Mario Cicero assessore a Campofelice

Forse ti piacerebbe leggere...

29 Commenti

  1. Pietro ha detto:

    Ma ve lo ricordate quando, dal palco, sparava a zera sui finanziamnti che arrivavano a Campofelice, per l’estate? Ve lo ricordate quando, sempre dal palco, sparava a zero xon il discorso sull’identita’, nei confronti di Stafano Polizzotto e dell’allora assessore designato Vicari?

    • Tolomeo ha detto:

      e quando il suo nuovo collega Battaglia faceva la controprogrammazione il 26 luglio, e lui ne diceva di tutti i colori che non facevano gioco di squadra?
      Cu e’ cchiu fissa? Carnaluvari o cu ci va dappriessu?

  2. chimico ha detto:

    e come no!! vedremo come si comporterà adesso

  3. Guido ha detto:

    La foto di copertina mi sembra uno dei classici giochi della settimana enigmistica: TROVA L’INTRUSO

  4. anca ha detto:

    ..il politico di turno! Trovato

  5. Luigi ha detto:

    finalmente il nostro EX sindaco ha trovato la sua nuova occupazione, si fa di tutto pur di non tornare a lavorare realmente!!
    Ma la Scancarello non l’ha seguito??
    bisognerà trovare un posticino anche per lei adesso che gli toglieranno le chiavi di casa….ops del castello.

  6. Pietro ha detto:

    Dei “suoi” chi si porta?

  7. anca ha detto:

    ne avrà seguaci…anzi speriamo!!

  8. chidda ò nord ha detto:

    evviva l’Europa unita, anzi scusate, la Sicilia unita, con tutti gli staterelli, i paeselli, i sindaci che portano es esportano le esperienze fatte. siaten felici, il tempo nuovo l’avete voluto voi, il sindaco nuovo aiuterà Castelbuono e quello vecchio aiuterà altrve – time goes on…

  9. scarafaggio ypsigrota ha detto:

    La questione delle dimissioni spontanee da consigliere comunale non è così pragmatica come in molti semplicisticamente la prospettano.
    Il consigliere Cicero, così come il consigliere (vice sindaco) Capuana, sono stati eletti da centinaia di castelbuonesi che li hanno scelti come loro rappresentanti. Mi pare che nessuno dei candidati ha mai prospettato in campagna elettorale l’eventualità di dimettersi da consigliere solo per dar posto ad altri non eletti (e quindi non preferiti dagli elettori).
    Inoltre, fermo restando la libera scelta di disattendere le aspettative dei propri elettori optando per cariche ritenute più qualificanti (o più convenienti), l’attività di consigliere comunale è pienamente compatibile con altre cariche (istituzionali e non).
    Allora mi chiedo: in forza di quale assunto di “etica politica” o di “conflitto d’interesse” si può chiedere ad un consigliere comunale primo eletto della propria lista (sia esso di maggioranza o di opposizione), prima ancora di poterne giudicare l’attività e l’impegno, di dimettersi solo ed esclusivamente per far posto a chi ha raccolto meno consensi di tutti gli altri eletti?

    • Antonio ha detto:

      Totalmente d’accordo!

    • Quanto meno nella coerenza con le idee sbandierate in campagna elettorale e non solo! Cn cui si ci fa belli prima di chiedere il voto, e poi nel momento in cui le si deve mettere in pratica… Certo é una mia opinione! Ma ricordiamoci ke ci sono anche cittadini più votati ke sono “fuori dal comune”! Ma è colpa della legge elettorale! E’ ke la politica nn muta se stessa! Si ciba di se stessa! La politica dovrebbe essere servizio al cittadino, nn il cittadino al servizio della politica! Io nn ho niente contro Mario! Ma c’é l’ho con questo sistema di fare politica. La politica dei “Padreterni”!

    • Luigi ha detto:

      Chi ha votato Mario Cicero come consigliere magari si aspetta che, essendo prensente in loco, raccolga le opininoni e le lamentele, sia coscente delle problematiche della cittadina e di chi lo ha votato in special modo, le rappresenti al consiglio comunale, contribuisca alla risoluzione delle stesse o quantomeno ci tenti.

      Ma se Mario Cicero sta a campofelice di Roccella come fa a fare tutto questo??

      allora non sarebbe meglio dimettersi e far posto a chi magari ha preso meno voti di lui ma ha la possibilità di essere più presente e coscente delle problematiche castelbuonesi???

  10. elettore deluso ha detto:

    Potrebbe farlo in nome di quel tanto osannato ricambio, di cui egli stesso si è fatto portavoce, in campagna elettorale.

    Potrebbe farlo perchè anni fa criticò Giannopolo che da sindaco, divenne poi Vice sindaco, ed gli, (mario) ebbe a dire che era degradante.

    Potrebbe farlo per un fatto di opportunità, lui che, sempre in campagna elettorale, tacciva gli altri di vivere di politica.

    Potrebbe farlo, semplicemente, come gesto di eleganza.

    A maggior ragione gli elettori capiranno!

    Io sono uno di questi

    • Io ha detto:

      credo che tu non sei “uno di questi” perchè sicuramente non hai votato Mario Cicero al consiglio comunale.

      • Io ha detto:

        …ma i commenti vengono pubblicati 2 ore prima da quando vengono scritti????

        • CastelbuonoLive ha detto:

          Carissimo, il problema é dovuto al fatto che il server che ospita castelbuonoLIVE si trova fisicamente all’estero e di conseguenza l’orario di pubblicazione dei commenti rispetta un fuso orario diverso. Saluti

  11. elettore deluso ha detto:

    Ho votato PD e credevo che, dentro il PD, ci fosse la possibilità di criticare! O NO?

