L’Amministrazione Comunale di Castelbuono ha aderito alla carta dei Comuni Custodi della Macchia Mediterranea: “un grido di allarme per custodire il nostro futuro”

Forse ti piacerebbe leggere...

7 Commenti

  1. Giuseppe ha detto:

    Ed il Pacco delle Madonie no?

  2. Occhio ha detto:

    Visto l’alto tasso di industrializzazione dei comuni aderenti possiamo tirare un sospiro di sollievo e fregarcene dell’America e trump, problema co2 risolto a Castelbuono, altro che Parigi.. per curiosità…Quanto ci costa sto scherzetto…presumo che ogni comune organizzerà incontri…x cui una volta qua poi là… benzina, missioni ecc… però salviamo il mondo!

  3. Giuseppe ha detto:

    La solita aria fritta.
    Ricomincia la stagione delle inutili (e costose) passerelle.
    Il comune non ha nessuna competenza riguardo la protezione della macchia mediterranea, essendo preposto un ente superiore, il Parco delle Madonie, che, guarda caso, non ha ancora aderito.
    Scommetto che il numero dei presenti sarà inferiore al numero dei comuni aderenti, diciamo una trentina, giusto per essere ottimisti.
    Infine, sarebbe pure interessante conoscere il costo della manifestazione.

  4. Giuseppe ha detto:

    Qualcuno c’è stato?
    Qualcuno sa quanti erano i presenti?
    Hanno salvato il mondo?
    È stato un successo o l’ennesimo flop?
    Sarebbe interessante saperlo e sapere pure quanto è costato.
    Attendo notizie.

  5. Affollamento ha detto:

    Gentilissimo Giuseppe, mi dispiace per lei, ma si è sbagliato di grosso. Non erano trenta i partecipanti, ma molto meno. Sembrava più una riunione del direttivo dei democratici per Castelbuono. Loro sì che c’erano tutti. Degli altri comuni aderenti alla carta dei custodi della macchia mediterranea erano ben pochi.
    Chi si vuole passare il tempo a contarli, può guardare le foto qui https://www.facebook.com/CartadeiComuniCustodidellaMacchiaMediterranea/photos/a.1973785662841354.1073741834.1457688471117745/2031980003688586/?type=3&theater
    I presenti si vedono tutti. Non si vede quanto ci è costato l’evento. Le foto si commentano da sole…

  6. La Cina è vicina ha detto:

    Ora appena c’è un qualsiasi appuntamento tutti sono chiamati a raccolta. Non è difficile in una conferenza di letteratura o di argomenti complicati trovare qualcuno che prima non si era mai visto a san francesco o alla badia.
    E’ la rivoluzione culturale

    • Mala Fiura ha detto:

      E’ vero. D’altronde, che dovevano fare? Se non c’erano i fedelissimi, la platea sarebbe rimasta completamente vuota. Come si vede dalle foto, di estranei c’era solo, in ultima fila, la custode del museo. Un’altra soluzione sarebbe stata quella di pagare delle comparse ah, ah, ah. Anzi no, non c’è da ridere, c’è da piangere, sigh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *