Gruppo Ulivo: “Il Sindaco fa cassa con le tasche dei cittadini ma svende gli immobili comunali”

3 Commenti

  1. Enzo Minà ha detto:

    1) Evidentemente e inequivocabilmente, vi è un’ urgente bisogno di Entrate certe, corrispondenti ad un determinato importo, e “sotto forma” di Liquidità Immediate.
    2) Affittare significherebbe stare sempre nell’incertezza: – è cosa certa ed immediata trovare un Conduttore? Sarà un soggetto giuridico che puntualmente verserà il Canone di Locazione?
    3) I prezzi di vendita che voi indicate, secondo mie informazioni, risultano essere I prezzi di partenza d’asta; significa che il COmune potrebbe incassare molto di più.
    4) avreste preferito un ulteriore aumento dei Tributi Locali per tutti? Credo sia meglio per tutti , riuscire a far Cassa, grazie al contributo di un singolo soggetto al quale tra l’altro viene ceduto un Bene.
    5) quando non si è concordi con qualcosa, bisognerebbe sempre proporre un’alternativa. Alternativa valida e soprattutto realizzabile, non confusa e solo di provabile realizzazione.
    6) dire che l’ aliquota Imu sulle seconde case è il doppio rispetto la prima casa…, cosa significa? è chiaro che, in linea di massima, debba essere cosi…: lo impone il Legislatore Nazionale! Voi, avreste piuttosto aumentato l’aliquota sulla prima casa?

  2. Handy Warrol ha detto:

    Risposte esaustive e complete. Del discorso dell’ulivo per castelbuono condivido solo il punto in cui dicono di non mettere le tasche nelle mani dei cittadini.

    • kant ha detto:

      Cosa che, invece, il sindaco Tumminello sta facendo, a quanto pare.
      Ma non aveva scritto, nel suo programma, che non avrebbe aumentato le tasse ai castelbuonesi?
      E che avrebbe trovato “nuove vie” per reperire i soldi per ripianare il bilancio?
      E non venitemi a dire che non sapevano cosa avrebbero trovato. Ci hanno vinto le elezioni dicendo in giro che la vecchia amministrazione aveva portato il comune sull’orlo del default.
      Complimenti vivissimi per il nuovo modo di governare: aumentiamo l’IRPEF, l’IMU, il costo della MENSA SCOLASTICA. Dopodichè ci manca solo la TARSU e siamo a posto.
      Chapeau!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.