Questione ATO: Continua il “botta e risposta” tra liquidatore Peppe Norata e Vincenzo Capuana della FLAI CGIL Castelbuono

Forse ti piacerebbe leggere...

17 Commenti

  1. don Abbondio ha detto:

    che palle!

  2. gianfranco ha detto:

    grande vincenzo

    • Antonio ha detto:

      Oltre al berlusconismo ed all’ultraliberismo c’è anche, ricordiamolo, il risultato del SOCIALISMO REALE …che si è visto come è finito.

      L’ultratutela di tutti, pigri, furbi e sfaticaticati è una proverbiale conquista del sindacalismo italiano

      La colpa, in fondo, è solo del bisogno che ci rende schiavi oggi come allora.
      Giustissimo.condivido ma lo sviluppo non si crea con l’assistenzialismo (con questo non voglio sindacare su eventuali persone diversamente abili che hanno giuste tutele, purchè ragionevoli)

      Ed oggi, come allora, si muore per la libertà. Onore alle vittime del Mediterraneo, orrore per gli irresponsabili.
      Anche qui, SOSTENIBILITA’

      purtroppo in questo paese si fanno scelte non con raziocinio ma sull’onda emotiva.
      perche’ la corda emotiva è usata poi a fine politico
      CHE PROPONE, APRIRE A TUTTI I DISPERATI O MENO CHE BUSSANO DAL SUD DEL MONDO?
      Il tessuto sociale ed economico non potrà mai assorbirli, e quelli non assorbiti in un circolo virtuoso di lavoro cadranno in una spirale viziosa di delinquenza, ahimè ai nostri danni.
      purtoppo creare ILLUSIONI con messaggi mediatici è a mio avviso da irresponsabili e corresponsabili

      Sul problema CULTURALE e sulla definizione di INTEGRAZIONE taccio volontariamente,ma riflettiamoci, perchè i migranti/profughi purtroppo sono assai distanti dalla nostra visione del mondo, a cominciare dal ruolo della donna alla libertà come da noi intesa, al concetto di rispetto degli spazi pubblici

      • Voltaire ha detto:

        “L’ultratutela di tutti, pigri, furbi e sfaticaticati è una proverbiale conquista del sindacalismo italiano” è una affermazione che corrisponde al vero ma è altrettanto vero che tutto questo – compreso questo modo di fare sindacato – col SOCIALISMO e con i suoi valori non c’entra proprio niente.
        Poi, mi faccia capire, noi (ritengo noi occidentali) che visione del mondo abbiamo? Quella per la quale è lecito truccare i bilanci e le buste paga? Quella per la quale è lecito praticare il lavoro nero, lo sfruttamento e il lavoro minorile? Quella per la quale è sacrosanto avere causato migliaia e migliaia di morti bianche e di avere inquinato l’intero pianeta in nome della libertà di impresa?
        Inoltre, per “ruolo della donna alla libertà come da noi intesa” si deve forse intendere il modello OLGETTINA? O quell’altro assai consolidato, in base al quale che se non la dài a chi di dovere, specialmente in certi ambienti, non vai da nessuna parte? O, ancora, quello che per eleggere le donne ci sono volute le quote rosa (e talvolta anche i balletti rosa)?
        Infine, per “concetto di rispetto degli spazi pubblici” si intende chiudere arbitrariamente le strade per inscenare penose serate di karaoke? o di appropriarsi dell’intera Piazzetta per il soddisfacimento di interessi spiccioli di bottega? O, per il medesimo motivo, di avere ridotto a un budello l’intera via Cefalù? O di avere privato I CITTADINI del loro diritto di potere camminare sui marciapiedi?
        Ammesso e non concesso che anche i “migranti/profughi” si coprano di analoghe glorie, hanno l’attenuante di essere sottosviluppati noi, invece, siamo lo zenit della CIVILTA’

        • Antonio ha detto:

          Gent. Voltaire,
          non ho detto nulla di quanto da Lei ipotizzato.
          SOCIALISMO REALE non intende stigmatizzare i valori del socialismo, magari riformatore dell’800 e’900 ma i risultati dell’elevazione a sistema di governo delle teorie marxiste.
          Si e’ visto come è finita.

