Le Primarie del Centrosinistra sono state un esercizio di democrazia

19 Commenti

  1. Enzo Minà ha detto:

    immensa democrazia…
    ma i 1.106 euro che avete “raccolto”…
    li spedirete a Bersani e/o a Renzi?
    spero qualcosina venga dato pure al “povero” Bruno Tabacci!
    O forse… erano schede elettorali dorate?!
    insomma… non per far polemiche,
    ma è mai possibile che nessun esponente del CentroSinistra spieghi agli Italiani a cosa siano serviti questi 7milioni circa di euro “incassati” per ste primarie?!

    • anonimo ha detto:

      Lei parla sempre e solo di soldi.
      Mai che riesca a partorire qualcosa che la faccia volare un pò più in alto.
      I soldi..i soldi…ma meglio prenderli da donazioni, di 2 euro in 2 euro, che farseli dare dal padre padrone di turno!!

      • Enzo Minà ha detto:

        Avevo premesso, che la mia osservazione non era per far polemica. La mia era una semplice domanda; alla quale, presumo, sia democratico e giusto (e anche conveniente… per il PD), dare una rapida ed esaustiva risposta.
        Ciò, chiaramente, vale oggi per il Pd, così come varrà un domani per qualunque altro Partito. Credo sia diritto di ogni cittadino sapere che “fine” fanno i propri soldini.

        • anonimo ha detto:

          Scusi ma ancora non riesco a capire la domanda.
          Chi andava a votare speva che doveva donare almeno due euro al partito.
          Quindi sapeva che i soldi vanno, appunto, al partito.
          Quindi non mi può dire che non voleva fare polemica!
          Poi i soldi, immagino, saranno ripartiti fra i partiti della coalizione che si rifaranno delle spese per l’organizzazione delle primarie.
          Non capisco cosa ci sia di coì malvagio in tutto questo.

          • Enzo Minà ha detto:

            ok grazie “signor anonimo”, questo volevo sapere. Però, mi scusi, sinceramente… non sembra anche a lei che siano un po troppo tutti sti Milioni di Euro per organizzare delle Primarie… che certamente non arrichisce nessuna Azienda o Famiglia Italiana?!!!

          • controcorrente ha detto:

            ma già il partito non ha i soldi del finanziamento o come si chiama pubblico?

    • bartolo ha detto:

      hai mai sentito parlare di organizzazione? crede forse che metter su una macchina come quella delle primarie costi “una para” delle sue monete autoctone?!? si cade dalle nuvole… si cade….

      • marchese del grillo ha detto:

        In tempi di crisi, in tempi in cui 5000 lavoratori dell’ILVA vanno a casa, il rimborso elettorale ai partiti è scandaloso. Con i soldi pubblici si pagano le spese che i partiti sostengono ma non in maniera proporziona. Così negli anni i partiti hanno accumulato fortune che i Lusi di turno dilapidano. Allora Monti che fa? Porta in senato una finanziaria che taglia sempre e soltanto nei soliti posti, l’impiego pubblico, la scuola, la sanità insomma quello che serve ai cittadini. La riflessione nasce spontanea: ma per le primarie i soldi del rimborso elettorale non bastavano? No perché le primarie sono state organizzate da una coalizione! Ma la coalizione non è fatta da partiti costituiti? Io ho votato perché sono sempre stato di sinistra ma ho il coraggio di ammettere che il vecchio ideale di sinistra non ammetterebbe mai meccanismi del genere. Se un sistema è sbagliato, lo è indipendentemente dal colore che ha:

        • anonimo ha detto:

          Certo che come siamo bravi noi a sinistra a darci le martellate sulle gengive, nessuno al mondo.
          Per una volta che si sa dove un partito prende i soldi, non va bene perche’ l’Ilva, perche’ Monti, perche’ Lusi….ma piffauri!
          Quando sento certi discorsi mi rendo conto che uno come Berlusconi ce lo siamo meritato. Vergogna!

          • marchese del grillo ha detto:

            Se una cosa è sbagliata lo è sia se la fa Berlusca sia se la fa uno dei nostri, non scordartelo mai. Se ci adeguiamo alla mentalità comune delle logiche di partito, del clientelismo di destra o di sinistra, dei finanziamenti mal gestiti finiremo per avere la credibilità di Angelino Alfano

        • Enzo Minà ha detto:

          giustissimo!

      • Enzo Minà ha detto:

        per macchina ti riferisci al CAMPER di Renzi?!! ah ok ora capisco…! 🙂

  2. pippo ha detto:

    Il Segretario del PD locale scrive che hanno votato “ben 553 persone”.Non mi sembra un successo, se solo si fa caso che alle ultime Regionali il PD ha riportato 726 voti e la lista Fava 385,complessivamente, quindi,1111 voti.Se poi mettiamo nel conto che hanno votato, alle primarie, anche persone notoriamente “di destra”…..Possiamo dire di non essere stati particolarmente attraenti?

    • anonimo ha detto:

      il fatto che parliamo di competizioni elettorali diametralmente opposte, per lei, non vuol dire niente, vero?
      basta solo fare polemiche, e “la pillola va giu'”!

