Democratici per Castelbuono: “Sempre più città contro il decreto sicurezza”

Forse ti piacerebbe leggere...

18 Commenti

  1. Lauro Martino. ha detto:

    Ecco le ridicole falsità che girano in questo Momnto, la gente e i Cittadini voglio sicurezza e star bene, non vogliono di certo che qualcono scelga per loro un disastroso futuro. Dopo i tantissimi furti a Castelbuono come si fa ancora a far orecchie da mercante su ciò che la gente realmnete vuole ? E contro legge ciò che srivete e fate, quindi non mettete il nome di una Comunità quella Castelbonese, molta gente vuole fare una petizione e raccoglire delle firme per avere più sicurezza e ciò che insinuate va contro il bene dei Cittadini.

  2. Daniele ha detto:

    L’ORLANDO DISOBBEDIENTE

    di Contetta Amella Consigliere comunale M5S Palermo

    Premesso che sono per un’accoglienza degli immigrati che risponda non solo a principi di generica umanità ma anche – e soprattutto – a criteri di effettiva sostenibilità per chi accoglie e di accertata qualità della vita per chi è accolto, devo però dire che condivido in pieno le affermazioni fatte dal Sindaco di Augusta, Cettina Di Pietro, in merito alle esternazioni del nostro ineffabile primo cittadino:

    “Mi sembra che l’azione del sindaco di Palermo sia ispirata solo da motivazioni politiche. Io sono per l’accoglienza e ho appoggiato la necessità di modificare la Bossi-Fini, in passato. Questo provvedimento non lo reputo pericoloso: credo che la questione della sospensione dell’iscrizione all’anagrafe sia un falso problema, visto che stiamo parlando dell’assegnazione di una residenza spesso fittizia, nei centri di accoglienza, che non impedisce certo la fuga di migranti. La sinistra, in passato, si è distinta per misure di natura non assistenziale ma assistenzialista. Il decreto sicurezza, invece, ha una logica”.

    Trovo pertanto che l’immancabile piazzata da “disobbediente civile” di Leoluca Orlando altro non sia se non la solita manovra di “spostamento” (pratica per lui abituale) finalizzata a coprire le croniche carenze della sua amministrazione attraverso un “diversivo” tanto altisonante quanto impertinente. Manovra maldestra, in vero, innanzitutto perché egli non ha di certo la statura di Giorgio La Pira, e poi perché le sue operazioni di mimetismo hanno l’involontario carattere del “mascheramento che disvela”, ovvero di un tappeto fin troppo corto e logorato che non arriva più a coprire l’eccesso di polvere che sotto esso si vorrebbe seppellire.
    Essendo ormai sotto gli occhi smagati di noi tutti la sclerotizzata difficoltà a fronteggiare ( e – il più delle volte – la palese incapacità di risolvere) gli annosi problemi della città, il buon Leoluca la butta dunque in caciara e rilancia – con presunti “bei gesti” – una critica “ai biechi orientamenti governativi” che nei fatti, oltre a consentirgli di estrinsecare il suo ben noto e compulsivo (ma ormai logoro) istrionismo, non apporta alcuna miglioria alla condizione degli immigrati e soprattutto non riesce in alcun modo – come detto – a sviare l’attenzione dei palermitani dal marasma generalizzato in cui versa la città e di cui egli è uno degli storici responsabili.

    Non sono dell’avviso che si debba applicare alla lettera il motto latino “primum vivere deinde philosophari”, tuttavia a Palermo, col solo “philosophari” del magister Orlando, si rischia di morire soffocati dalla munnizza non raccolta, magari alla fermata di un autobus che non passa mai e con gli immigrati integrati nei modi dei posteggiatori abusivi o – peggio ancora – delle povere prostitute da strada e dei loro compiaciuti lenoni.

    Fonte: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=595158734267904&set=a.143692266081222&type=3&theater

    • Eh Daniele, daniele... ha detto:

      No Ilva, si Ilva
      No Tap, si Tap
      No mous, si mous
      No f35, si f35
      Cancellazione fornero, scalino fornero quota 100 forse
      780 euro per tutti, spiccioli per qualcuno
      No tav, si tav

      No Salvini, si Salvini disperatamente

  3. Lauro Martino. ha detto:

    Non penso che i Sindaci Citati siano da esempiò per nessuno ,Sono numerosi i disaggi in riversa Palermo,sono i stessi Cittadini che si lamentano da tanto tempo. Per quanto riguarda gli altri si commentano da soli, non ci vuole molto a capire chi sono e ciò che anno fatto e combinato.

  4. Nicola ha detto:

    Tutti invece non vogliono più il PD e i dinosauri al governo. I migranti a Castelbuono paghino la tassa di soggiorno.

  5. Giuseppe ha detto:

    Le leggi dello Stato vanno rispettate. Se non vi piacciono dimettetevi e emigrate in Vietnam dai vostri amici con i quali già festeggiate a nostre spese.

