Nuovo impianto di trattamento rifiuti a Castellana Sicula. Trasformerà il 90% di tutti i rifiuti

Forse ti piacerebbe leggere...

7 Commenti

  1. giornalista di cronaca ha detto:

    Che schiaffo al nostro sindaco, altri hanno fatto quello che lui sperava di fare come attore principale.

    • Porgi l'altra guancia ha detto:

      E questa insieme alle altre. Oltre Fiumara conta quanto il due di bastone quando la briscola è a denari. Solo a Castelbuono, tra i suoi simili, riscuote successo.

  2. La messa è finita ha detto:

    questo dovrebbe farci riflettere su quanto siamo scadenti noi castelbuonesi ad averlo eletto tre volte e quanto dovremmo vergognarci facendolo per la quarta volta.

    • Giuseppe ha detto:

      Purtroppo è il risultato evidente dell’inconsistenza politica della presunta leadership politica, che solo per rappresentare il centro più popoloso delle madonie di diritto avrebbe un peso da spendere sul tavolo politico intercomunale, e che invece arroccandosi a sue visioni limitate è riuscito a farsi emarginare dalla comunità dei sindaci madonita. Comuque complimenti ai sindaci che sono riusciti a realizzare l’impianto, sperando che poi possa essere avviato e funzionare bene. Ai castelbuonesi non resta che riflettere sull’irrilevanza del proprio comune su scala intercomunale e di comprensorio. Irrilevanza che era plasticamante dimostrata da evidenze strutturali, da mancate realizzazioni …da un clima sociale e politico pesante che della dialettica e del dialogo politico costruttivo non sa niente perchè la sua ascesa politica è avvenuta in anni di scontro massimalista, e che egli ha rielaborato in un personalissimo “O con me o contro di me”. Diventando egemone in ambito locale e irrilevante fuori. Un politico di altra generazione si farebbe delle domande.

    • Due di bastone ha detto:

      Negli ultimi 30 anni Castelbuono, secondo centro più popoloso delle Madonie dopo Cefalù, non ha avuto nessun ruolo negli organismi sovracomunali e nessun rappresentante nei vari PIT, PIST, PRUST, ecc.
      A livello comprensoriale contiamo meno di zero e mentre i sindaci succedutesi negli ultimi decenni viaggiavano per il Piemonte o per le feste alle ambasciate di un paese comunista a Roma, nelle alte Madonie si decideva pure il nostro destino senza avere nessuna voce in capitolo

  3. introverso ha detto:

    “Dopo la firma del contratto di concessione la fase prossima saranno i contratti di attuazione con tutti i Comuni e l’ottenimento di tutte le autorizzazioni necessarie per la realizzazione dell’impianto.”

    L’assenza di accordi e autorizzazioni fa decadere molti dei toni trionfalistici che leggiamo nel comunicato. Purtroppo…

  4. Nicolo Piro ha detto:

    Pensare fin da ora e senza i consueti inciuci di malapolitica a: 1. Una ordinata raccolta differenziata bisettimanale di rifiuti predisponendo all’ uopo in un’ area comunale dei grandi container che, prelevati da autocarri di una ditta operante in tutti i comuni del comprensorio, li trasporta a Castellana; 2, Assunzione di 1 ingegnere ad indirizzo industriale e 1 ingegnere ad indirizzo elettromeccanico nella costitizione del personale addetto all’ impianto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.