Il portavoce e deputato all’ARS del M5S Claudia La Rocca invia una nota al sindaco e vice sindaco di Castelbuono sui dissesti delle strade cittadine

Forse ti piacerebbe leggere...

6 Commenti

  1. antonio failla ha detto:

    solo quelle strade sono importanti e tutte le altre? piene di buche fontane e frane un impresa fare ritorno a casa fatevi un giro dove volete e vedete quanto l’amministrazione comunale ha fatto per risolvere le gincane da fare per le strade del comune di Castelbuono (zone petraro portella del pero saraceno etc etc )

  2. Pietro Mazzola ha detto:

    Mi ero rallegrato dell’interessamento dell’Onorevole, pensavo a una notizia che togliesse il fiato, tipo: eccovi un finanziamento dall’Amministrazione regionale per risolvere il problema, ma al solito si grava sempre tutto sull’Amministrazione comunale che già si è interessata abbondantemente, ma purtroppo dalle stanze dei bottoni, 0vvero Regione e Stato ancora nessuna risposta.

  3. giorgio ha detto:

    li era meglio non costruire

  4. Giuseppe ha detto:

    Le condizioni delle strade castelbuonesi, siciliane e di tutto il Sud Italia sono da terzo mondo. E’ una vera vergogna! Le foto sopra sono molto eloquenti. Mancano solo quelle della nuova circonvallazione per Geraci, per completare il quadretto. Sarebbe stato interessante pubblicare, per un confronto, anche le foto delle strade europee, dalla Germania ai paesi dell’est: sembrano fatte di velluto nero!
    Noi siamo buoni solo a chiacchierare, a fare proclami ed a friggere l’aria. TUTTI!!!
    A proposito di frittura, andate a farvi friggere.

  5. alex ha detto:

    Un paese allo sfascio più totale e si continua a parlare di turismo ecc. ecc. , bisogna impegnarsi a fare qualcosa di vera utilità .Rischiamo tra qualche tempo di rimanere isolati. Le strade stanno FRANANDO!!!!! Si aspetta solo che succeda il peggio per essere poi tutti dispiaciuti.Datevi da fare e senza perdere tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.