  6. Vox Populi ha detto:

    Nessuno è al di sopra della legge. Il Sindaco Cicero tenga bene a mente questo. Diversamente se ne assuma la responsabilità, comprese eventuali azioni di carattere penale a suo carico per omissione d’atti d’ufficio, laddove ne sussistano le fattispecie.
    Invece di distogliere la Cittadinanza sparando alla Luna, si attivi per rendere Castelbuono degna.. e ben governata, cosa ad ora non fatto, restano solo promesse non mantenute ed abusi da lei fatti al di fuori della legge. Il reato che potrebbe essere contestato è quello di abuso in atti di ufficio, aggravato dal fatto che i sindaci sono anche ufficiali di governo. E non è tutto, perché se il decreto non viene rispettato, oltre alla denuncia di abuso d’ufficio, il comune rischia anche la revoca dei finanziamenti governativi . Non abbia pruriti elettorali, pensi al buon governo del paese e non faccia pagare ancora i suoi contenziosi, multe, avvocati, viaggi ai cittadini. Se comunque vuole fare il masaniello di turno prima lasci il suo stipendio ai bisognosi Castelbuonesi e poi si dimetta da Sindaco. Prima viene il paese ed i Castelbuonesi con i loro bisogni.

  7. Don Fabrizio ha detto:

    Mentre Castelbuono muore di crisi economica, i giovani sono costretti ad emigrare e le strade sono un colabrodo ,le tasse ci mangiano, il Sindaco si occupa strumentalmente solo di immigrati per nascondere il suo fallimento.

  8. La Verità ha detto:

    Se una legge è anticostituzionale, lo decide solo la Corte Costituzionale, né Leoluca Orlano, né tantomeno Mario Cicero o Andrea Prestianni: ficcatevelo bene in testa. Mi sa tanto che si è persa una visione reale delle Istituzioni (quelle con la I maiuscola) e si vuole fare solo propaganda. La sinistra italiana si sta vedendo mancare la terra sotto i piedi ed in vista delle prossime consultazioni elettorali, che la vedrà scomparire definitivamente, non sa più a cosa aggrapparsi.

  9. Io Andrej ha detto:

    Come la Corte Costituzionale?????
    Ouuuuu, ma lei lo sa chi è Andrea Prestianni?????????????

  10. Legalità ha detto:

    Prossimo futuro farete la fine dei Verdi quelli che di tante battaglie si sono schierati a protezione del lago a Vicaretto. Hahaha

  11. Antonio2 ha detto:

    Intanto è una legge dello Stato è sindaci la devono applicare. Punto.
    Si rivolgano alla Corte Costituzionale per decidere se questa legge non rispetta la costituzione.
    Cmq, vedo che a protestare sono soprattutto sindaci di una certa area politica e in difficoltà che sono stati incapaci di risolvere tantissimi problemi dei loro comuni (Palermo, Napoli, Bari,…) e che cercano di trovare notorietà e soprattutto di raccattare voti da tutta quell’area di elettori che in questi anni, con l’immigrazione senza regole, ha fatto e continua a fare affari. Altro che umanità, accoglienza, benevolenza,… Tutte chiacchiere e specchietti per le allodole.

  12. suddito siddiato ha detto:

    Chi fa Mariuzzi si metteva contro Ollando!!! un ci fa nenti quando Palermo se ne fotte delle Madonie ,spazzaneve da riparare ,piste da sistemare ospedale di Petralia ,strade ,manutenzioni .Po stari friscu solo i paisani po accuchiari le multe che si fa fare pichi un si paga iddi.visto che e esempio di correttezza .

  13. Cittadino ha detto:

    Sinceramente non capisco come un consigliere comunale ed un sindaco possano pensare di non applicare una legge dello stato. Siamo alle comiche! Quando poi si scrive che “La decisione del principale organo collegiale locale rappresenta la massima espressione democratica, in un ordimento costituzionale democratico come il nostro” vuol dire che ci si è montata la testa. Abbiate più umiltà, non siete il parlamento o la Corte costituzionale, pensate a risolvere i veri problemi della gente Castelbuonose che sono tanti… E voi fino ad ora non avete fatto nulla! I giovani fuggono, il lavoro manca, la burocrazia impera, le strade sono un colabrodo, la rete idrica peggio, i commercianti stanno chiudendo tutti e quella che una volta era la Parigi delle madonie oggi sembra il Beirut. Fate qualcosa se ne siete capaci!

    • Giuseppe ha detto:

      Scriveva Victor Hugo: “V’è nulla di più stupido del vincere; la vera gloria sta nel convincere.”
      Ed i cosiddetti “democratci per castelbuono” non ci convincono per niente e mai riusciranno a convincere

  14. La piazza è mia!!! E' mia la piazza!!! ha detto:

    Vuol dire che ci si è montata la testa. O che sono usciti pazzi.
    Io dico la seconda.

  15. Ma!!!! ha detto:

    Questi sindaci guarda caso pd e simili che si mettono contro le leggi dello stato dovete essere i primi a rispettarle quindi fate ricorso alla Corte costituzionale questa mi sembra disobbedienza bella e buona
    Troppa presunzione in questa amministrazione come ha scritto qualcuno sopra pensate a sistemare le cose in paese

  16. pollitico ha detto:

    I piddioti sono abituati a non rispettare le leggi ed anche le norme di buoni amministratori per questo fanno girare i mezzi senza revisione viaggiano a spese della comunita ,con relative compagne, vi ho detto tutto ,comunque per poco ancora alle europee vedrete che numeri .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com