Il “finto sviluppo” delle Madonie. In vent’anni via 11mila persone. Il reportage del Sole24Ore

Forse ti piacerebbe leggere...

3 Commenti

  1. La Verità ha detto:

    Ringraziamo Sosvima, Gal, Pit, Pist, Ente Parco, ecc. e tutti i carrozzoni a cui si sono attaccati i sindaci delle Madonie, specialmente chi ha fatto più di un mandato

    • Antonio ha detto:

      l’articolo riprende evidenze che in questo blog sono state spesso riportate. A partire dalla demografia. Basta guardarsi intorno e fare un piccolo censimento tra familiari e compagni di scuola. L’esodo è iniziato già negli anni ’90 sotto tono, allora l’art.23 cercò in modo errato di trattenere la generazione dei nati sulla metà degli anni ’60. Dopo il 2000 ha assunto un carattere impetuoso, interessando la generazione nata dalla metà degli anni ’70. I nati anni ’80 sono in gran parte via. Soldi buttati a palate, senza infrastrutture, senza reti dati, senza acqua dal rubinetto…come più di uno hanno scritto guardare il sito ISTAT

  2. Cuntintizza ha detto:

    Ma i prodigi decantanti dal camion li vedremo i prossimi 5 anni??? Perché i 25 trascorsi hanno portato a questo. Ne sono bastati saltare 5 ed è decollata la zona industriale. Sempre nei 5 non è mai mancata l’acqua. Oggi vorrei sapere con dati alla mano cosa ha fatto nelle sorgenti? Anche a riparare perdite o migliorie demagogiche vorrei sapere nel dettaglio i costi gli interventi fatti. È bello iniziare a sentire chiacchiere e tabaccheria i lignu, perché si sa l’opposizione non ci sta, e si può dire di tutto. Che tristezza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.