Riaperto l’impianto di compostaggio di contrada Cassanisa

6 Commenti

  1. Antonio Capuana ha detto:

    Caro Marcello (Assessore D’Anna)

    intanto, da cittadino, grazie per la riapertura del centro di compostaggio.

    Amico mio, mi raccomando, i mezzi pesanti facciamoli transitare dalla nuova circonvallazione.

    sembra banale la raccomandazione, ma l’altra mattina, intorno alle 6.30 un camion proveniente da Geraci Siculo, transitava dal paese.

    Perchè?

    Probabilmente manca l’opportuna segnaletica?

    So di certo che darai seguito a quanto sopra.

    Approfitto per salutare i miei ex colleghi Amministratori

  2. Siamo felici di sapere che finalmente dopo un’anno l’impianto è di nuovo operativo.
    Ci auguriamo che funzioni al meglio producendo quel tanto sventolato “Compost di Qualità” che in passto proprio di qualità non è stato visto che conteneva plastica, vetro e altre cose che non dovrebbero esserci in un ammendante di qualità. Tant’è che il MoVimento 5 Stelle Castelbuono tramite il Porta Voce del M5S Giampiero Trizzino (Presidente Commissione Territorio e Ambiente) ha presentato un interrogazione presso la Regione Sicilia sull’argomento. E noi abbiamo provveduto a denunciarlo mediaticamente.

    Inoltre restiamo in attesa di un parere da parte dei destinatari, riguardo la proposta protocollata da noi in data 5 gennaio sulla fattibilità di utilizzo della vasca sita anch’essa in C/da Cassanisa. Proposta per la quale da quanto ci è stato riferito dal nostro Porta Voce Giampiero Trizzino è stata chiesta un audizione in Commissione Territorio e Ambiente alla Regione Sicilia.

  3. Mario ha detto:

    CARA Amministrazione, grazie per l’apertura dell’impianto di compostaggio, ma per “favore” non parlate più di RISPARMIO. Ho visto diverse bollette della TARI, tutte sbagliate! Dov’è la riduzione di un occupante, così sbandierato, che per poco vi mandava in tilt il bilancio??

    • cittadino ha detto:

      signor Mario , personalmente non penso che le nostre bollette si possano abbassare . Per un secolo siamo stati educati alla teoria” dell’usa e getta” e ci siamo dimenticati che “la materia non si crea e non si distrugge ,ma si trasforma”.Dobbiamo di nuovo usare sistemi di riutilizzo , ecco perchè è una bella notizia la riapertura della cassanisa .
      Oggi noi cittadini DOBBIAMO PRETENDERE LA TUTELA DEL TERRENO ,DELLE FALDE ACQUIFERE E DELL’ARIA .
      Per quanto riguarda il bilancio ,oggi ,bastano 500 euro a mandarlo in tilt
      qui nessuno parla della differenza tra TARSU e TARI
      la tarsu veniva pagata 75% dai cittadini e 25% dal bilancio comunale
      la tari per intero dai cittadini , ecco spiegato qual’era il problema del bilancio .

  4. Antonio2 ha detto:

    Non so se è vero, però ho sentito dire che i calcoli della TARI vengono effettuati da una ditta esterna. Qualora fosse vero, sarebbe scandaloso vista la quantità di personale che al comune potrebbe fare questi calcoli tramite un semplice software. E l’aver appaltato ad una ditta fuori sede, potrebbe anche spiegare il motivo dei tanti errori nelle bollette dei castelbuonesi. Anche negli anni passati.

    • cittadino ha detto:

      signor Antonio è chiaro che, se il comune non è dotato di strumenti e di competenze del personale, deve, per la tari, necessariamente appaltare il lavoro.(nessuno parla che siamo in arretrato per l’acqua )
      Gli errori sono frutto di regolamenti fatti a settembre , possibilmente non pubblicizzati ,e da banche dati non aggiornate e corrette.
      io penso che dobbiamo invitare i politici a fare incontri ,non strumentali , per discutere dei regolamenti e pretendere che le banche dati siano corrette ed aggiornate ogni anno .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.