PD Castelbuono: “Era la castelbuonesità”

Forse ti piacerebbe leggere...

7 Commenti

  1. minestrone di parole ha detto:

    Signore, perdonala perché non sa quello che dice.

  2. Parla come mangi ha detto:

    DIVIDE non DIVIDI, capisce? DIVIDE, non è italiano!
    Dīvĭdĕ et ĭmpĕrā (pronuncia dìvide et ìmpera).
    E’ chiaro?

    • Cicerone ha detto:

      A questo punto si potrebbe indire un CERTAMEN. Due squadre, quella dei “nimici da cuntintizza” contro quella degli “amici da cuntintizza”. Si misurerebbero su lingua italiana, (sintassi, grammatica), filosofia, storia, scienze varie.
      Io penso, però, che sarebbe una gara obiettivamente impari , vincerebbe la squadra degli “amici”, perché comprenderebbe tutti i presidenti e i direttori delle varie strutture “culturali” del Comune, nonché molti di quelli che, per dovere o per noia, partecipano a tutte le attività che giornalmente arricchiscono l’offerta culturale ed enogastronomica a Castelbuono. Vincerebbe a mani basse perché composta da gente abituata a “ricostruire e fare la storia”. E anche perché sarebbe, forse, capitanata da qualcuno, pronto per il Nobel, che ha proposto di non far più venire a Castelbuono, bloccandole alla Pintorna, le maestrine che infrinzano il COVID ai nostri studenti. E lo ha scritto in “dolce stil nuovo”.

    • Antonio ha detto:

      dovrebbe rubare più cultura sui libri, direbbe qualche presunto cultore della castelbuonesità. ahi ahi scivolone per chi sia anche del mestiere…la prossima volta come citazione propongo “mutatis mutandis” … sorridiamoci su e buon 2022

  3. grammatica a go go ha detto:

    signora intellettuale su qui quo qua l’accento non va (e neanche l’apostrofo)

  4. Giuseppe ha detto:

    Ma smettetela con questa castelnuonesita’ smettetela è solo un tarlo culturale, un gusto acre per la critica gratuita. Per demolire chi si sia rimboccato le mani andosene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.