Domenica 13 febbraio il candidato sindaco Anna Maria Cangelosi incontra i cittadini

Forse ti piacerebbe leggere...

18 Commenti

  1. LIBERO ha detto:

    Copiato dall’ultimo comunicato dei cinque stelle. È sempre più un deja vu. È che deia vu considerato l’implosione dei 5star, nascono già azzoppati

  2. Utente ha detto:

    Considerato proprio che non ci sanno di certo ipure i cinque stelle ad appogiarli (soprattutto l’armata Brancaleone castelbuonese guidata dall’Attila de noiartri) allora forse questi hanno qualche speranza…. Visto che non hanno né padrini né padroni… 😀 😀 😀

  3. studente fuori sede ha detto:

    Fretta Fretta Fretta mi auguro che spieghino i motivi per cui hanno chiuso i rapporti con le altre forze politiche ,uniti si poteva cambiare la degradata politica castelbuonese cosi fate il gioco che vuole il re Gia e un grande insucesso non avere trovato la quadra per stare insieme .Povera Castelbuono !!!

    • Studente in sede ha detto:

      Studente fuori sede, per il fatto che sei fuori sede credo che non sei abbastanza aggiornato. Ci sono stati diversi tentativi per andare tutti insieme ma qualche “padrone” di coalizione ha deciso di boicottare. Ecco giustificata allora a decisione di fare partire il treno. Se sei intelligente, come credo che lo sei, fai la tua scelta: rimani con il tuo “padrone” o scegli il cambiamento.

  4. Mariuzzi forever ha detto:

    Certo che dai commenti si capisce che a Castelbuono la politica è diventa con Mario Cicero o contro Mario Cicero e ci siamo veramente stancati. Anzi se la Costituente che dice che è una forza nuova ragiona pure così è comi a tutti lautri

  5. antonio ha detto:

    Bravi costituenti andate avanti così… unn’hanni a nuddu tutti chisti che vogliono andare uniti

  6. vincere vincere vincere ha detto:

    Grandi statisti tutti, il problema di tutti è andare contro Mario Cicero. Quindi il PD è pronto a coalizzarsi con i cuffariani, i legisti, i meloniani come se nulla fosse? Bella sinistra veramente.

  7. #unitisiperde ha detto:

    In questi ultimi anni la situazione a Castelbuono è polarizzata su due persone che rappresentano le due facce di una stessa medaglia, come nel vecchio clichè nazionale in cui i partiti sembrano farsi la guerra per darsi una parvenza di sinistra o di destra ma poi tutti amiconi a fare quadrato. Adesso chiunque dice che uniti si vince, divisi si perde. Ma vi siete scordati la Romè e i voti che all’ultimo momento sono andati a finire nel solito calderone? A quanto pare si vuole sconfiggere il nemico Cicero con metodi ancora più beceri ancora. Ci avete stancato, manco vado a votare se continuate cosi.

  8. rammaricato ha detto:

    Ancora una volta una la costituente fa una scelta contraddittoria con se stessa e che la destina ad uno spietato declino.
    Scritto con rammarico.

    • ognuno ha un suo valore ha detto:

      In effetti il trend è cambiato ed ha volto al declino, ma potrebbe essere recuperato se alcuni non remassero contro la ripresa.

    • perché no ha detto:

      Io penso che sul nome di Antonio Tumminello sindaco della coalizione tutti potrebbero convergere

      • Una vita di vittorie ha detto:

        Sì per vincere come ha vinto tutte le volte che si è candidato a sindaco, a consigliere provinciale e a tutto, senza dimenticare le primarie del 2007 quando arrivò terzo su tre.

    • Contraddittorio ha detto:

      perché contraddittoria? Perché avrebbe dovuto aspettare fino all’ultimo giorno utile per presentare le liste? Ma i nomi grossi della coalizione non volevano il sindaco presentato a novembre?

    • Angelo ha detto:

      “ancora una volta”?????
      Forse hai fatto confusione; quali sono le altre volte? Non è che hai sbagliato coalizione o federazione?

  9. Giuseppe ha detto:

    Antonio non me ne abbia, ma penso che un nome nuovo sia una necessità, con energie fresche. Tuttavia così come sono lanciati la costiutuente è destinata a schiantarsi contro un muro, mi spiace per loro. si doveva operare per un fronte comune, invece hanno scelto approccio pentastellati da chi ci ama ci segua. pronostico, almeno un altro candidato di presunta area moderata, costituente arriverà terza più probabilmente che seconda, e purtroppo riconferma dell’attuale sindaco con contentino a altro candidato, in dipendenza dai voti. nella costituente penso ci sia troppa gente con la puzzetta al naso (senza particolari motivi poi) e che è fuori dai bacini elettorali importanti (forestali, cooperative, redditisti di cittadinanza, imprenditori ristorazione e bar, edilizia o quel che ne rimane, precariato impiegatizio comunale) e che ha un appeal in primis su ceto istruito (che per una beffa del destino è in buona parte emigrato, e non vota). gli ultimi risultati nel 2017 furono (fonte palermo today) 2.465 voti pari al 42,5% delle preferenze. Ha superato Antonio Tumminello e Lia Romè. Ecco i risultati definitivi: Mario Cicero 2.465 42,51%; Antonio Tumminello 1.489 25,68%; Lia Romè 1.162 20,04%; Vincenzo Allegra 683 11,78%. da questi valori si capisce che chi spera batterlo deve arrivare a DUEMILA VOTI almeno per sperare. ideale 2500 su un bacino di votanti di meno 6000 persone.

    • Fifì ha detto:

      Tu mi sembri bene informato. Forse fai parte del gruppo di chi si è adoperato perché non ci fosse rinnovamento nel fronte comune visto che sai bene di chi sono le colpe. In ordine ai dati mi pare di capire che amministrare bene o male secondo te non conta niente e Cicero non è stato proprio come la Merkel per la Germania, più che altro come Renzi: alla sans façon. Cicero quindi secondo te conferma, anzi magari è in crescita, gli altri si frantumano e game over. E’ solo la tua visione delle cose. Ma tu non hai la sfera di cristallo e neppure il possesso di tanta scienza politica. Poi potrebbe finire come tu dici, ma solo per uno strana combinazione dei numeri. Vedremo

      • Giuseppe ha detto:

        certamente non ho la sfera di cristallo. probabilmente neppure la scienza politica, però penso di saper analizzare i fatti. i numeri sono quelli che ho riportato. Per quanto al malgoverno, hai ragione, ma da molti anni chi vota al paese guarda il reddito, proprio e dei propri familiari. per cui negli anni ’80 il bacino degli edili e dell’indotto era uno delle colonne portanti di un certo partito politico, e che si facessero abusi … e che il comune non rispondesse alle istanze di permesso a costruire, pazienza, bastava ” ca si mittiva manu”. Castelbuono da decenni non a un’economia sana. per il resto ho scritto le mie impressioni. purtroppo verranno fuori altri candidati, e l’assenza di un fronte comune è un pessimo, pessimo inizio. saluti, senza polemica

  10. manu ha detto:

    Si dumani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.