Questa sera Consiglio comunale aperto sul Manifesto per il Teatro Le Fontanelle

Forse ti piacerebbe leggere...

7 Commenti

  1. Vincenzo P. ha detto:

    Ottima iniziativa !!

  2. Coronavirus ha detto:

    Scusate, ma il presidente del consiglio comunale ed il sindaco hanno qualche autorizzazione speciale per abbassare la mascherina e parlare al pubblico presente mettendo a rischio l’altrui incolumità. Secondo me non conoscono proprio i protocolli nazionali sul covid.

    • focus ha detto:

      Piuttosto concentrati sulla parte costruttiva della serata.

      • Coronavirus ha detto:

        Quindi il prezzo da pagare per avere un dialogo costruttivo è quello che i protocolli covid possono essere tralasciati e si può concedere a chi dovrebbe tutelate la salute pubblica e di Castelbuono in particolare, di poter agire al di sopra delle regole di tutela della salute? Se fosse così a quest’ora i morti chissà quanti sarebbero.

      • Ridi ridi ha detto:

        quale è stata la parte costruttiva della serata? l’apertura del capogruppo di maggioranza che ha voluto ascoltare cosa avevano da dire i Promotori? Perché fino a ora dove è stato sulla luna? O la parte costruttiva è stata vedere il sindaco intento a sghignazzare con i suoi assessori?

  3. Riprovevole ha detto:

    È stato uno spettacolo inedificante e penoso. Mentre gli intervenuti esprimono il loro disdegno per le parole del sig. Mario Cicero indirizzate ai firmatari del manifesto per le Fontanelle, questi si fa gli affari propri, legge carte, messaggia col telefonino e sghignazza con i propri assessori con la mascherina sotto il naso e quella stupida ed inutile visiera semi-alzata. Una vergogna da voltastomaco.

  4. Nicolo Piro ha detto:

    È già acqua passata che, tuttavia, non mi distoglie dal raccomandare al mio caro cugino da nome e cognome di famiglia per me “magici”, Andrea Prestianni, di non lasciarsi incantare dai fuochi artificiali (anche questi, quelli veri, indissolubilmente legati ai miei ricordi d’ infanzia vissuti nella sua e nella mia Famiglia de’ Prestianni) dal canto rauco delle sirene dell’ inellighentia del Pd locale e nazionale. Da Andrea dipenderà molto (o in buona parte?) l’ incerta (ancora) realizzazione di un sogno. A rileggerci, allora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.