Puliamo la statale 286!

Forse ti piacerebbe leggere...

39 Commenti

  1. scarafaggio ypsigrota ha detto:

    Scusate il qui pro quo. Il commento “mi piace” era per questo articolo.

  2. Bella iniziativa! Complimenti all’amministrazione! Spero che una volta ripulita la statale si faccia notare all’ANAS che hanno risparmiato sti soldi e faranno passare gratuitamente i castelbuonesi che hanno pulito al posto loro! Bah!!!

  3. Voltaire ha detto:

    Così come accaduto per Portella della Ginestra, Carmelo Mazzola sarà il primo a partire con l’auto del Comune comodamente spaparanzato accanto all’autista?
    Così come accaduto per l’inaugurazione della villa del cavaliere Savona, Carmelo Mazzola sarà il primo ad arrivare e l’ultimo ad andare via?
    O, secondo voi, per quel giorno si darà alla macchia?

    • pepino ha detto:

      ……accompagnato dal Direttore del Museo Civico, che sventolera’ la busta paga, e tutti batteranno le mani.

      • Per la cronaca vi inviterei in ogni caso a leggere la lettera del direttore a margine della delibera del Museo Civico:

        http://80.23.219.147/castelbuono/mc/mc_attachment.php?x=fb048fd5ef066943c52a5faeaddb4ba8&mc=5971

        Al quale devo riconoscere l’iniziativa di parsimonia e di presa d’atto delle difficoltà economiche della nostra amministrazione! Proponendo una riduzione del suo onorario! Credo che sia da riconoscere come un merito, in ogni caso! E spero che la sua richiesta venga accolta!

        • Mario G. ha detto:

          Caro Grillo, la richiesta è stata accolta, perchè è già delibera affissa all’albo! Io fossi nei detrattori, farei meno ironia. Il gesto è da apprezzare, in tempo di crisi e non. Come al solito, devo sottilineare che, a Castelbuono, chi agisce per il bene di un’istituzione (in questo caso), viene comunque attaccato invece di essere considerato meritevole di apprezzamento. Voltaire, scrive, cita, ma alla fine dimentica che, questo la nobiltà non è di tutti, i gesti “gentili” non sono di tutti, quindi farebbe bene a capire l’importanza dei ruoli e le responsabilità che ci stanno dietro. Il resto non vale la pena commentarlo! L’attuale Direttore del Museo Civico prende, con questo gesto, le distanze da chi avendola preceduta, voleva aumentato lo stipendio. I fatti contano, e non le critiche sterili. Avendo capito il tipo, non credo che sventolerà la busta paga, mi pare stia tenendo un profilo discreto, non solo nei ruolo, ma anche nelle varie passerelle estive, nelle quali altri, avrebbero fatto meglio a non farsi vedere, o esporsi meglio. Verrò per questo tacciato di appartenere ad un parte…non mi interessa, a me piace chi, in questo momento di spaesamento totale, con un gesto, dà segnali di eleganza.

          • Caro Mario G. Però lei prima di mettermi tra i detrattori! Dovrebbe precisare che tra quest’ultimi (almeno stavolta) non ci sono io! Ho riportato il link alla delibera proprio per una volta tanto spezzare una lancia a favore (Nonostante le mie costanti filippiche)!!! Vorrei capire da dove lei legge l’ironia nel mio ultimo commento! Per tanto la prego di non annoverarmi e non etichettarmi! Mi ritengo un tipo abbastanza obiettivo, anche se non tutti lo pensano!!! La ringrazio anticipatamente!

          • Voltaire ha detto:

            Monsieur Mario G., a parte il fatto che qui si dovrebbe parlare della pulizia della 286 e non di cavoli a merenda, se è proprio necessario saltare di palo in frasca, vuole essere così charmant da indicare in quale passo del mio commento il Direttore del Museo civico sarebbe stato irriso per avere chiesto la riduzione della propria indennità?
            Il mio commento, affidato a una calzante canzone, allude, se mai, al fatto che il Direttore ha coronato un suo vecchio sogno (ma non per questo illegittimo) di sovrintendere ad attività culturali.
            Plaudo pubblicamente al Direttore per questo nobile gesto, ma – piaccia o no – il giudizio sul suo operato sarà dato non sulla base di questo pur significativo atto, ma su ciò che dimostrerà di saper fare.
            Lei, che evidentemente capisce bene “l’importanza del ruolo e le responsabilità che ci stanno dietro” (manco se si trattasse di dirigere il Louvre), ritiene che questo Direttore sia la persona giusta al posto giusto nel momento giusto. Sono d’accordo con lei, così come lei sarà d’accordo con me sul fatto che se Parigi avesse la Chiazza nintra sarebbe una piccola Castelbuono.

    • Mario G. ha detto:

      perchè non ti indigni anche con tutti quelli che, nel tempo, sono partiti con l’ex Sindaco, girando il mondo e che nulla avevano a che fare con l’Amministrazione, o il cui ruolo non era indispensabile per le mete da raggiungere?

