Il comune di Gangi è il comune più anziano della provincia. Al terzo posto Castelbuono

4 Commenti

  1. vincenzo ha detto:

    Gangi, come tutto il resto del Meridione, ha subito dall’unita’ d’Italia solo danni. Sotto i Borboni il Sud era all’avanguardia in gutti i campi. Non dimentichiamo che la prima ferrovia d’Italia e’ stata la Napoli-Portici. Le citta’ del sud erano delle perle visitate e ammirate dai regnanti di tutta Europa. Poi venne Garibaldi e l’unita’ d’Italia e trasformo’ il Sud in una fogna. E ancora abbiamo avuto il coraggio di festeggiare il 150* dell’unita’. Anno di lutto, non di festeggiamenti!

  2. vincenzo ha detto:

    E ancora… Cosa abbiamo avuto dall’unita? Solo tasse per arrichire l’allora povero nord e due terribili guerre mondiali.

  3. francesco ha detto:

    Questo dato ci deve far riflettere, concretamente si tratta di un dato allarmante. I nostri politici invece pensano al distretto turistico. Un salotto, o altro carrozzone burocratico dove si possono pianificare chiacchiere, chiacchiere, chiacchiere, infinitamente chiacchiere.

    • Antonio ha detto:

      è inevitabile, l’età media avanza inesorabilmente perchè le condizioni economiche rendono difficile una natalità almeno in pareggio, perchè i giovani vanno via, anzi scappano via, e chi rimane sono solo i pensionati che non hanno motivi economici per lasciare, quando anch’essi non vanno a raggiungere i figli.
      la previsione tra venticinque anni, diciamo 2040 sarebbe interessante.mi aspetto un dimezzamento, con paesi che saranno centri fantasma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.