L’ex Unità Civica indice un comizio per chiedere le dimissioni dell’assessore D’Anna

Forse ti piacerebbe leggere...

7 Commenti

  1. Irriverente ha detto:

    Siamo messi proprio bene! secondo me all’anno non ci arriviamo.

  2. paolo ha detto:

    Sicuramente se il gruppo ex Unità civica e nella fattispecie se il Signor Naselli e il signor Prestianni sarebbero usciti vincitori dalla campagna elettorale di Antonio Tumminello…….. o ancor meglio se ciò che sperava e che ha chiesto il signor Naselli (ovvero che fosse lui a dover sostituire un altro consigliere o meglio ancora un altro assessore) è indubbio che non si sarebbero allontanati dall’operato e dalle scelte fin qui fatte dall’amministrazione comunale……poi, è davvero meschino scendere a certi livelli solo ed esclusivamente per non essere riusciti a raggiungere certi interessi personali.
    Ora apprendiamo che chiederanno pure le dimissioni di un’assessore….. ma pensano forse che potrebbero essere loro a poterlo sostituire???? sono caduti davvero troppo in basso. poveri loro…..
    State attenti a non prendere un ulteriore cantonata, la prima l’avete già presa con i risultati elettorali…..

  3. Peppe ha detto:

    Io le invettive non le lancio contro nessuno, non mi pia­ce scagliare anatemi, gli anatemi sono espressione di fanatismo e v’è troppo fanatismo nel mondo.

    Ognuno si porta ad­dosso il fardello delle sue ideologie, le sue religioni, le sue convinzioni, giudica le cose in quella prospettiva e basta, e anche per questo il mondo va male.

    Enrico Berlinguer

  4. Antonio2 ha detto:

    A prescindere da come ha operato la nuova giunta comunale di Tumminello. Ragioniamo alla cosiddetta “fimminina”: maggio, giugno, luglio, agosto e settembre. Sono passati appena 5 mesi e il gruppo ex Unità Civica già chiede “le dimissioni di un assessore”, parla di “delusioni e tradimenti rispetto alle promesse di cambiamento espresse durante la campagna elettorale”. Ma 5 mesi non sono un po’ pochi per chiedere già teste su un piatto d’argento e fare bilanci tramite comizi di protesta? Non fa un po’ puzza tutto questo accanimento? Non sarà che le “delusioni e i tradimenti rispetto alle promesse di cambiamento espresse durante la campagna elettorale…” riguardano soprattutto “poltrone” di peso che sono andate ad altre persone anziché a “personaggi navigati” di questa ex Unità Civica. E addirittura anche altre iniziative della neo giunta Tumminello hanno pestato i piedi sempre a qualcuno dei suddetti esponenti? E magari l’ex Unità Civica maschera questi fatti strettamente personali come se le (lo ripeto per l’ultima volta 🙂 ) “delusioni e i tradimenti rispetto alle promesse di cambiamento espresse durante la campagna elettorale…” riguardassero invece tutta la comunità?

    Vedremo cosa si dirà al comizio del 14 ottobre.

  5. aldo 1 ha detto:

    A questo punto credo che la misura sia colma è in atto da parte di Naselli e company una vera e propria strategia del discredito e del fango nei confronti dell’amministarzione comunale e a farne le spese, nel disegno dei voltagabbana, almeno in questa prima fase dovrebbe essere l’ottimo assessore Marcello D’anna; fossi nel sindaco penserei seriamente ad indire un comizio con il quale far conoscere le ragioni e i retroscena del perchè questi signori remano contro l’amministrazione fin dal giorno dopo della vittoria della vera castelbuono in movimento. In questa fase delicata di start-up dell’azione politica-amministrativa le attenzioni del Sindaco dovrebbero di certo rivolgersi altrove, ma la giunta e il Sindaco soprattutto devono mantenere un profilo alto, impedendo che l’immagine e la fiducia che i cittadini hanno nei confronti dell’amministrazione comunale possa essere scalfita da gente che dovrebbe soltanto vergognarsi e tacere. Invece di sostenere il Sindaco in questo momento difficile stanno facendo di tutto per fargli crollare il morale, ma giorno 14 i cittadini Castelbuonesi sono certo che avranno orecchie per sentire e cervello per capire che si tratta solo di panna montata.

  6. elettore castelbuonese ha detto:

    Castelbuono in movimento l’altra faccia, MA è LA FACCIA PULITA O LA FACCIA SPORCA?
    Sono certo che i cittadini di Castelbuono non sono dei fessi, e sapranno valutare con attenzione da che pulpito viene la predica.

  7. ugo ha detto:

    Io che non ho mai chiesto niente dico:
    – Per portare l’immondizia fuori paese avrei speso dei soldi di benzina,(oltre a quelli della tarsu) oltre al fatto che mi sarei incasinato nel traffico;
    – Quando da sopra il “ponte” dovevo andare in via Vitt. Emanuele o in piazza mi “scuddriavu”;
    – Quando vedevo una Lancia K pensavo ai costi per mantenerla; ecc…
    Ora penso che sto risparmiando, il resto solo chiacchiere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.