  4. Rosario ha detto:

    Il pedaggio di Buonfornello non lo paghi all’ANAS ma al Consorzio per le Autostrafe Siciliane. Maggiore informazione, please.

  5. Il Consorzio per le Autostrade Siciliane – di seguito CAS – è stato costituito nel 1997 dalla unificazione (art. 16, lettera B della L. 531/82) dei tre distinti Consorzi concessionari ANAS operanti in Sicilia per la costruzione e gestione delle autostrade Messina Catania Siracusa, Messina Palermo e Siracusa Gela.

    http://www.autostradesiciliane.it/

    Da notare che nel sito vi è pure il logo dell’ANAS!!! Per cui…

    • Rosario ha detto:

      Sig. Grillo mi scusi.. credo di aver peccato un pó troppo di presunzione 🙂

      • Si figuri!!! Non volevo apparire saccente! Ma se consideriamo che paghiamo la cosidetta “autostrada” ai Benetton che hanno la concessione di alcuni rami delle autostrade italiane attraverso Atlantia Spa, società quotata in borsa, che nel 2010 ha realizzato 3,750 miliardi di euro di ricavi con 701 milioni di euro di utili di esercizio. Chiunque paghi il biglietto autostradale sa di quanto siano aumentati i pedaggi negli ultimi anni. Atlantia non è la sola ad avere in concessione autostrade già strapagate dalle nostre tasse, da quelle dei nostri padri e nonni. La domanda da porsi è semplice: “Perché delle società private devono beneficiare di beni dello Stato?”. In alcuni Paesi europei le autostrade sono gratuite, in quanto il loro costo è già stato pagato dai cittadini. Si vuole delegare Atlantia come gestore? Lo si faccia per i soli costi di manutenzione con gare d’appalto. Lo Stato vuole incassare i proventi autostradali per ridurre il debito? Lo faccia! Vuole rendere gratuito il pedaggio, come sarebbe corretto, per diminuire i costi di trasporto che ricadono su imprese e cittadini? Lo faccia. Ma quello che non può fare è arricchire dei privati con beni pubblici. (Fonte blog Beppe Grillo)!

        Perché fargli il favore di pulire la statale a gratis? Che ci torni qualcosa in cambio!!!

  6. vincenzo ha detto:

    Ritengo che è l’occasione per dimostrare che i Castelbuonesi si danno da fare e non hanno paura del lavoro , sono certo che il 9 settembre saremo tantissime persone di buona volontà a pulire il bordo della NOSTRA strada.

  7. Domenico ha detto:

    Io l´avevo proposto gia´da qualche anno: se si partecipasse sarebbe proprio una bella cosa non al fine di save $ ma benSI´di sensibilizzare NOI castelbuonesi:) qui lo si fa´con successo e poi tutti a pranzo inSIEME 🙂

  8. vincenzo ha detto:

    Piaccia o no, Voltaire, il nuovo Direttore ha un profilo giusto, poi, (visto che lei sa tutto) l’ambizione male non fa. L’ex Sindaco in questo è maestro senza meriti. Non mi è piaciuto il suo sminuire il Museo Civico a piccolo Louvre…ogni posto di lavoro, se preso con impegno e rispetto è importante di per sè e senza necessariamente, fare inutili paragoni. Io non vivo e non voto a Castelbuono, vivo da tempo fuori, ma questa estate tornando in paese, ho potuto constatare il nostro Castello, finalmente “aperto” a tutti, e credo che le due serate , quelle del Sacro e del Profano, siano, in tutta evidenza, la dimostrazione di quello che dico; non più un Museo che attende, ma un Castello che si apre, che condivide. per cui finitela con le polemiche e attendete i risultati… Buon lavoro al Direttore e a tutto il cda.

  9. controcorrente ha detto:

    Concordo con te, Vincenzo. Non capisco come mai prima nessuno aveva notato il castellano e poi la castellana che venivano lo stesso pagati forse anche di più ed erano stati scelti pure dal Sindaco pro-tempore, forse prima era tutto ok oppure non c’era diritto a criticare.

    • pipino ha detto:

      Ma dove vivi? Eccome se erano stati notati,anche se il castellano, come Lei lo appella, non era pagato come non lo e’ l’attuale Presidente. Notiamo che , per quanto riguarda le nomine, si sono mutuati gli stessi comportamenti……nonostante sia stato sbandierato ai quattro venti che: ” da ora in poi si chiederanno i curricula…..etc…..”. Ecco, appunto, ci piacerebbe vedere pubblicati i curricula dei “castellani”, passati e presenti.

      • controcorrente ha detto:

        mi dispiace contraddirla, ma il castellano e la castellana erano pagati profumatamente annualmente o forse lei non è un assiduo lettore di determine e delibere comunali!!!!!
        Anzi, se non ricordo male, all’inizio il compenso era di € 19.000,00 e poi non so più a quanto è arrivato.

