Finalmente non è un segreto e possono leggerlo tutti: questo nostro paese è e si chiama Castelbuono!

Forse ti piacerebbe leggere...

11 Commenti

  1. Cuntintizza ha detto:

    Io un giorno spero di vedere la scritta parcheggio, grande comodo e gratuito, come nei paesi civili. Poi mi auguro di vedere aiuole, fiori strade senza buche. Di prendere il bus in un posto chiamato autostazione. Di poter andare magari in piscina. Queste sono schiccherie che auguro anche per i miei figli e nipoti. Che forse torneranno al paesello qualche volta in estate sentendo il nonno che racconta, qualche storia legata ai babbi i litria, a puppini scesce, e che provenendo da fuori regione e non conoscendo bene i luoghi tra na buca na segnaletica arruginita, l’erbaccia tinta persi in cerca di posteggio si rincuorano vedendo uno scecco e a scritta Castelbuono.

  2. Latinista ha detto:

    Quando nel triste 2002 gli elettori preferirono un certo Mario ad un altro Mario mi feci il segno della croce e cantai il requiem a Castelbuono. Avevo ragione, ma non pensavo che con cotanto masochismo gli elettori avrebbero perseverato a preferire “quel” Mario. È proprio vero, errare humanum est, perseverare autem diabolicum

  3. Commenti ha detto:

    È tempo di elezione. Tutti coloro che da 5 anni polemizzare col sindaco e la giunta ,siete pregati di uscire dalla bella vostra tastiera e scendere in campo. Vediamo cosa saprete fare oltre a polemizzare…

    • Bella domanda ha detto:

      Chi polemizza con l’attuale amministrazione è tutta gente di cultura: professionisti, docenti, avvocati, medici. Gente che sa fare e fa. Ci sarà un motivo, non trovi? Te lo sei mai chiesto?

    • Anni 90 ha detto:

      Fatti raccontare dal sindaco quando lui polemizzare con i sindaci negli anni ’90 e addirittura denunciava politici e tecnici, atrestati e poi assolti. Polemizzare non è il male, è il sale della democrazia…

    • Antonio ha detto:

      il suo stile denuncia la sua cultura politica massimalista, sinistroide sessantottina e degli anni ’70. Forse non le è chiaro che polemizzare come dice lei, o riportare come direbbero altri, palesi contraddizioni e manchevolezze se non omissioni, sperperi et alia della sua beneamata amministrazione non implica che automaticamente si debba prenderne il posto, SENNO STAI ZITTO come nelle occupazioni universitarie e scolastiche anni ’70 e seguire esempio lampante di democrazia. Può non piacermi il vostro stile, la vostra pacchiana ed ostentata ignoranza, il vostro orgoglio del ventre colmo, la vostra visione miope che pensa di sostenere un paese con turismo stagionale o episodico mordi e fuggi, senza che si debba per forza sentire la necessità di sostituirvi. Fortunatamente ancora siamo in un paese di diritto (finto, penso alcune volte) e di libera espressione del pensiero. E non mi piacete non per astio personale, ma per il modo in cui amministrate

  4. Bloc Alt Cicero ha detto:

    Per ora abbiamo visto cosa ha saputo fare lui oltre a dare la parola a uno come te

  5. Commenti ha detto:

    Emerito amico, la parola sicuramente lui me l’ha data, ma non sarai sicuramente tu a levarnela. Queste cose le lasciamo fare ai dittatori. Tu come ti definisci?

    • La Verità ha detto:

      Chi toglie la parola a chi non la pensa come lui è proprio il tuo sindaco, urlando e prendendo per ignorante e fallito chi non si allinea al suo pensiero

    • Bloc Alt Cicero ha detto:

      Commenti, uno che dichiara che la parola gliel’ha data questo sindaco non fa una bella figura. In ogni caso io non voglio privare nessuno della parola semmai è il tuo onnipotente sindaco che ha fatto questo da sempre nei confronti di tutti.

  6. Nicola Bertola ha detto:

    Commento gratuito, frutto evidentemente di rabbia mai sopita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.