Il comune deve difendere l’onorabilità della comunità castelbuonese, anche attraverso la costituzione di parte civile in sede processuale. Precisazione all’articolo pubblicato da un blog locale

Forse ti piacerebbe leggere...

10 Commenti

  1. castelbuonese ha detto:

    TRASECOLATO LA PRIMA VOLTA E TRASECOLATO LA SECONDA VOLTA.

    QUALCUNO MI CONFERMI CHE HO CAPITO MALE QUANDO HO VISTO IL VIDEO IN PIAZZA MARGHERITA INSIEME A ALLE ALTRE PERSONE CHE ERANO CON ME…. E CHE TUTTI ABBIAMO CAPITO MALE ?
    CHE HO CAPITO MALE IN LIVESICILIA, CHE HO CAPITO MALE IN LASICILIA, CHE HO CAPITO MALE IN CASTELBUONOLIVE E CHE TUTTI GLI ALTRI HANNO CAPITO B6ENE.

    ANCHE SE NESSUNO ME LO DOVESSE CONFERMARE…. LA VERITA’ E’ CHE A ME NON INTERESSA DA TANTO TEMPO QUALE SIA IL PENSIERO DI QUEL NOI CHE E’ UN IO ED IO SOLTANTO.

  2. Alex ha detto:

    Tutta questa storia è una grande vergogna per il nostro paese.

  3. Saverio ha detto:

    Signor Sindaco il problema e che ” U putiaru zoccu avi abbania ” lei vende solo fumo…

  4. Emigrato ha detto:

    Secondo me altro che silenzio !!! Per rispetto alle vittime si dovrebbe gridare e fare di tutto per far capire a chiunque che nessuno starà con le mani in mano di fronte a questa vergogna!! Non credo che le vittime vogliano che ci sia silenzio credo vogliano che questi accadimenti non si ripetano più da nessuna parte…poi non si capisce chi sono le vittime per il signor sindaco da come scrive sembra che siano gli indagati e ciò è sinceramente vergognoso!!

  5. Claudia Di Giorgi ha detto:

    Non si può che prendere le distanze da quanto accaduto. Non si può non sperare che molte delle persone coinvolte non avessero avuto sentore di niente e capito cosa stesse succedendo.
    Il mio pensiero va alle povere vittime ed ai loro familiari, umiliati e privati di ogni dignità, maltrattati.
    E va anche a tutti coloro che, ogni giorno, si prendono cura degli ammalati e degli anziani con grande umanità, con dedizione e professionalità, facendo del proprio lavoro una missione.
    Il resto è assolutamente inaccettabile.

  6. Enzo Biundo ha detto:

    Secondo l’inquilino pro tempore di via S. Anna, sono sempre gli altri a sbagliare, sono sempre gli altri a non capire, sono sempre gli altri a fare confusione, questo perché rubano la cultura dai libri.
    Ogni tanto dillo ho sbagliato, non ho capito, ho fatto confusione, usa la prima persona singolare.
    In questa vergognosa situazione che si è venuta a trovare la nostra comunità, il dovere del sindaco è quella di tutelarla, quindi ci si deve costituire come parte civile.

  7. Il parolaio ha detto:

    Il Sindaco di Castelbuono, nella qualità di primo cittadino, se intende davvero tutelare la dignità e la integrità etica e morale di “tutti” i castelbuonesi che rapprasenta, ha soltanto una possibilità  per farlo con autentica onestà intellettuale.
    Chiedere scusa alle fragili  vittime della abominevole vicenda e ai loro familiari e, conseguentemente, dichiarare pubblicamente che è sua doverosa scelta costituirsi parte civile nell’eventuale processo  che verrà istruito per l’accertamento delle diverse  responsabilità degli imputati. Senza se e senza ma. Punto e basta.

    • Antonio ha detto:

      se il comune non ha erogato finanziamenti alla struttura, se non ha con essa convenzioni, accordi o via discorrendo, la costituzione come parte civile chiede di essere considerato solo in termini di parte lesa per l’immagine diffusa sui medi, in concomitanza all’accertamento dei fatti di rilievo penale (presunto sequestro di persona, violenza privata ecc.ecc.). e dee incaricare un legale all’uopo designato. non è dello che l’istanza venga accolta in ogni caso in assenza di connessioni dirette rivenienti dal fatto. poi se si vuole fare propaganda, è altra cosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.