  3. Ma mi chiedo, se fosse il nostro sindaco che invece di fare il suo dovere quotidiano (e qui so già quale sarà la vostra espressione in viso!), ma ammettiamo che lo faccia al 100%! Ed all’improvviso iniziasse un tour in giro per l’Italia perché gli si propone l’opportunità di ambire ad una carica migliore (per lui? O per noi?) possibilmente trascurando il nostro paese (picchi camora!!!) il partito avversario in questo caso (“guarda caso”) il Partito Democratico Castelbuonese come si comporterebbe? Cosa farebbe?

    Io credo che farebbe fuoco e fiamme, comunicati, Consigli Comunali d’urgenza, articoli etc. etc.

    E invece anche qui in paese tranquillamente si sostiene “l’Omo Novo”! Che invece di pensare alla propria città (smentendo il se stesso del 2009 che diceva che un eletto dovrebbe portare a termine il proprio mandato) a bordo di un camper (Ops! Guarda caso!) si è girato mezza italia (In realtà si faceva gli ultimi cento metri, di solito dagli aeroporti fino al luogo dei comizi!) lasciando praticamente la città di Firenze a se stessa!

    Per non parlare poi del partito in generale!

    Rappresentato dalla migliore politica di destra (non ho sbagliato! Per me il PD non è diverso dal PDL!) che come tale beneficia dei rimborsi elettorali (di cui sappiamo che fine fanno! Penati docet!) e visto proprio che quest’ultimi non bastano (per organizzare le primarie si fanno rimborsare le spese dagli elettori stessi!)

    Allora io mi chiedo, a che è servito fare un referendum per abolire i finanziamenti ai partiti? Io sto iniziando a pensare che Beppe Grillo ed il MoVimento 5 Stelle hanno torto a fare battaglie per togliere i soldi dalla politica, tanto poi c’è chi gli e li da spontaneamente,

    Pur non sapendo che fine fanno!
    Pur sapendo che lo stesso partito appoggia Monti che li sta dissanguando!
    Pur sapendo che è incostituzionale indicare un premier, visto che il Presidente del Consiglio per legge viene scelto dal partito o dalla coalizione che riceve la maggioranza dei voti ed al quale il Presidente della Repubblica darà mandato dopo le consultazioni!

    Quindi vorrei capire quale illusione, oramai, negli ultimi anni si è voluto dare, ispirandosi erroneamente agli Stati Uniti, quando palesemente il bipolarismo ha fallito ed è noto che noi non possiamo eleggere direttamente il Presidente del Consiglio (E manco quello della Repubblica se per questo!)

    Inoltre col “porcellum” non possiamo manco scegliere i parlamentari!

    Però con le primarie abbiamo l’illusione di scegliere il premier! Pagando!

    Inoltre la rendicontazione di queste spese è pari al terzo mistero di Fatima!

    E visto che Renzi dice che sul suo sito è tutto pubblicato, mi chiedo cosa ne pensa qualche suo fervente sostenitore castelbuonese di pubblicazioni di spese pubbliche?

    Il quale sollecitato varie volte non ha mai dato una chiara risposta in tal senso?

    E che i partiti per coerenza….ma come si dice “tutto è puro per i puri!”

    Ed ora che si aprano le danze nei commenti! A voi la palla!

  4. Voltaire ha detto:

    Mes amis,
    le primarie del centro-centro-centro-sinistra saranno state pure un esercizio di democrazia, ma il comunicato del segretario appare un esercizio di spericolato equilibrismo. Innanzitutto perché il segretario cerca di secretare alcune lacerazioni interne al PD e segnatamente quella fra bersaniani e renziani autoctoni.
    Adesso, segretario, con quelle mani della foto(che tanto ricordano il sim sala bim) non tenti giochi di prestigio dell’eloquio perché basta leggere il comunicato diramato ieri dalla FLY-CGELLE (e qui pubblicato), nel quale l’enfant prodige Matteo Renzi e Lucie non viene menzionato neppure una volta, per capire quali “sospiri pianti ed alti guai” risuonan per l’aere sanza STELLE del PD.
    Quando la FLY CGELLE proclama “è finita un’epoca a Castelbuono” secondo voi si riferisce all’epoca dei gelati a pezzo da Cammarata? Si riferisce a Tumminello? A Renzi? O, invece, ai suoi ambasciatori locali della rottamazione?
    Ancora, cosa si deve intendere con la seguente frase, toujours FLY, “e se c’è qualcuno che ha usufruito del voto degli elettori di destra, partecipanti alle primarie, non sono stati certo Vendola, Bersani, Puppato e Tabacci”?
    In secondo luogo, questo trionfalismo per il modico numero di 553 votanti (compresi gli ultranovantenni che, spontaneamente, si sono recati al seggio e gli intercettati davanti casa Speciale che, amichevolmente, sono stati invitati a salire au premier plan), monsieur le secretaire, mi sembra una operazione da mago dei numeri.
    Senza far riferimento alle regionali, che tanto hanno fatto indispettire Anonimo, vogliamo parlare invece delle primarie del centrosinistra del 2005? Quella cosa fu, in relazione a questa, una folla messianica?
    In ultimo, penso prema a molti sapere quanto segue: se Renzi e Lucie perderanno le primarie, i rottamatori (parliamo di quelli indigeni) verranno rottamati? Ricilcati?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.