La Flai Cgil Madonie scrive alla redazione di Report in merito al servizio sui forestali Siciliani

Forse ti piacerebbe leggere...

7 Commenti

  1. lucullo ha detto:

    morale della favola: siamo fannulloni ma in sicilia c’è di peggio quindi non prendetevela con noi…..

    cos’i pazz!!!!

    Scrivete e spiegate anche a report il meccanismo del doppio lavoro in nero, del sussidio di disoccupazione e degli assegni familiari…. anzi visto che ci siete scrivetelo pure alla GDF!!!!!!!!

    VERGOGNATEVI!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Vincenzo ha detto:

      ci piacerebbe anche a noi leggere il documento a Sua firma ove si “denunciano” fonti di sperpero.poichè l’invio al un programma TV presuppone l’intento di scoperchiare tali vasi di pandora tramite diffusione ad un largo pubblico

      • lucullo ha detto:

        Lo sanno pure le pietre come stanno le cose non solo a Castelbuono ma in tutta la Sicilia!!!
        basta farsi una passeggiata al bosco per vedere quanto alacremente lavorano gli operatori forestali, tutti occupati a farsi il callo sotto il mento!
        ma mi faccia il piacere!
        l’unica denuncia che potrei firmare io sarebbe quella in cui spiego come in nero questi signori, nei periodi di non attività al bosco, fanno prezzi stracciati per attività del tipo artigianale danneggiando quei poveri fessi che pagano le tasse e cercano di lavorare onestamente.
        Cosa fà signor Vincenzo(Capuna) nega l’evidenza per un pugno di voti?

  2. Antonio ha detto:

    Non capisco la relazione tra la velocità di accrescimento delle specie vegetali e il fabbisogno di manodopera!
    Specie ad accrescimento lento si trovano sia al Nord sia al Sud d’Italia.

  3. controcorrente ha detto:

    D’altra parte la CGIL ha la maggior parte dei forestali che pagano l’adesione- non potrebbe fare diversamente!!!!

  4. Antonio2 ha detto:

    Alla CGIL piace fare l’avvocato del “diavolo”.

  5. Ciò che si vede è vero, ma ciò ke nn si vuol vedere è ancora più vero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.