Il Comune di Castelbuono muove i primi passi per la costituzione delle comunità energetiche

Forse ti piacerebbe leggere...

5 Commenti

  1. Grillo scrivente ha detto:

    Ma come mai il ministro dell’ecologia e dell’energia non ci ha ancora ristorati portandoci il suo verbo fatto di competenza e saggezza in materia? Lui che è sempre sul pezzo come mai sta zitto?

  2. Antonio ha detto:

    scritto così potrà sembrare accattivante, ma la corrente la dovete produrre. A spanne servono 3-5kW di impianti FV installati a unità abitativa con relativo pacco batterie se si vuole far andare la cosa. Significa avere A SPANNE 30-50 mq di tetto orientato a sud coperto di pannelli fotovoltaici, e poi trovare posto al chiuso e separato da casa per le batterie (che non durano eterne, si pensa di riutilizzare quelle delle auto come seconda vita secondo i nostri ILLUMINATI politicanti).

  3. Tesla ha detto:

    Siete riusciti a scrivere di aria fritta, come al solito! Come pensate di creare energia visto che la soprintendenza in tutto il paese ancora oggi non permette l’istallazione di pannelli fotovoltaici? State pensando alle pale eoliche?!? Pianteremo tutti la colza in campagna? Oppure dovremo tutti mangiare fagioli per produrre gas? Chiedo per un amico.

    • Edison ha detto:

      Chiedilo pure a quelli della Costituente visto che hanno annunciato in pompa magna che posso mettere il fotovoltaico in centro storico. Peccato che poi mi informo all’ufficio tecnico e mi fanno capire che non ne darà autorizzazione la Sovrintendenza.

      Messaggio per Antonio, chi monta i pannelli con le batterie ne mette poca energia in rete (perché la usa per se magari la sera), quindi solo quelli con i pannelli senza batterie darebbero un contributo in energia.

      • Antonio ha detto:

        immettere energia in rete oggi è più che scoraggiato, si deve puntare su autoconsumo o comunità energetiche purchè si capisca come debbano funzionare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.