          Ora qualcuno in Italia l’ha dimenticato ed il modello di tutti impiegati dello stato a far finta di lavorare, con lo stato che fa finta di pagare è fallimentare.

          Noi Occidentali piaccia o no, possiamo permetterci di avere opinioni diverse, come Lei sta legittimamente facendo, senza che arrivi il mullah a fustigarci in pubblico.

          Ritengo che la fusione di razionalismo greco, diritto romano e morale cristiana costituisca l’ossatura del pensiero occidentale, evolutosi anche traumaticamente fino ad oggi, e che garantisce libertà di opinione, pensiero ed espressione

          Ruolo della Donna voleva indicare la parità di diritti con l’uomo, oltre ai diritti politici e di famiglia non così automatici tra i migranti di provenienza maghrebina

          Rispetto degli spazi pubblici voleva indicare che far diventare una casbah le nostre città può essere un prezzo forse eccessivo da pagare all’accoglienza ad ogni costo, propugnata da chi vive ai parioli

          • Voltaire ha detto:

            Sì, lei non ha detto nulla di quanto da me riportato, lo ha semplicemente scritto. D’accordo per il socialismo e mi pare pure per il sindacato e per i lavoratori scansafatiche (ma anch’essi, in quanto occidentali e non tunisini, sintesi di razionalismo greco, diritto romano e morale cristiana).
            Per quanto attiene al controllo e all’assuefazione delle masse in occidente non c’è bisogno di mullah, né di totalitarismi: basta facebook e l’assistenzialismo.
            Ammetterà poi che la parità uomo donna, che nei paesi di cui si parla ovviamente non c’è, anche da noi (nonostante il razionalismo greco, il diritto romano e soprattutto la morale cristiana), di fatto, è di là dal potersi ritenere compiuta. La casbah, mi pare, sia sotto gli occhi di tutti. Non ci sono tappeti e spezie ma frutta e verdura sì.
            L’accoglienza e l’integrazione certamente non si improvvisano né si costruiscono con gli atteggiamenti radical-chic dei salotti. Ma piangere delle vite (per le quali è vergognosa ogni distinzione di nazionalità) e tenersi la Bossi-Fini mi sembra un’enorme ipocrisia

          • Antonio ha detto:

            Gent.Voltaire,
            facebook ed i social network in generale ci sono anche in Svezia e nelle socialdemocrazie che “assistono in cittadino dalla bara alla tomba” come era d’uso dira una volta.
            assistenza, ovviamente, non assistenzialismo.

            Premesso che il dispiacere umano per le vittime è condiviso, e che alcuni aspetti della Bossi Fini non li condivido, neppure il corridoio umanitario (bella parola) è una soluzione, se non demagogica. ci arriverebbe addosso tutto il maghreb, e aggiungeremmo i nostri problemi a quelli dei migranti, che ci vedono forse come il paese dell’abbondanza.

            in ogni caso rispetto il suo punto di vista, anche se talvolta diverso dal mio.

            ci mancano le soluzioni….

          • Voltaire ha detto:

            Cher Antoine,
            il riferimento a fb è da mettere in relazione con quelle che, a mon avis, sono forme evolute di controllo e di alienazione delle masse. Lo so che non è fb che fa la differenza fra un paese assai civile e un altro che lo è solo in maniera approssimativa o apparente.
            Il rispetto del punto di vista dell’altro mi sembra ovvio, altrimenti le siècle des lumières, è passato invano.
            Se mancano le soluzioni non significa, però, che il problema è necessariamente impossibile.

