuta per ricostruirla antisismica e a norma . Scavatori abbattono un’ala della struttura sollecitando a sua volta la scuola già pericolosa antisismica rendendola a sua volta più pericolosa …. Penso proprio che questo giro di parole ci faccia capire la serietà di un’appalto dato di pancia

  2. Chiedo per un non amico ha detto:

    Ma perchè, se fosse stato un lavoro di adeguamento sismico non ci sarebbero state le variazioni della struttura, demolizioni o mezzi di lavoro durante le normali attivitá scolastiche? Chiedo per un non amico……

    • Amico ha detto:

      Se ci fossero stati i lavori di adeguamento sismico, la struttura non sarebbe stata utilizzata per le attività didatiche fino a quando i lavori non sarebbero stati conclusi e l’edificio dichiarato adeguato. Non amico, le ho risposto con chiarezza o ci vuole un disegnino?

      • Amici e guardati ha detto:

        Visto che la vedo preparata, quando durerebbero i lavori di adeguamento sismico? Si riuscirebbero a completare nelle vacanze estive?

  3. non scherziamo ha detto:

    capite che se il sindaco non acchiana è finito

    • Introverso ha detto:

      È finito ugualmente. Anche se vincerà le prossime elezioni. Quello che abbiamo davanti è uno che pensa dì poter fare e dire degli altri quel che vuole.

  4. Cittadino ha detto:

    Secondo la logica del sindaco e di questa amministrazione sarebbe bene abbattere il 75% degli edifici in paese dato che la maggior parte non rispettano i criteri antisismici. Costerebbe meno ad ogni cittadino ricostruire la propria abitazione da zero piuttosto che adeguarla…mah ci vuole coraggio solo a pensarle certe cose non a dirle come fa il buon Cicero pubblicamente!

    • Giuseppe ha detto:

      Più che altro più che logica è il modo di fare di FORZARE LE NORMATIVE come egli in persona con orgoglio riferisce. Esercire S.Leonardo con una nota priva di alcun valore amministrativo e tecnico è un atto che non so se definire di ingenuità , di ignoranza amministrativa, di arroganza, di vero e proprio abuso amministrativo, boh. Finché gli va bene può cantar vittoria finché chi lo ascolta non è in grado di apprezzare la differenza tra le cose, ed un “piezzi i carta comi a nnautru” . La realtà non è così. Ci sta chi per molto meno, a seguito di eventi avversi, ha avuto anni di calvario giudiziario. Anche per i lavori alla scuola media, dato anche per buono quanto nella relazione che sarebbe da mettere in visione pubblica, avere un cantiere che interferisce con l’esercizio della scuola mi sembra una forzatura anche questa. speriamo S.Anna ci vigili

  5. Pluto ha detto:

    Se non erro tempi addietro allora il ministro brunetta premio’ il sindaco mario cicero per la raccolta dei rifiuti, allora fu un’idea geniale, come una ciliegina sulla torta , forse ancora brividi di valori che ognuno di noi non dovrebbe perdere. oggi la scuola media mina’ Palumbo poteva essere un altro orgoglio castelbuonese un modello da seguire “ rifiutare soldi pubblici “ evitare sprechi di denaro risparmiare la parola chiave. Eppure NO il sindaco ha voluto anche lui oggi perdere ogni valore che ci fa crescere dignitosamente di fronte all’opinione pubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.