Lia Romè: “Che fine ha fatto il decoro? Le luminarie sono un’offesa al buon gusto e ai castelbuonesi”

18 Commenti

  1. Idea ha detto:

    Ma il comitato fa da assessorato insieme al centropolis?

  2. un cittadino dalla memoria lunga ha detto:

    Purtroppo sono concorde con quanto afferma la signora Romè quando parla del buon gusto che in questo natale è un assente ingiustificato. Le luminarie installate sono un offesa all’intera comunità, peggio di così non è mai stato. Non conosco le motivazioni che hanno portato alla scelta di questi addobbi, forse i fondi raccolti erano pochi ma ritengo che forse era meglio non mettere nulla piuttosto che realizzare un tale scempio.
    Di contro vorrei ricordare alla signora Romè che negli anni passati, anche quando la stessa faceva parte dell’amministrazione, la gran parte degli addobbi natalizi non sono stati gestiti da chi ci amministrava bensì da uno sparuto gruppo di volontari che si preoccupavano di raccogliere le somme, contattare le ditte, scegliere il miglior compromesso tra le luminarie disponibili ed i fondi raccolti e farle installare in tempo utile.
    Vorrei ricordare inoltre alla signora che quest’anno, come anche negli anni passati, non sono stati i soli commercianti a contribuire economicamente ma tanta altra gente che non ne avrà alcun ritorno economico ma che non apprezza di non essere considerata o peggio esclusa, e lo ha fatto solo per il piacere di vedere il proprio paese vestito a festa.

  3. NOSTALGICO ha detto:

    Una volta, tanto tempo fa, quando eravamo povera gente, i negozi della piazza si adornavano di alberi di natale e presepi che sono il vero e originale segno della festa e una grande gioia per i bambini. Oggi soltanto luci fredde ad adornare gli ingressi dei negozi.

  4. Idea ha detto:

    MA poi scusate, il comitato tutto fare, ha avuto incarico formale? Cioè l’amministrazione ha fatto al comitato la determina di incarico, non solo per adornare il nostro paese, ma anche per riscuotere soldi? A QUEste e ad altre cose dovrebbe rispondere l’amministrazione.

  5. Brava ha detto:

    Brava Lia che ha il coraggio di parlare

  6. Mondo ha detto:

    Il
    Mondo non ci guarderà più, ahimè è stato accecato dalle luci del comitato

  7. Dubbio ha detto:

    Ma ve lo ricordate in campagna elettorale cosa non ha detto il sindaco sulle condizioni di decoro del paese? Ma il comitato da chi è stato votato ?

  8. Giuseppe ha detto:

    Mi ricordo che anche al Castello un lontano Natale é stato adornato con luci e addobbi… Splendido… Forse c’erano più soldi?

  9. La Verità ha detto:

    Penose.
    Si loda la buona volontà del comitato e dei commerciati, ma Castelbuono non meritava questo, come non meritava questa (cattiva) amministrazione.
    Ormai e troppo tardi per piangere sul latte versato. Spero solo che durante questi tre anni e mezzo che gli restano ancora da “amministrare”, non distruggano completamente quello che ancora resta di buono e di bello nel nostro paese.

  10. Mario Cicero ha detto:

    Finalmente!!

  11. incerta ha detto:

    Credo proprio che queste foto non si riferiscono alle attuali luminarie.. correggetemi se sbaglio

  12. Improvvisazione ha detto:

    Improvvisazione pura da parte di questa amministrazione. Prima il portone della casa comunale
    Chiuso. Poi il parcheggio al campo sportivo… per finire a Castelbuono Porte aperte, idea di almeno 20 anni fa, quando il capo faceva l’assessore. C’e Una similitudine con Di Maio, con la sua costante improvvisazione e additare sempre altri se le cose non vanno bene. Tutto il mondo è paese, sarà per questo che il mondo non ci guarda più. Sarebbe opportuno che il sindaco chiedesse scusa ai cittadini per questo anno e mezzo di nullità politica e civica.

  13. Il decoro urbano ha detto:

    Il decoro urbano una volta era rappresentato anche dalla famosa commissione edilizia comunale che subentrava per le costruzioni ed anche per l’arredo urbano. Sintomatico e caratteristico la predisposizione delle lanterne, dei cerchi attorno ai lampioni , degli alberi con le stelle di Natale .. nelle piazze principali ed in quella del castello comunale.il presepe in piazza Margherita…le ciotole di fiori in via s.anna ed in alcuni angoli particolari tutti elementi che ne caratterizzavano il decoro originale di cui tanto parlavano gli attenti visitatori… ora l’indifferenza dei quartieri palermitani riportati a Castelbuono…pensavo che il vice sindaco donna ed architetto avesse contribuito ad un decoro urbano che il paese merita. Ma ognuno ha l’amministrazione che si merita sotto tanti punti di vista!!!

  14. ma mi faccia il piacere ha detto:

    Continui a meditare sulle sue colpe.
    Se oggi il sindaco è il sig. Cicero forse qualche colpa lei c’è l’ha.
    Ora si accorge del decorto urbano?
    Per anni ha fatto finta di nulla.
    E questo è il risultato.

  15. perplesso ha detto:

    In un anno e mezzo di questa aministrazione in cui spesso si sono viste cose quantomeno discutibile (in realtà spesso da rabrividere), mi fa specie vedere che si esce alla carica per delle luci (obiettivamente) tristi. Forse oggi in italia si hanno strane priorità (non il lavoro, non le strade, non le mense, non le scuole, non l’acqua, non la viabilità, non anziani e disabili, non azioni contro droga e alcool, non la sicurezza…), ma le luci e l’albero!!!
    Boh?!?

  16. GIOVANNI ha detto:

    Le luci fioche e disordinate rispecchiano l’oscurantismo e il disordine amministrativo di questa pseudo amministrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.