  3. cristian ha detto:

    voglio ricordare che la cooperativa azzurra e altre precedentemente assunta da ecologia e ambiente aveva un carico di dipendenti con riduzioni lavorative molto più di quelle di castelbuono e che al momento del passaggio dal comune alle società d’ambito dovevamo rientrarci anche noi come era venuto ad informarci l’allora presidente Martinez in successione sono entrate tutte le cooperative dei vari comini tranne quelle di Castelbuono e nessuno mai si è degnato di darci una spiegazione l’unica assurda spiegazione che ci hanno saputo dare è stata che il comune avrebbe risparmiato sulla tares è stata solo una grandissima bugia

  4. Incazzato ha detto:

    Vorrei ricordare a Vincenzo Capuana, sidacalista doc, che la menata del sindacato che difende i lavoratori non regge più. Da tempo non è più credibile. Il sindacato oggi rappresenta una certezza di lavoro per chi fa sindacato. I lavoratori che mensilmente pagano a loro il “pizzo” (inteso come quota sindacale sulla retribuzione)vengono “gestiti”, soprattutto elettoralmente, da questi personaggi, parassiti della società, che non sanno cosa significa il lavoro. Hanno vissuto sempre sulle spalle degli altri. Di chi ha lavorato . Salvo casi eccezionali. In questa querelle non mi sento di solidarizzare col Norata ( per altre ragioni) ma, da lettore, ha disturbato il ragionamento del Capuana sul berlusconismo, sulle vittime del mediterraneo, orrore per gli irresponsabili…ma di cosa parli.

    • cristian ha detto:

      caro incazzato volevo solo risponderti sul discorso delle trattenute sindacali gli operai delle cooperative pagano una quota fissa mensile di euro30,00 più l’annualità altro che pizzo!!!!!!!!!!!!

      • cristian ha detto:

        il contratto federambienti doveva essere applicato a tutto il persona no che alcuni provenienti dal comune si e quelli delle cooperative no possiamo confrontare in qualsiasi momento la bustapaga e con privilegi a noi mai riconosciuti e ci sarebbe molto da parlare e confrontare
        di certo non si può dare la colpa a peppe norata

  5. the best ha detto:

    Sono d’accordo col discorso di Cristian, quindi a come si dice e stanno le cose o tutti gli operatori delle cooperative di Castelbuono faranno parte anche esse alla srr o dovranno rimanere fuori i precedenti entranti tramite altre coopetative.

  6. incazzatissimo ha detto:

    Vorrei capire come sono stati assunti i lavoratori. Nei paesini del nord fanno regolari concorsi per assumere gli operatori ecologici e ci sono anche laureati a svolgere questi ruoli. Inoltre secondo me la forza lavoro era troppa fronte del servizio svolto…

    • the best ha detto:

      come dice la legge ( se interpreto bene ciò che è scritto), i lavoratori che hanno avuto precedenti non avranno più bisogno di concorsi, in quanto hanno già avuto rapporti da anni con la società, mentre se vi saranno nuovi ad entrare, dovranno fare dei concorsi.

      • incazzatissimo ha detto:

        Ma come hanno avuto il precedente lavoro? Con queste cose ci hanno mangiato sindaci di destra, di sinistra e tutta la politica siciliana… Io licenzierei tutti i lavoratori pubblici o dipendenti di società miste con il pubblico (ospedali, ATO, CEFOP ecc…) che sono state assunte senza concorso per prima cosa, poi farei concorsi pubblici meritocratici per i posti vacanti…

        • cristian ha detto:

          io orrei sapere tu chi sei per capire con chi mi sto confrontando sarebbe più produttivo che ne dici incazzatissimo per capire su quale basi straparli quando sono entrato in cooperativa nessuno e dico nessuno voleva lavorarci perché i soldi sono pochi e a munnizza non la vuole toccare nessuno io ho dovuto fare 6giorni di messa in prova GRATIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.