Petralia: arrestato un senegalese del sistema di protezione per rifugiati in possesso di droga

2 Commenti

  1. sgomento ha detto:

    bene! forse cominciamo a capire chi ci siamo messi a casa con la scusa dell’accoglienza …
    l’affare delle cooperative rosse comincia a toccarci da vicino, a loro i soldi e a noi molti furfanti (con le dovute distinzioni ovvio)
    quando salteranno fuori i membri dell’isis?

    prima di accusarmi di razzismo pensate a ciò che è successo in Francia ieri e leggete qui
    http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/11740110/Allarme-terrorismo-anche-in-Italia-Ma.html

  2. Antonio2 ha detto:

    Non bastavano i nostri deficenti beccati a detenere droga, ci mancavano quelli di importazione. In Italia si troveranno benissimo. Tanto qua nessuno va in galera, nemmeno se fa una strage. Il sovraffollamento delle carceri si risolve con le amnistie e con la depenalizzazione dei reati. Mica si pensa a costruire carceri nuovi, ultimare quelli rimasti incompleti, convertire p.e. le caserme militari rimaste vuote. Con: mafia, ‘ndrangheta, camorra, … ci vorrebbero almeno 500000 posti a disposizione, altro che gli attuali 60000. Ma i politici non faranno mai questi ultimi provvedimenti, una buona parte di loro e dei loro amici sarebbero i primi a occupare i nuovi posti a disposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.