il sindaco Cicero e Le Fontanelle: un passo avanti e due indietro

Forse ti piacerebbe leggere...

8 Commenti

  1. Schifiato ha detto:

    Che schifo! Tante ore di inutili chiacchiere e di bugie. Assoluto asservimento dei consiglieri di maggioranza nei confronti del loro capo e contro l’opinione di tutto il paese. Maggioranza di che poi? Non vi vuole più nessuno!

  2. puri come colombe, scaltri come serpenti ha detto:

    no vabbè, ma l’apertura del capogruppo Sapuppo la vogliamo analizzare? una palumma senza feli e tutti ci sono cascati, che interventi soft, che complimenti a destra e a manca… ma allura ull’ati capitu, fedelissima del re è

    • scaltri come serpenti proprio no ha detto:

      Non so se ha fatto ridere di più l’apertura o la chiusura della signora Sapuppo.
      Nella prima seduta voleva sembrare la nonna di cappuccetto rosso ieri sera ha fatto vedere chi veramente si nascondeva dietro di lei.

  3. pentito di averli votati ha detto:

    Ci speravo che i consiglieri si calavano con autorità nel ruolo per cui erano stati eletti , quello di ascoltare le istanze dei cittadini e controllare la realizzazioni del programma , sognavo un’ atto di coraggio su questa vicenda che ha creato una ferita profonda , ma ancora una volta i consiglieri del sindaco non si sono dimostrati all’altezza del ruolo che ricoprono , dovevate stoppare il vostro leader che in questi passaggi delicati e per certi versi drammatici ha perso la statura di leader .

  4. Falegname ha detto:

    Chi crede alle “aperture” di questi è veramente “chiuso”. Ma veramente dopo quattro anni ancora non avete capito con chi avete a che fare?

  5. Giuseppe ha detto:

    la sensazione è che la seduta sia stata come un mezzo di distrazione di massa, per raffreddare il clima politico che stava cominiciando a portar via consensi al primo cittadino in carica. In tal senso dovrebbe vedersi come un’operazione di immagine, con la quale si tappa la bocca ai non addetti ai lavori, facendo passere una verità percepita quale:”alla fine il sindaco ha accettato alcune delle proposte di questo benedetto comitato, per cui risolta qua…”. In tal modo si disinnescherebbe la potenziale “PERCEZIONE” (SCUSATE IL TERMINE ABUSATO, MA OGGI SI RESTA A QUELLO) sulla massa elettorale di un comportamento non apprezzato.
    La realtà è che sono chiacchiere, sinchè non sarà ufficializzata una variante progettuale, sulla quale potrà giudicarsi se il salvabile sia stato salvato.
    Onestamente a mio parere per averlo visto sempre, cominciando da bambino in cui ci stava magicamente il cinema, le fontanelle non mi sembra quell’obbrobrio o quel mostro cosi vilipeso. Risolta la copertura, la voumetria la lascerei, ristrutturando il salvabile. Ma, si sa, de gustibus disputandum non est.

  6. Democratici solo per nome ha detto:

    L’unica (magra) soddisfazione si avra’ alle prossime elezioni, quando pero’ molti danni saranno gia’ stati fatti, ma almeno i cittadini avranno detto (e fatta valere) la loro!

  7. Nicolo Piro ha detto:

    Si ascoltino le proposte di ingegneri e architetti che la dovrebbero sapere pi*u lunga di quelle dei cittadini. Inoltre il Signor Mario Cicero la deve smettere con le sue petulanza, ignoranza, saccenteria e narcisismo. Che sia chiaro una buona volta per sempre: le decisioni – a tutti i loro livelli – sono democratiche,. se espresse da cittadini „maggiorenni“ , nel senso kantiano, e non da proletari e precari. I tempi, quando il Sindaco Luigi Carollo 10 minuti prima del Consiglio si permetteva di dire di andare ad „erudire i pupi“ sono ormai lontani. Cicero si comporta come un commissario del popolo di bassa tacca, stile ex UdSSR, senza avere ancora, purtroppo per lui, avere la minima idea (buona e/o cattiva) di Comunismo. Che vade retro, per favore. A provvedere alla redazione di un PRG per il cimitero (esiste una normativa in proposito) e ad affidare le urne cinerarie In lotticini di terreno di 1×1 m. della provvederanno sindaci più seri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.