L’urlo di Tumm

1 Commento

  1. Luigi il grillo ha detto:

    che le contrade siano state inondate di sacchetti di immondizia dopo che sono stati tolti i cassonetti è fuor di dubbio. La maleducazione della gente si è subito manifestata e l’arrivo dell’estate e dei cittadini non residenti avrebbe sicuramente aggravato la cosa quindi a mio avviso meglio i cassonetti che vedere “i vadduna chini di munnizza”. Sarebbe però auspicabile che, con il ritorno dell’autunno e la diminuzione degli abitanti nelle contrade, si ritorni a puntare sul rafforzamento della raccolta porta a porta anche in tali zone e si rimuovano nuovamente le postazioni ecologiche. Ma anche L’ATO deve fare la sua parte dato che non ha certo brillato per la puntualità dei ritiri. Spesso infatti si vedevano i sacchetti giacere per giorni sul ciglio delle strade per la gioia degli animali randagi che ne facevano razzia. Inoltre reputo assolutamente insufficiente la raccolta ogni 15 giorni, un intervallo così lungo spinge gli utenti ad utilizzare i cassonetti (nella migliore delle ipotesi). Perchè non ritirare ogni settimana? ma questa è solo la mia opinione, l’opinione di un cittadino sdegnato dalla politica che però invece di affidarsi alle sole parole di un esponente della minoranza (e quindi assolutamente di parte)per criticare chi ci amministra cerca di ragionare sulle cause di un fenomeno e sulle possibili soluzioni. Credo sia meglio essere propositivi e non distruttivi… e se anche in consiglio anzichè punzecchiarsi a vicenda su tutte le questioni si lavorasse per il bene del paese tutto andrebbe meglio. Ma questa è utopia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.