L’Ufficio Postale di Castelbuono si trasferisce “dietro il castello”

Forse ti piacerebbe leggere...

12 Commenti

  1. anonimo ha detto:

    Scelta di gusto? Ma mi faccia il piacere!

  2. don Abbondio ha detto:

    in paese ci sono ancora vie da intitolare???
    informateci meglio per favore!

  3. Cmq in ogni caso nell’ultimo Consiglio Comunale il Sindaco ha detto che tale ubicazione sarà provvisoria (massimo entro la fine del 2013) nel frattempo provvederanno a sistemare la il vecchio Ufficio Postale! Che in ogni caso ricordo sorgere sempre su terra di riporto!

    Ai posteri l’ardua sentenza!!!

  4. sceso in campo ha detto:

    cmq forse é meglio li che in via geraci!!!!

  5. Cittadino a 4 stelle ha detto:

    L’amministrazione non poteva mettere a disposizione il centro servizi della zona artigianale?
    Considerando che è da sempre “quasi pronta” ma mai PRONTA.
    Il centro servizi é finito e fruibile, ci sono i parcheggi e non costa nulla e forse avremmo potuto avere un affitto dalle poste spa.
    Forse la giunta si é dimenticata che esiste una zona artigianale a Castelbuono.

    • posta! ha detto:

      non credi sia troppo vicino? Ma come, leggo da voi che, i poveri vecchietti (come è giusto che sia) non possono stare fuori ad aspettare il turno e tu li vuoi mandare così lontano??? Un pò di coerenza per favore!

  6. Cittadino a 4 stelle ha detto:

    Da voi chi?

  7. Antonio2 ha detto:

    A Castelbuono ci sono tanti edifici vuoti, disabitati. Ma non si potrebbe sistemare uno di questi ed accomodarlo a ufficio postale anziché installare dei container dietro al castello?
    Cmq, speriamo che stavolta il termine provvisorio lo si rispetti alla lettera. Ormai siamo “vaccinati” e sappiamo che spesso in Italia-Sicilia “provvisorio” è sinonimo di “permanente”.

    MA NESSUNO HA PENSATO, MI RIVOLGO AL SINDACO DI CASTELBUONO, AI RESPONSABILI DELLE POSTE ITALIANE, ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA,… DI FAR PAGARE TUTTO QUESTO DISAGIO E I COSTI DI MESSA IN SICUREZZA DELL’ATTUALE UFFICIO POSTALE, AI RESPONSABILI CHE ALLORA COSTRUIRONO L’EDIFICIO IN UN TERRENO DI RIPORTO?

    A Castelbuono tutti sapevano, ma a suo tempo nessuno (intendo soprattutto chi ne aveva la competenza e l’autorità) fece nulla per impedire la costruzione delle poste nell’attuale sito o quantomeno di far eseguire dei lavori di consolidamento del terreno stesso (palificazioni,…).

  8. gabriel ha detto:

    Dietro il castello è l’unica zona di castelbuono che in questi venti anni è rimasta uguale a se stessa.
    Andare dietro il castello era quasi un tabù. Ci andavano i fidanzati più o meno cladestini, i ragazzini a fumare o sfogliare qualche “giornaletto”.
    Era anche un campo scuola per arrampicate, salti, liti.
    Chi frequentava dietro il castello era considerato un delinquente.
    Era il “dietro le quinte” del paese per usare un linguaggio teatrale.
    Ricordo poi che nelle giornate di vento forte, il castello era la zona più colpita. Il vento ululava attarverso le inferriate. Un vento proveniente dalla direzione di S.Mauro rendeva difficile anche camminare per noi che eravamo ragazzini. Allora aprivamo i giubotti a mo di paracadute e sbilanciandoci in avanti, venivamo sorretti dalle folate di vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.