Il circolo castelbuonese di Giovane Italia incontra la cittadinanza

Forse ti piacerebbe leggere...

3 Commenti

  1. lucullo ha detto:

    U pruciu avi a tussi!

  2. Antonio2 ha detto:

    Argomento di “vitale” importanza! Uhh…?!

    Invece un incontro dibattito su come risollevare l’economia castelbuonese, soprattutto appena finirà la pacchia du “vuascu” e di l'”antincendi”, no! Mi dispiace per coloro che perderanno un’entrata economica familiare, ma purtroppo quest’assistenzialismo prima o poi dovrà finire.
    Quindi trovare altri sbocchi lavorativi: agricoltura, allevamento, turismo,… dovrà diventare una parola d’ordine.

    Castelbuono dovrà cominciare a produrre qualcosa, dovrà cominciare ad avere un’economia vera e non drogata dal sussidio della Regione Sicilia ormai è con le schiappe a terra.

  3. Indaco ha detto:

    Certo che questa ordinanza ha suscitato notevole interesse da tutte le prospettive.
    Non ricordo un interesse cosi ampio durante campagne di informazione sulla legge 40, o sulla raccolta fondi da destinare alla ricerca scientifica o altro.
    Ma come mai ai tempi dei nostri nonni a Castelbuono non è stata mai fatta un’ordinanza sulla chiusura delle taverne o dei primi bar (quasi guardati con diffidenza)?
    Evidentemente perchè “quei bravi ragazzi” di un tempo sapevano gestire meglio l’alcol, utilizzavano le osterie come luogo di ritrovo e non ti distruzione, perchè il giorno dopo dovevano alzarsi alle cinque del mattino per andare a lavorare e quindi non potevano di certo esagerare, perchè avevano dei genitori che li controllavano al loro rientro e se era il caso si toglievano anche la cinta, perchè bevevano solo vino (bianco o rosso) e non ingurgitavano volumi di alcol di sintesi chimica di vari colori.
    Ora detto questo, magari Giovane Italia potrebbe tenere un incontro sulla perdità delle famiglie con lo stesso effetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.