Emergenza incendi. Marciante: “Se non facciamo nulla, i prossimi incendi li avremo sulla coscienza”

Forse ti piacerebbe leggere...

2 Commenti

  1. il proletario mario ha detto:

    durante il Vangelo mons. Marciante ha detto: “dalla lettera di Sant’Annuzza ai cittadini dei comuni che compingono la SRR Palermo provincia est”. panico fra i presenti.

  2. Ciccio ha detto:

    Piano Zucchi sito ormai noto per il fallimento ambientale e turistico delle Madonie , un incontro pubblico organizzato dal vescovo, il pastore della diocesi di Cefalù, per parlare del dramma del fuoco e la prevenzione per la futura stagione .Presenti alcuni Sindaci, molti sacerdoti e l’Assessore Cordaro, mancavano i cittadini e coloro che vivono e vivevano sul territorio. Un Prete , con il compito inadeguato di moderatore, non ha permesso il dibattito ai pochi presenti cittadini , prima dovevano parlare le ISTITUZIONI presenti , un’altra inutile passerella e niente di concreto , visto anche il tempo concesso 2 minuti per ogni intervento , figurativi.. .
    Il fuoco una drammatica vicenda, una dolorosa ferita all’interno del Parco delle Madonie , dove sono andati distrutti oltre 2000 ettari con danni ambientali e faunistici di enorme entità , cosa mai successo dalla istituzione dell’ente parco. Un’altra occasione perduta, per discutere seriamente e con chiarezza dei problemi del territorio e della gente che ci vive e la prevenzione per la prossima stagione. Il “paradosso” invitare solo il potere politico e non i veri pastori, quest’ultimi buoni ed utili solo a Natale quando servono a fare la comparsa, insieme al bue e l’asinello.
    Un peccato per il nostro territorio,dove sono stati sostituiti allevatori e agricoltori con aziende sane e produttive , le vere sentinelle volontarie , con daini , suidi ed aggiungo oggi anche i preti ,che ancora una volta fanno retorica e politica per niente , quando il loro tempo potrebbero dedicarlo alle pecorelle smarrite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.