Il degrado dell’area artigianale di Castelbuono – Segnalazione e foto

Forse ti piacerebbe leggere...

11 Commenti

  1. Guy Fawkes ha detto:

    La cosa più paradossale è che i capannoni sono proprio al lato dell’isola ecologica di piano marchese!!! È proprio vero, il posto più buio è ai piedi della candela!!!

    E noi paghiamo!!!!

  2. Antonio2 ha detto:

    Ma nel 2012, in piena campagna elettorale, l’allora sindaco Mario Cicero non fece un’inaugurazione della zona artigianale in pompa magna con intitolazione di alcune vie?

  3. ANTO ha detto:

    PASSATO SEMPLICE O FUTURO REMOTO
    E FU’ COSI CHE MORI L’ARTIGIANATO E LO SVILUPPO A CASTELBUONO.
    ADESSO FATECI UNA STALLA PER ASINI.
    LA COLPA DI 20 ANNI DI CHIACCHIERE SULLA MUNNIZZA E IL PAESE ANDO’ A PASSO D’ASINO

  4. Topo ha detto:

    Ma i capannoni sono in Via Nardo Sferruzza?, in Via Benedetto Alessandro? in via Antonino Di Galbo? in Via Giuseppe Gesani?

  5. Elettore castelbuonese ha detto:

    È meraviglioso che qualcuno finalmente mette queste bellissime foto nel Web,pensate che nelle grandi mente pensante dei nostri dilettanti politici ,questo sarebbe stato il polo artigianale del comune di Castelbuono.
    Mi addolora dire che sono già passati i primi 30 anni,è ancora quanti anni devono ancora passare per realizzare il Sogno, che rimarrà sempre un grande Sogno………

  6. Antonio2 ha detto:

    Purtroppo Castelbuono non è esente dar “morbo” delle incompiute o delle nemmeno cominciate come la ristrutturazione del Teatro Le Fontanelle.

  7. Giuseppe ha detto:

    E’ l’esempio lampante della inettitudine della classe politica castelbuonese degli ultimi decenni.
    Conservate queste foto e sbattetegliele in faccia l’anno prossimo quando ritorneranno a farsi vivi per richedervi nuovamente il voto!

    • Antonio2 ha detto:

      La risposta è sempre la stessa, un “format” della politica italiana e siciliana: “LA COLPA E’ DELL’AMMINISTRAZIONE PRECEDENTE”. La colpa è sempre di un altro. Così come sta facendo oggi l’amministarazione attuale col pandemonio creato con le fatture dell’acqua 2014 e 2015: lo scarica barile.

      • Giuseppe ha detto:

        Ho detto degli ultimi decenni, non le precedenti. Tutti inclusi e nessuno escluso, anche se, nel caso del disastro dell’area artigianale, le cause hanno radici profonde.
        E l’intitolazione dei viali dell’area artigianale sono un’ulteriore dimostrazione del livello infimo dei politicanti locali. Si accorgono ad un tratto che esiste l’area artigianale e che può essere utile a strappare qualche voto alle famiglie degli “intitolati”. Maldestro tentativo, evidentemente non riuscito, infatti hanno perso lo stesso e finché continueranno con questa logica perderanno sempre. Purtroppo, chi perde di più, è sempre Castelbuono.

  8. Ivan Schimmenti ha detto:

    Appena acchiano a sinnacu ia…………………………………………………..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.