Piano strategico, l’amministrazione promotrice di una lettera al Sindaco della Città Metropolitana di Palermo

Forse ti piacerebbe leggere...

3 Commenti

  1. Giuseppe ha detto:

    il tempismo è perfetto, con la città metropolitana che si trova sull’orlo del dissesto finanziario con il Paladino Orlando che è indagato insieme a nutrito gruppo di persone per FALSO IN BILANCIO

  2. PRO CESSIONE ha detto:

    Il sindaco ha proposto tanti enti, ma ha dimenticato le confraternite maschili e femminili, grande errore. Ma comamaffari ora?

  3. Nicolo Piro ha detto:

    La città come luogo di vita
    Abbiamo perso di vista lo scopo delle nostre città. È tempo, ora, di applicare il sapere accumulato nel tempo in guisa di utilizzare gli effetti di una buona composizione spaziale urbana per il benessere degli abitanti e inoltre riesaminare concorrenze di utilizzo e poteri decisionali. Non solo la città, ma anche i suoi strumenti di progettazione e composizione devono essere trasformati in modo co-creativo. Poiché la città vuole essere vissuta, non solo pensata.
    I nostri centri urbani sono prodotti molto combattuti. Che si tratti di città-museo precipue della città europea con edifici storici e facciate pittoresche, oppure di una città dello shopping a misura di auto con edifici commerciali di grandi dimensioni o centri commerciali installati nel tempo, la città come spazio di vita è stata ridotta a prodotto di marketing.
    Alcuni sono più o meno impotenti di fronte alle masse di turisti, altri si battono affinché commercio al minuto e gastronomia, nonostante gli esorbitanti canoni d’ affitto, diano vita alla città. Per alcuni la tutela dei monumenti o del patrimonio culturale mondiale cementa possibili percorsi di sviluppo nella storia, per altri il crescente numero di negozi vuoti sono motivo di tristezza e squallore. Le auto invadono in crescendo lo spazio pubblico (strade e piazze) e con discutibili strategie di marketing si cerca di arrestare ciò che non può essere fermato. Questa è l’ amara realtà, oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.