    • Io ha detto:

      chi ti ha detto che non puoi criticare, penso che nessuno te l’abbia impedito.
      Io mi riferisco al fatto che se tu sei un elettore del consigliere cicero credo che ci rimarresti un pò male se la persona che hai scelto che ti rappresentasse al consiglio si dimetterebbe.
      Proprio come dice lo “scarafaggio ypsigrota” più sopra.

  12. vincenzo ha detto:

    A mio modesto avviso l’unico problema potrebbe essere che di fronte a un eventuale finanziamento, sia esso dell’Asl per un servizio, della Provincia per una manifestazione ecc…dove ci potrebbe essere un ballottaggio tra Castelbuono e Campofelice, qualsiasi decisione dovesse prendere darebbe modo di parlare, è come se uno fa l’allenatore del Palermo e il Direttore Sportivo del Catania….Forse se anzichè Campofelice si fosse trattato di un paese fuori dal comprensorio questo problema non si sarebbe posto. Comunque Auguri a Mario

  13. scarafaggio ypsigrota ha detto:

    Ma di quale coerenza e di quale rinnovamento parliamo!? Ricordo che in politica detta legge SOLO il voto dei cittadini. Elettore deluso, ma da quale scuola di democrazia provieni!? E’ l’ELETTORE, con il solo potentissimo strumento del voto, che determina eventuali rinnovamenti. Non i politici eletti. Il risultato delle elezioni non si discute e, oserei dire, neanche si accetta. E’ un dato di fatto ineludibile e definitivo punto.
    Ecco perché non mi piace la cosiddetta democrazia assembleare, dove prova spazio ogni “opinione personale” che lascia inevitabilmente il tempo che trova.
    A Vincenzo ricordo che le competenze dell’assessore e del consigliere comunale sono totalmente diverse per cui non esiste la possibilità di un “conflitto” (tanto è vero che la legge ne prevede la compatibilità). Il consiglio non può prendere alcuna decisione che compete la giunta e viceversa.

    • don Abbondio ha detto:

      Sono curioso di sapere se l’opportunità di andare a fare l’assessore e’ nata prima o dopo la sua candidatura al consiglio

      • Pietro ha detto:

        Sono cuioso di sapere se, anche il consigliere Cicero e’ d’accordo con la tua disamina, visto quello che ha detto dal pqlco ad alcuno “comuni” cittadini, li’ abbiamo perso le elezioni. A voglia di materiale per dimettersi!

  14. vincenzo ha detto:

    Infatti ho fatto l’esempio di Allenatore del Palermo e Direttore Sportivo del Catania, certamente è come dici tu, ma a mio avviso (e certamente mi sbaglio) il Consigliere è votato per fare gli interessi di una comunità, l’Assessore è scelto dal Sindaco per fare gli interessi di una Comunità. Tu dici che non c’è nessun rischio di conflitto. Io lo spero.

  15. vincenzo ha detto:

    A tutti gli amici di CastelbuonoLive vorrei porre una domanda: Sapete se la Legge impedisce di fare il Sindaco in un paese, l’Assessore in un altro, e il Consigliere Comunale in un altro ancora?
    Visto che le tre figure hanno competenze diverse magari per la Legge è possibile ricoprirle tutte e tre. Immagino…Sindaco di Pollina, consigliere di San Mauro e Assessore a Geraci.

    • scarafaggio ypsigrota ha detto:

      L’assessore non è eletto, riceve la delega su alcune competenze da parte del sindaco e fa parte dell’Amministrazione Comunale. Prima dell’ultima (orribile) legge elettorale regionale, la carica di assessore era incompatibile con quella di consigliere. Ora si. Tanto è vero che il consigliere Antonio Capuana le riveste legittimamente entrambe.
      Ma si continua a discutere su questioni che non incidono minimamente sulla buona amministrazione del comune. Invece sembra essere calato un silenzio assordante sulla nuova maggioranza, sulle difficoltà che impediscono l’avvio di un’azione riformatrice (vedi i musei), sul consiglio comunale che dopo 40 giorni non ha approvato una sola delibera su questioni che riguardano i cittadini. La verità è che ancora NON SI QUAGLIA e, con l’estate davanti, non se ne parla di quagliare !!

  16. anca ha detto:

    caro scarafaggio, volevo aggiornarti che il consigliere capuana si è dimesso lasciando posto al consigliere castiglia. Scelta condivisa!!! Purtroppo al consiglio si è sentito parlare Solo di interrogazioni della minoranza, interrogazioni futili,rivolte al Sindaco!!la maggioranza era x forza silente!!!! cmq ti consiglio di ascoltarli i consigli per restare almeno aggiornato!

  17. scarafaggio ypsigrota ha detto:

    Caro anca, condivido ed apprezzo le dimissioni annunciate dal consigliere Capuana.
    Condivido che le interrogazioni della minoranza sono state solo una perdita di tempo anche perché le risposte dell’Amministrazione erano piuttosto scontate (negare l’evidenza è una delle prerogative di ogni politico). Piuttosto, se si vuole pubblicamente denunciare un fatto da censurare, si possono usare tanti altri strumenti più immediati e più efficaci (comunicato stampa, ecc.) senza intasare gli organismi istituzionali.
    Resta il fatto che fino ad ora la maggioranza si è fatta dettare l’agenda dalla minoranza, infatti è evidente che a breve non ci sarebbe stato nessun Consiglio Comunale senza la richiesta dell’Ulivo. Ho la sensazione, da molti altri condivisa, che si brancola nel buio. Decidere, decidere, decidere! Senza timore e senza indugio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.