Il Gruppo di Minoranza lascia i posti a destra della Presidenza del Consiglio al Gruppo di Maggioranza

Forse ti piacerebbe leggere...

10 Commenti

  1. Coerenza portami via ha detto:

    La Costituente non vuole sedersi a destra perché vuole i posti a sinistra e poi come lista civica vota i grillini che non sono né di destra né di sinistra!

    Ma a sto punto dove si siederanno? Ncapi a carteddra a munnizza?

  2. Amico ha detto:

    Scusate ma allora stani addritta o s’assittini vicini e bagni…chiedo per un amico…

    • tempore diluvii omnia strunza natant ha detto:

      il tuo modo di scrivere, di muoverti, di vivere, di aprire la bocca ti connota come uno che non è mai uscito dal bagno

  3. Se il colore politico conta ancora qualcosa ha detto:

    La Costituente è una lista civica e, come tale, non ha dato indicazioni pubbliche di voto, perché eterogenea e senza connotazione partitica.
    Alcuni (sottolineo: alcuni) dei suoi componenti hanno sostenuto, alle regionali, un validissimo candidato 5 stelle, impegnato, tra le altre cose, nella strenua difesa della sanità pubblica. Un tema, questo, che più di sinistra non potrebbe essere. E apertamente di sinistra sono tante battaglie portate avanti (non senza difetti, per carità) dal Movimento di Conte.
    Il gruppo de “I democratici di Castelbuono”, sin dalla recente campagna elettorale per le Comunali, si è professato di “sinistra”, Sindaco in testa. Ebbene, in occasione della campagna elettorale per le Regionali, appena conclusa, alcuni esponenti (non tutti) di questo gruppo di “sinistra”, hanno fatto dichiarazioni di voto, a mezzo social, del tutto in antitesi con la storia dei Democratici.
    Cosa legittima, ci mancherebbe altro, ma doverosamente sottolineata dalla Costituente, per ricordare a tutti che la disaffezione per la politica (vedi alto astensionismo) passa anche da queste virate a 360 gradi. Che disorientano e lasciano, come minimo, perplessi.
    Qui sta l’incoerenza dei Democratici, non certo della Costituente.

    • Ex grillino pitralisi ha detto:

      “….un validissimo candidato 5 stelle impegnato, tra le altre cose, nella strenua difesa della sanità pubblica!!!!”

      Ahahahahhahahahahaha

      A Cerami cu un lu canusci cari l’accatta!!!! (E infatti “alcuni” della Costituente l’accattari senza canuscili veramenti!)

  4. soldato giapponese ha detto:

    Discorso completamente sconclusionato e fuori luogho. Poi il richiamo agli articoli citati della costituzione, sic !! stendiamo un velo pietoso, vogliono darsi arie di intellettuali ma verso chi o per chi, o ferse meglio dire contro chi, la destra. Il mentore è sempre chi che non perde occasione di tirare fuori il suo essere un “compagno”. Meglio informarlo che il partito comunista e scomparso da un bel pò.

  5. CoCoRita ha detto:

    Purtroppo parecchi Castelbuonesi non sono educati nè all’importanza dei simboli, nè a coerenza e serietà… e la prova ne è che il trasformismo non viene neppure notato… non c è la destra nè la sinistra qualcuno cantava… attuale più che mai. Quello che conta è il partito che soddisfa le proprie esigenze, dimentichi la la vera politica è il perseguire il bene comune, mai gli interessi di parte.

  6. Malmostoso ha detto:

    Noto, senza stupore ma con amarezza, che per molti commentatori non è un problema aver visto l’amministrazione e la maggioranza distribuirsi ai quattro punti cardinali, senza fare una piega o provare imbarazzo, senza risparmiarci appelli sui social, foto, dichiarazioni di stima e riconoscimenti di “perbenità” e di “figliolanza” castelbuonese. Per i tifosi del sempiterno MC, è noto, “non si votano i partiti, si vota la persona”! E che fortunati che siamo di avere LUI, l’UNTO, l’UOMO DELLA PROVVIDENZA, in cui tutte le contraddizioni si annullano e si ricompongono in un quadro di fedeltà totale e incondizionata. Livorosi, malmostosi, arroganti e intellettualoidi sono coloro che chiedono comportamenti, se non coerenti, almeno conseguenziali.

  7. Antonio2 ha detto:

    Quindi “La Costituente” non è una lista civica (senza colore politico), ma un partito dichiaratamente di sinistra.
    Magari bisognava comunicarlo anche agli elettori durante la campagna elettorale di giugno!
    Cmq, la vittoria nazionale di Fratelli d’Italia, più che “confusione”, mi sembra che abbia fatto chiarezza e spinto chi si “nascondeva” dietro migliaia di liste civiche ad abbassare la “maschera”.
    Quanto accaduto al consiglio comunale di Castelbuono ne è un esempio.
    Per chiudere, in queste dichiarazioni vedo, con dispiacere, solo tanta fuffa ideologica priva di totale sostanza che La Costituente poteva tranquillamente risparmiarsi. Infatti anche nei mesi scorsi Fratelli d’Italia sedeva alla destra del Parlamento. E faccio pure notare che il fascismo è morto e sepolto dalla fine del 2° conflitto mondiale.
    Di contro ci sono ancora oggi diversi regimi totalitari dichiaratamente comunisti dove libertà e diritti civili non esistono (Cina, Corea del Nord, Cuba, Laos, Vietnam,…).
    Buon lavoro alla Costituente che spero presto impegnata in diverse “battaglie concrete” per Castelbuono.

  8. Mah! ha detto:

    Molta, molta confusione fra lista, partito, colore politico. Ma secondo lei uno come l’ingegnere Prisinzano che è stato anche segretario PD che maschera doveva abbassare? E il candidato a sindaco che ha pubblicamente dichiarato per chi ha votato nelle ultime consultazioni elettorali dietro quale schermo si è nascosta?
    il passaggio su FdI seduti a destra del Parlamento per quanto mi sia sforzato non l’ho capito. Qualcuno ha detto il contrario?
    Quando parla di regimi totalitari di un solo colore semplicemente smaschera il suo proclama come assolutamente di parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.