FLAI CGIL Castelbuono: “lavoratori forestali impegnati in lavori di manutenzione dell’arredo verde ed urbano”

3 Commenti

  1. mario ha detto:

    Ottima iniziativa, ma non ci si doveva pensare prima? L’estate è finità, i turisti diminuiscono, pericolo di incendi diminuiscono (forse). Il prossimo anno non sarebbe bello accogliere che viene a Castelbuono con più decoro? Se si è scelto di far arrivare i pulmam in via Mazzini, puliamola. Se arriva un ospite a casa mia, non gli faccio trovare la casa in disordine.

    • flai cgil - castelbuono ha detto:

      Caro Mario, quando diciamo “certezze di risorse e modalità di impiego che devono cambiare” è perchè è giusta la tua riflessione.
      Non si possono programmare le attività partendo dal 31 dicembre a scendere in tempo per fare “le giornate”; dovrebbe, chi ne ha la responsabilità ed avendo risorse certe, programmare le attività per fasi lavorative.
      Il problema è la certezza di risorse. Ad oggi, ne mancano tanti milioni di euro per assicurare le garanzie occupazionali.
      Ed è necessario cominciare a parlare di lavoro e non più di queste “maledette” garanzie occupazionali.

      p.s. visto che qualcuno aveva lanciato idee su volontari che collaborino i lavoratori forestali, questo è il momento che si palesi questa “civicità”.

  2. Fogliante ha detto:

    Il lavoro lo si può creare senza attendere che la regione o gli enti preposti “finanzino”
    Fortunatamente questa crisi che sarà perenne farà un bel pò di pulizia anche tra le rappresentanze sindacali che ormai rappresentano solo categorie protette, vedi anziani o corporazioni della Pubblica amministrazione dove merito e licenziamento sono parole inesistenti e inapplicabili
    Parliamo ancora di Garanzie Occupazionali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.