      • controcorrente ha detto:

        voglio precisare che il castellano non è il presidente ma l’ex direttore, lo so che il presidente non ha compensi, almeno uffuciali

        • pipino ha detto:

          Per la storia: il precedente Direttore, Ing. Scancarello ha goduto di uno stipendio di 1250,00€ mensili,come da delibere del C.D.A;l’attuale Direttore, Dott.Cicero, ha avuto assegnato uno stipendio di 1000,00€, mensili.(E scusate se è poco….).Per la nomina di entrambi, allora e ora, non è mai stata fatta alcuna selezione, neanche pro-forma.Ha fatto caso anche lei che durante la campagna elettorale il Dott. Tumminello ha, più volte, detto che i criteri per le nomine avrebbero privilegiato il “merito”? E che gli stipendi sarebbero stati “notevolmente” ridotti? Io l’ho sentito, Lei c’era?

    • Voltaire ha detto:

      Signor Vincenzo, ragionando o esprimendo giudizi, a volte ci si può trovare in linea con una certa parte politica, a volte no. E’ nell’ordine delle cose. Per questo diffido di quelle persone che, per contro, sono sempre allineate e coperte (con la maggioranza o con la minoranza poco importa). Non è questa la lezione che ha lasciato l’Illuminismo.
      La sua graziosa ironia sul fatto che io so tutto non mi lusinga, perché lo so da me.
      Poi se le parole hanno lo stesso significato per chi le pronuncia e per chi le ascolta, non mi pare di avere fatto polemiche né col direttore (sulla cui nomina si possono esprimere dei dubbi – piaccia o no) né col CDA, che gode della mia stima e simpatia. Io ho l’abitudine di esprimere i giudizi senza valutare se questo giova o meno alla mia parte politica. Lei, per caso, fa parte di quella folta schiera che esprime giudizi critici solo se governa la parte politica avversa?
      Per sgomberare il campo da equivoci, chi scrive, non ha alcuna stima per coloro che hanno governato fino a maggio e ha perfettamente contezza di tutto ciò che è successo con le dernier directeur. Ma, signor Controcorrente, dove avremmo dovuto pubblicare il nostro disgusto, su Castelbuono.org forse? E lei, dove e in che modo ha espresso il suo?

  10. don Abbondio ha detto:

    Senza nulla togliere all’attuale direttrice, ritengo che ci siamo pochissime persone capaci di far rimpiangere la precedente.

  11. scarafaggio ypsigrota ha detto:

    Scrivete senza conoscere la realtà (che non è fatta di delibere e note ufficiali). Gli atti nascondono sempre qualcosa ed evidenziano solo quello che si vuole.

    • controcorrente ha detto:

      Non sapevo che gli atti amministrativi non valgono a niente, pensavo che erano alla base di ogni attività amministrativa- comunque forse avete dimenticato che prima della ex castellana-ex assessora c’ è stato un altro castellano che prendeva il suo bello stipendio?

      • Voltaire ha detto:

        Certo che non lo abbiamo dimenticato!
        E non abbiamo dimenticato neppure che le Roi Soleil, mentre questo signor direttore era in carica, con la nonchalance che ha contraddistinto ogni suo atto in questi dieci anni, era sul punto di conferirgli l’incarico di progettazione della sistemazione interna ed esterna del Castello

        • don Abbondio ha detto:

          è un vero peccato che la nostra comunità ed il mondo intero non potranno compiacersi dell’opera di questa nostra figlia.

          • Voltaire ha detto:

            Caro Don, attenzione, io mi riferisco al direttore in carica quando l’ex direttrice era ancora assessore.

  12. CastelbuonoLive ha detto:

    Signori,
    abbiamo notato che l’articolo ha suscitato un discreto interesse ma, di contro, non si può certo dire che la totalità dei commenti sia in linea con quello che l’amministrazione si è sforzata di comunicare.
    La prossima volta vi preghiamo di esprimere le vostre opinioni rispettando il contenuto del post.
    Grazie.

    • Voltaire ha detto:

      LA REDAZIONE HA RAGIONE!
      Lo avevo fatto notare rispondendo al signor Mario G., ma si è continuato a commentare nel posto sbagliato.

      • Gorky ha detto:

        a mio parere il motivo di tanto “interesse” è che in assenza di lavoro veder assegnare incarichi, e reddito, in modo discrezionale, seppur leggittimo, suscita fastidio, leggittimo anch’esso. ci piacerebbe, comunque, poter visionare i curricula presenti e passati onde apprendere quali titoli ed esperienze vantino abbiano i “nominati” alfine di dissipare le polemiche qui scaturite.
        ricordo solo un articolo degli anni novanta su un opuscolo, redatto dietro compenso, sul paese…ops. Paese. si citava che, in passato, i vari Antonio Mogavero Fina e compagnia dicendo avevano sempre fatto tutto gratuitamente. sarebbe bello ed utile che incarichi di questa natura fossero svolti senza oneri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.